1664 punti 1267 punti 1021 punti 1415 punti 1750 punti 1032 punti

Ingresso Foresta

Messaggioda Buffy » 22/07/2020, 22:17

13/06/2114
Foresta Proibita
Ore 10:47


Quella... Brutta... S*****a...

Oh mia Trama!
Ragazze! Non potete davvero immaginare che cosa è riuscito a fare il mio papà!


STUPEFICIUM!

Mi ha appena inviato un gufo, scrivendomi che è riuscito ad ottenere per me un insegnante di Duello davvero eccezionale.
Non ci crederete mai fin dove è riuscito ad arrivare...
Il numero uno in tutte le classifiche mondiali...
Il più grande duellante che esista...
... Proprio lui... Ingwar Vogt!


Immagine


Nemmeno sa chi sia veramente!
Vuole solo farmi rodere il c**o!


STUPEFICIUM!

Sì, sono consapevole che alcune persone ucciderebbero per stare al mio posto...
... Ma purtroppo non tutti possono avere le fortune che ho io, come ad esempio un padre con un ruolo di rilievo all'interno del Ministero e in contatto con le conoscenze giuste...
Partirò per il mese di Agosto, in America, e sarà una vacanza fantastica!
Non soltanto potrò godermi una città nuova... Ma in più imparerò a duellare dal migliore...


Immagine


STUPEFICIUM!
STUPEFICIUM!
STUPEFICIUM!


Gli Schiantesimi partivano dalla sua bacchetta come pallottole da una pistola babbana, colpendo il verdeggiante caratteristico della Foresta Proibita. Se la professoressa di Erbologia l'avesse vista, probabilmente l'avrebbe punita bocciandola direttamente al suo esame, per il sacrilegio che la Halliwell stava compiendo, ma sinceramente in quel momento poco le importava della reazione di una docente che nemmeno le stava simpatica.
Moriva solo dalla voglia di lanciare quegli incantesimi in faccia alla sua sorellastra piuttosto che a delle zolle di terra, ma più sapeva essere impossibile realizzare il proprio desiderio e più diventava violenta con gli alberi e i cespugli presenti in zona.

Tesoro, Viktor stamattina darà la notizia anche a tua sorella, ma vorrei essere io a dirtelo.
Abbiamo deciso di mandare Ingrid da uno dei migliori duellanti per un corso intensivo estivo.
Questo però non significa che non possa andarci anche tu, Viktor è stato molto gentile e si è impuntato affinché questa opportunità venisse offerta anche a te.
Ti prego di rifletterci bene e di prendere questa vacanza come una possibilità per legare tu ed Ingrid.
In fondo ormai siamo tutti una famiglia ed anche il tuo patrigno spera di poter avere un buon rapporto con te.
Pensaci, d'accordo?
Ti voglio bene

P.S. Cerca di non metterti nei guai...


Sua madre non riusciva proprio a capirla. Non riusciva a capire che nonostante lo desiderasse con tutta sé stessa, non avrebbe mai e poi mai accettato l'offerta del suo patrigno, per uno svario di ragioni che nemmeno perdeva tempo a spiegarle. In primo luogo, lui non era il suo vero padre: non quello biologico, nemmeno quello affettivo, perché non l'aveva cresciuta, non era entrato a far parte della sua vita da molto tempo ed in più sembrava non avere occhi che per la sua dolce e tenera bambina... Come se non riuscisse a vedere la serpe dietro quello sguardo innocente. Prima di sentirsi una famiglia con un estraneo, voleva almeno capire chi fosse il suo vero padre, quello che avrebbe potuto crescerla, essere presente per lei. Un desiderio sciocco, stupido a quanto pare. Sua madre non faceva altro che ripetere che era una questione di sicurezza per lei, per tenerla lontana da un mondo pericoloso... Ma se lei invece anelava quel pericolo? Non ci aveva mai pensato? No, assolutamente no, aveva preferito chiuderla in una gabbia di vetro piuttosto che permetterle di affrontare la propria realtà.

E poi se accettassi, darei solo un motivo a quella serpe di vantarsi per i prossimi cinquanta anni su quanto sia buono e generoso suo padre con i pezzenti...

Sua madre era una semplice Master Teacher al Ministero. Aveva uno stipendio tutto sommato moderato, che le permetteva di campare bene con qualche sacrificio qua e là. Non aveva altre entrate, aveva una figlia da mantenere e che a breve si sarebbe diplomata, forse proseguendo negli studi. Per lei non c'erano vizi che si poteva concedere, se non quelli piccoli di tanto in tanto. Mentre invece il padre di Ingrid era un uomo di famiglia facoltosa, benestante e con una posizione di rilievo all'interno del Ministero. Una differenza abissale con il tipo di vita che lei e la madre avevano condotto solamente qualche anno prima. Buffy aveva maledetto il giorno in cui quei due si erano incontrati dopo il suo primo anno ad Hogwarts sul binario 9 e 3/4. E tutti gli anni a seguire per l'avvicinamento che c'era stato.

Vacci pure a quello stupido corso!
Tanto ti faccio il c**o uguale s*****a!
STUPEFICIUM!!!


Il trambusto che stava creando lei con quelle micro esplosioni non fu niente in confronto al suono basso e gutturale che si risvegliò dal folto della foresta, facendole accapponare la pelle. Nike fissò con un certo sgomento un Graphorn uscire fuori allo scoperto, visibilmente infastidito da tutti gli Schiantesimi lanciati dalla ragazzina nelle direzioni più disparate.

M***a!
Scusa bello! Da buono... Non volevo romperti...


Buffy non era una allevatrice, non possedeva nemmeno un elemento, non sapeva in che modo parlare ad una creatura magica. Di certo avere la bacchetta in mano ed essere sulla traiettoria della bestia non risultava essere un buon punto di partenza per una conversazione riappacificatrice. Pareva che il Graphorn non avesse alcuna intenzione di fargliela passare liscia e pur non essendo un esemplare adulto, si trattava comunque di una bestia bella grossa in grado di farle parecchio male se l'avesse colpita. Be', l'intenzione di colpirla c'era... E anche quello di romperle qualche osso come lei probabilmente gli aveva rotto i timpani con tutto quel frastuono inutile.

AAAAAAAAHHH!

Si lanciò di lato la bionda, quando vide arrivare il bestione in carica contro di lei. L'impatto col terreno le fece respirare terriccio secco, che la spinse a tossire, mentre tentava di rimettersi in piedi prima che il Graphorn decidesse di schiacciarla con le zampe. Invece, la creatura scelse di attaccarla con la possente coda, che la Halliwell schivò riabbassandosi all'istante, prima di rimettersi in piedi e cercare il punto cieco del mostro, mantenendosi sulla parte laterale del suo corpo.

Okay... Buono... Ca**o!
Mi ricordo solo che hanno una pessima visuale lateralmente... E che gli incantesimi di basso livello non gli fanno una stramaledetta s**a...


Pur essendo piena di rabbia fino a pochi istanti prima, in quel momento l'istinto di sopravvivenza prevalse nella mente di Nike, che stava cercando di camminare in maniera da rimanere sempre nascosta alla vista della bestia, seguendo ogni suo movimento. Doveva puntare a schiantarlo oppure doveva semplicemente oscurarne la vista e poi scappare via?
Certo e se l'avesse inseguita fino al castello? L'avrebbero espulsa, poco ma sicuro, e dopo tutta la fatica che aveva fatto per evitare di essere buttata fuori ci mancava solo che si andasse a giocare il passaggio all'ultimo anno per uno stupido Graphorn.

FRASTUONUM!

Frastuonum

Difficoltà: 4
Tipo: Incantesimo Generico
Descrizione: Crea un suono molto potente che stordisce il mago avversario
Genere: Offensivo/Difensivo
Danno: 5 + 10 Cap, Magica= 15


Nel frattempo, lanciargli un incantesimo che lo stordisse abbastanza da permetterle di agire con degli Schiantesimi mirati poteva essere una soluzione. Buffy doveva solo sperare che quelle scaglie lucide e resistenti non lo fossero poi così tanto da respingere il proprio incantesimo o annullarne completamente l'effetto. Il polso eseguì il movimento completo con fluidità e precisione (12d20 + 10 Capacità Magica= 22), facendo scaturire una serie di scintille argentate che andarono ad impattare con la testa del mostro. Si sperava che l'udito gli funzionasse benissimo, abbastanza da rimanere stordito da quel forte suono magico, mentre la Halliwell cercava di mettere in pratica le lezioni del professor Vastnor, mettendosi sulla difensiva per non farsi trovare impreparata da qualunque attacco potesse provenire dal Graphorn.

Spoiler:
Sandyon
Avatar utente
Buffy
Studente
Studente
 
Anno: 6
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 13/11/2019, 23:01

Messaggioda Sandyon » 27/07/2020, 16:00

Vacci pure a quello stupido corso!
Tanto ti faccio il c**o uguale s*****a!
STUPEFICIUM!!!


Aveva una vaga idea su chi fosse il soggetto dell'insulto e questo solo perché le voci per i corridoi della Casa Comune circolavano fastidiosamente ad alta voce.
Ingrid Brouwer sarebbe partita nel periodo estivo per un corso di miglioramento nei duelli, seguita da un noto Duellante di fama internazionale.
Gli era bastato recarsi un momento nei sotterranei dei Serpeverde per una veloce camminata di ricognizione per sentire il vociferare già dilagante tra gli studenti.
La rivalità tra le due sorellastre era abbastanza risaputa e si reggeva sostanzialmente su un equilibrio instabile molto delicato.
Come la bacchetta stava alla Halliwell, i libri invece stavano alla Brouwer, un equilibrio che evidentemente la Prefetta intendeva spezzare al rientro dal periodo estivo.
Buffy faceva l'arrogante infastidita, ma un tale comportamento nascondeva solo il fortissimo timore di essere sconfitta e perdere quell'unico vantaggio su Ingrid.
Pur non essendo un MagiPsicologo, Sandyon sapeva riconoscere le rivalità e sopratutto, sapeva riconoscere la paura.

M***a!
Scusa bello!
Da bravo... Non volevo romperti...


A differenza della Halliwell che invece non sapeva riconoscere i punti deboli di una Creatura Magica ostile come il Graphorn.
Se non altro, almeno, ricordò di non poter usare magie di scarsa efficacia, ma per il resto, le lacune teoriche restavano evidenti.
Per quel motivo il Vastnor rimase lì dove stava, complice anche la comodità di un esemplare non ancora adulto e dunque meno pericoloso.
La Grifondoro doveva apprendere da sola cosa volesse dire non memorizzare a dovere le nozioni da sfruttare nelle difficoltà o emergenze.
Per lo meno però, dimostrò da subito che là dove peccava in teoria, compensava adeguatamente con la pratica ed un'ottima capacità di movimento.
L'occhio dell'ex Mercenario analizzò gli spostamenti della bionda nello schivare entrambi gli attacchi fisici del Graphorn e l'occhio di lei sempre fisso sul bersaglio.
Era una caratteristica già osservata durante i duelli: Buffy manteneva sempre lo sguardo dritto sull'avversario e lo seguiva come estrema precisione.

Una attenzione così spontaneamente maniacale non la vedevo dai tempi di...

Immagine

Non fare quella faccia, ti è andata male questa volta!

... Già.

Il fatto è che non mi sfuggi amico mio, sei sempre sotto il mio riflettore.

Mh...

E poi ogni tanto una sconfitta fa bene, altrimenti ti monteresti troppo la testa!

... Hai ragione.

Stasera ci vediamo al solito posto, sono riuscito a riportarmi indietro una cassa di burrobirra dalla gita ad Hogsmeade...


Erano così lontani e allo stesso tempo così vividi, quei momenti trascorsi fra quelle mura, come un allievo ribelle e sfrontato.
La profonda amarezza di aver visto quel rapporto sgretolarsi, forse l'unica amicizia avuta nella sua vita, tornò ad adombrare il suo sguardo oscuro.
Intanto, Buffy provava finalmente una offensiva nei confronti della Creatura Magica, tentando di stordirla e così disorientarla.
Purtroppo per lei, l'incantesimo era tarato per infastidire un nemico umanoide, quindi sul Graphorn ebbe un impatto meno promettente.
La bestia scosse la testa, dimostrando di aver incassato, ma non indietreggiò, anzi, parve arrabbiarsi anche peggio.
Sandyon vide la Halliwell riprendere la posizione difensiva e silenziosamente ammirò il buon sangue freddo dimostrato in una situazione tanto assurda.
Che fosse stata capace di resistere ai prossimi colpi oppure no, la sua buona impressione comunque l'aveva fatta.

... Si prepara.

Il Graphorn emise un verso acuto e strozzato, dopo di che rimase con la bocca spalancata, iniziando a creare uno strano vortice magico giallastro.
Ora ripescare le lezioni non serviva più, ci stava pensando direttamente la creatura a ricordarle che fosse in grado di aggredire anche in tal senso.
Questo se non altro diede il tempo alla bionda per prepararsi un poco meglio all'impatto e ai raggi in procinto di arrivarle addosso.
Poteva scegliere se tentare di scansarsi direttamente oppure provare a proteggersi, ma doveva essere una scelta veloce e quasi immediata.
I tre raggi che scagliò il quadrupede andarono scalando di potenza e velocità, entrambi a bersagliare il petto o l'addome della "vittima".
Una volta ricevuti tutti e tre, a prescindere dall'esito della difesa della Halliwell, il Docente si decise ad intervenire.
Buffy vide quattro magie fulminee impattare millimetriche sulle giunture, che scoraggiarono all'istante la bestia e la spinsero ad allontanarsi zoppicante.

Hai dimenticato il punto debole.

Lapidario e serio come al suo solito, Sandyon arrivò poco dopo, dimostrando di aver centrato le quattro giunture da una distanza davvero notevole.
Ecco principalmente il motivo dietro all'addestramento giornaliero nella Foresta Proibita con le rocce lontane.
Grazie ad esso, la vista dell'uomo restava perennemente allenata e capace di inquadrare le zone da colpire senza alcuno sforzo.
Era sempre stata lì la differenza tra il suo modo di duellare e quello del suo amico del passato: uno aveva l'occhio fermo, l'altro invece dinamico.

La prossima volta che decidi di sfogare la frustrazione, mettiti a scagliare schiantesimi sull'isola del lago, è meno pericolosa.

Normalmente, qualunque Professore avesse incrociato lì la Halliwell, avrebbe sottolineato quanti punti si fosse giocata.
I Grifondoro spesso e volentieri si scagliavano contro Buffy proprio perché a causa sua la clessidra si riprendeva preziosi grammi di polvere rossa.
Per carità, ormai la Coppa delle Case era andata di diritto ai Corvonero, ma un Professore poteva anche predisporre un malus di punteggio per l'anno successivo.
Il Vastnor rinfoderò la bacchetta, guardandosi qua e là in modo da scongiurare ulteriori minacce, dopo di che rilassò le spalle e regolarizzò il respiro.

... Con un esemplare adulto trascurare il dettaglio sul punto critico avrebbe significato sicura disfatta.
Per questo motivo detraggo venti punti ai Grifondoro sul conteggio che ripartirà a Settembre.
Tecnica di risposta valida, posizione difensiva eseguita correttamente e buone qualità evasive.
Per questo motivo assegno trenta punti ai Grifondoro sul conteggio che ripartirà a a Settembre.


La cosa assurda era che la detrazione non derivava dall'essere andata in un'area interdetta agli studenti.
All'uomo non fregava assolutamente nulla di quel particolare, quando invece una Ingrid come minimo le avrebbe fatto levare cento punti.
I metodi educativi di quel criptico individui erano in assoluto i più discussi anche dalla moglie stessa, ma mai ripresi dalla Preside Bergman.
Era sostanzialmente il prezzo da pagare nell'avere una simile leggenda ad insegnare ai ragazzi come si affrontavano le avversità del Mondo Magico.

Voglio una relazione riguardo il Graphorn sulla mia scrivania prima dell'interruzione estiva.
So benissimo che il voto non avrebbe validità.
Non è per il voto che la svolgerai ma per non morire se e quando ne incontrerai un altro.
Chiaro Halliwell?


A quel punto la conversazione poteva anche ritenersi conclusa.
Buffy aveva ricevuto le disposizioni, dieci punti bonus per la sua Casata a Settembre e una lezione gratuita e pratica da completare con un elaborato.
Ma il cuore del Vastnor, ammorbiditosi nel corso degli anni, lo spinse a non interrompere lì la conversazione.
Sbuffando piano dal naso, alzò nuovamente la voce, richiamando la bionda ormai già sulla strada dell'uscita dalla Foresta.

... Ti preoccupa che lei possa sconfiggerti, mh?

ATTACCHI DEL GRAPHORN:

Raggio Magico I° [Danno 30] ---> Per superare, prova di Riflessi con risultato pari o superiore a 26.
Raggio Magico II° [Danno 25 ] ---> Per superare, prova di Riflessi con risultato pari o superiore a 23.
Raggio Magico III° [Danno 20 ] ---> Per superare, prova di Riflessi con risultato pari o superiore a 14.

MagiAmuleto ATTIVO
Fallimenti a disposizione: 1
Avatar utente
Sandyon
Amministratore
 
Grado: 15+
 
Messaggi: 1190
Iscritto il: 31/08/2011, 17:40
Località: Un'altra Dimensione

Messaggioda Buffy » 29/07/2020, 22:33

Buffy non era un disastro completo e totale a scuola. C'era una materia nella quale eccelleva, stava attenta, prendeva sempre i voti migliori, motivo per cui Ingrid si era messa in testa di volerla superare e battere a tutti i costi. Quando si trattava di seguire le lezioni di Difesa Contro le Arti Oscure, la Halliwell era sempre la prima ad entrare in classe e l'ultima ad uscire, sentendosi a proprio agio nel seguire le spiegazioni -sempre e solo pratiche- del professor Vastnor. Era difficile riuscire a spiegare come mai le riuscisse così bene duellare con la bacchetta: quando la impugnava, riusciva a sentire il braccio formicolarle, come se si stesse estendendo, aggiungendo un altro pezzo che fino a poco prima non c'era.
Il sangue ribolliva, perché la magia al suo interno accendeva ogni singola cellula, facendole formicolare tutto il corpo. Era come se i suoi sensi si acuissero un po' di più, come se fosse sempre stata portata per quello, come se il sangue di Mercenario che le scorreva nelle vene stesse cercando di uscire fuori, di farle comprendere che lei non era la semplice figlia di una Master Teacher qualunque. Nike non lasciava mai il proprio avversario con lo sguardo, che fosse umano o creatura magica. Manteneva il contatto visivo perenne, senza mai sbattere nemmeno una volta le ciglia, concentrata per cercare di comprendere quando attaccare o quando schivare l'attacco. Purtroppo le sue pecche nella parte teorica delle lezioni la stava penalizzando, impedendole di ricordare due aspetti importanti sui Graphorn.
Il primo: che la loro debolezza risiedeva nelle giunture.
Il secondo: che fossero in grado di lanciare raggi magici dalla bocca.

Si prepara ad attaccare!

I peli sulle braccia si rizzarono, come ad avvisarla dell'imminente pericolo. Ma nel suo sguardo non c'era paura, solo determinazione a portare a termine quello scontro, sicura delle lezioni che aveva seguito con attenzione, memorizzando le tecniche di difesa insegnatele dal professor Vastnor. Assumere la posizione difensiva le permise di essere preparata a quello che stava per accadere. E quando il Graphorn lanciò il suo raggio diretto verso di lei, Buffy fu in grado di schivarlo per un soffio (15d20 + 10 Riflessi + 4 Bonus= 29), buttandosi sulla destra per evitare la traiettoria del raggio lanciatole contro dalla creatura magica.

L'ho schivato!

Era troppo presto però per esultare. Il secondo raggio riuscì a beccare la Halliwell (5d20 + 10 Riflessi= 15), che fu costretta a piegarsi in due dal dolore, mentre il terzo venne parato con un Protego Absumptam fulmineo (5d20 + 10 Riflessi= 15), prima che la bestia riuscisse a fare altri danni. La luce combattiva nel suo sguardo non si era affatto spenta, nemmeno dopo essere stata colpita forte. Ma fu proprio Sandyon Vastnor a mettere fine all'incontro, lanciando degli incantesimi con precisione millimetrica, che raggiunsero le giunture dell'animale e lo fecero scappare via, senza più dare alcun fastidio alla piccola Grifondoro.

Professor Vastnor?!

Hai dimenticato il punto debole.

Nessun altro docente all'interno delle mura di Hogwarts riusciva ad ottenere immediatamente il rispetto e le attenzioni della Halliwell tanto in fretta come il Caposcuola dei Serpeverde. Ella cercò di rimettersi subito perfettamente dritta in piedi, per non dimostrare quanto invece le avesse fatto male il raggio lanciatole dal Graphorn. Voleva che l'uomo fosse orgoglioso di lei, voleva dimostrare di non essere come quei rammolliti dei suoi compagni di corso. Ma non era semplice quando l'insegnante sottolineava una cosa ovvia e fondamentale come il punto debole di una creatura che avrebbe già dovuto studiare a scuola.

La prossima volta che decidi di sfogare la frustrazione, mettiti a scagliare schiantesimi sull'isola del lago, è meno pericolosa.

... Sì, professore...

Era da parecchio che la teneva sotto controllo? Aveva quindi sentito tutte quelle parole poco carine che aveva detto nei confronti della Brouwer? Anche se lo avesse fatto, però, come avrebbe mai potuto fare il collegamento proprio con la Prefetta dei Serpeverde? Buffy era abbastanza sicura che il professor Vastnor non fosse a conoscenza di quello che stava accadendo con Ingrid, convinzione che la rese più tranquilla, perché di certo l'ultima cosa che voleva era fare pena al suo professore preferito.

... Con un esemplare adulto trascurare il dettaglio sul punto critico avrebbe significato sicura disfatta.
Per questo motivo detraggo venti punti ai Grifondoro sul conteggio che ripartirà a Settembre.
Tecnica di risposta valida, posizione difensiva eseguita correttamente e buone qualità evasive.
Per questo motivo assegno trenta punti ai Grifondoro sul conteggio che ripartirà a a Settembre.


Sgranò gli occhi sorpresa la Halliwell, non aspettandosi di essere riuscita a guadagnare ben dieci punti per la sua Casata. Era più facile che li facesse perdere, per via del suo comportamento spesso scontroso ed irascibile e fu talmente tanto sorpresa dalla cosa, da non notare a primo impatto che l'uomo l'avesse punita non per essersi intrufolata nella Foresta Proibita ed aver attirato una creatura potenzialmente pericolosa; bensì perché non era stata in grado di affrontarla al meglio delle sue capacità, sfruttando le nozioni che avrebbe dovuto aver già assimilato da un bel pezzo.

Voglio una relazione riguardo il Graphorn sulla mia scrivania prima dell'interruzione estiva.

Ma... Professore...

So benissimo che il voto non avrebbe validità.
Non è per il voto che la svolgerai ma per non morire se e quando ne incontrerai un altro.
Chiaro Halliwell?


Chiarissimo, professore.

Un altro dei motivi di orgoglio era sapere che il docente di Difesa ricordasse perfettamente il suo nome. Nike cercava di non vantarsene mai, ma le faceva sempre un immenso piacere sapere che quell'uomo, spesso distratto per quanto riguardava il volto ed i nomi delle persone, fosse riuscito a memorizzare il suo. Lo aveva colpito in qualche modo, probabilmente, forse c'entrava il fatto che nei duelli fosse una vera fuoriclasse. E fu proprio a proposito di duelli che Sandyon scelse di parlare, chiedendo alla sua studentessa delucidazioni sul perché avesse cercato di assassinare delle piante innocenti al posto della sua acerrima nemica e rivale.

... Ti preoccupa che lei possa sconfiggerti, mh?

Cosa?
Oh... Quindi lei è a conoscenza di...


Non concluse la frase, perché bastò un'occhiata da parte dell'uomo per capire che fosse venuto a sapere della fantastica notizia. Splendido. Ingrid era stata veloce a vantarsene con tutta la scuola e questo non avrebbe fatto altro che peggiorare l'umore della Halliwell, costretta a sorbirsi le centinaia di persone che parlavano con invidia e ammirazione dell'estate fantastica di Ingrid Brouwer.

Tsk... Quella non mi fa paura, né ora né mai.
Non temo di essere sconfitta, lei combatte solo per ottenere un voto migliore...


La Prefetta perfettina voleva eccellere in ogni cosa, essere la migliore, dimostrare che nessuno poteva essere al suo livello. E a Buffy stava bene, almeno fino a quando Ingrid non si era messa in testa di toglierle anche l'unica cosa davvero importante per lei. Questo però non significava che lei temesse di essere battuta dalla Serpeverde. Con quei presupposti, quando mai sarebbe riuscita a metterla al tappeto? No, erano altre le motivazioni che avevano spinto Nike ad arrabbiarsi così tanto, ma non era sicura di riuscire a parlarne con un adulto senza sentirsi una stupida sciocca. Sandyon però non era un uomo conosciuto per la sua pazienza, motivo che spinse la Halliwell a parlare con sincerità, alla fine di tutto.

... Ingwar Vogt.
Lei si allenerà con Ingwar Vogt.
Il duellante numero uno che esista nel mondo magico
Lei, che non gliene importa un fico secco della sua materia, che lo sta facendo solo per farmi girare le p... Le scatole...
Darei un rene pur di poter essere al suo posto e imparare le tecniche di combattimento di uno dei più grandi duellanti... Ma non voglio che nessuno mi faccia l'elemosina, nemmeno quel riccone di suo padre.


Il Vastnor era a conoscenza -forse- della situazione famigliare di Ingrid e Buffy. Erano sorellastre, i loro genitori si erano sposati solo da qualche anno, dunque si potevano dire un'unica famiglia. Questo però non significava che la Halliwell fosse in grado di accettarlo come suo padre. Era arrivato troppo tardi e l'antipatia della figlia le impediva di riuscire a provare simpatia per quell'uomo.

Non ho nemmeno il permesso di uscire di casa, per non dover pensare a quello che sta succedendo...
Mia madre... Mi ha messa in punizione perché ho cercato di rintracciare mio padre in quella Gilda dei Mercenari...


Il professore di Difesa sapeva tutto. Conoscendo grazie a delle voci sentite in giro che Sandyon fosse un ex-Mercenario, Buffy si era recata da lui l'anno prima, chiedendogli informazioni sul nome che sua madre aveva cercato di spacciare come quello di suo padre. Il professor Vastnor non lo aveva mai sentito nominare e quando, durante le vacanze, la Halliwell aveva fatto un viaggio molto lungo per trovarlo, aveva scoperto l'amara verità, ovvero che non esistesse nessun Mercenario morto con quel nome.
L'odore di bugie aveva smosso la rabbia di Nike, che alla fine aveva fatto vuotare il sacco a sua madre, ottenendo il vero nome di suo padre. Un uomo che lei stessa aveva definito pericoloso e da cui era meglio stare lontana. E per questo motivo, aveva deciso di mettere in punizione la figlia, impedendole di uscire di casa per il resto dei suoi giorni.

Non volevo darle la soddisfazione di vedermi così tanto arrabbiata...
Per questo mi sono rifugiata qui...
Speravo che scaricando il nervoso sarei poi riuscita a tornare calma e rilassata a scuola.
Avatar utente
Buffy
Studente
Studente
 
Anno: 6
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 13/11/2019, 23:01

Messaggioda Sandyon » 13/08/2020, 14:53

Buffy faceva bene a sentirsi fiera di se stessa sapendo che il Docente ricordasse il suo cognome.
Sandyon era rinomato per essere un uomo ben poco attento a certi dettagli, alle volte quasi da sembrare che stesse volutamente provocando il prossimo.
Ma non era affatto così, la sua memoria registrava solo particolari a lui congeniali, come ad esempio l'identità di allievi promettenti o validi.
Colleghi, come anche Prefetti o altri studenti bravi in altre materie diverse dalla sua venivano facilmente esclusi dal cerchio, finendo in una specie di dimenticatoio.
Ecco la ragione per cui, nella sua ottica, Alexis Parker fosse ancora Prefetta di Delfinazzurro o Ferdy Stone il Professore di Volo.

... Ti preoccupa che lei possa sconfiggerti, mh?

Cosa?
Oh... Quindi lei è a conoscenza di...


Nei Sotterranei non si parla d'altro.
Difficile non essere raggiunti dalla notizia.


Sandyon non amava affatto le ostentazioni, ma era anche consapevole che molti Serpeverde avessero quel tipo di atteggiamento di default.
Inoltre, Ingrid Brouwer desiderava spesso che certe chiacchiere arrivassero proprio alla sorellastra, così da farla arrabbiare e spingerla a perdere punti.
Tuttavia, quando era un uomo come il Vastnor a stabilire ricompense e penalità, potevano succedere anche casi opposti, come quello appena accaduto.
Buffy si era guadagnata dieci punti in più per i Grifondoro immediatamente assegnati a Settembre, ma doveva anche ricordarsi la relazione sul Graphorn.
Non le rimanevano molti giorni alla fine del periodo scolastico e il Vastnor non tollerava affatto i ritardi.

Tsk... Quella non mi fa paura, né ora né mai.
Non temo di essere sconfitta, lei combatte solo per ottenere un voto migliore...


Non sottovalutare mai le motivazioni altrui, qualsiasi sia la loro natura.
Ciò che per te può essere futile o stupido, per qualcun altro significa molto, abbastanza da dare tutto se stesso.


Aveva combattuto contro diversi avversari nel corso della vita e della carriera trascorsa, rendendosi conto di quanto l'essere umano fosse imprevedibile.
Laddove sussisteva una ragione di lotta personale, la volontà agiva di conseguenza, garantendo una maggiore forza o energia.
Non esistevano motivazioni migliori di altre, ma solo motivazioni di maggiore intensità e dunque capaci di spingere di più oltre i limiti.
Rimase a fissare la Halliwell per qualche secondo, aspettando che si decidesse a parlare.
Non che avesse chissà quanta pazienza, se fosse trascorso più di un minuto se ne sarebbe andato, ma la bionda scelse di aprirsi con lui molto prima.

... Ingwar Vogt.
Lei si allenerà con Ingwar Vogt.


... Sarebbe?

Il duellante numero uno che esista nel mondo magico.

...

Lei, che non gliene importa un fico secco della sua materia, che lo sta facendo solo per farmi girare le p... Le scatole...
Darei un rene pur di poter essere al suo posto e imparare le tecniche di combattimento di uno dei più grandi duellanti...
Ma non voglio che nessuno mi faccia l'elemosina, nemmeno quel riccone di suo padre.


Mh.

E così la Prefetta sarebbe finita in mezzo ad un corso intensivo di duello magico tenuto dal migliore esponente sportivo in circolazione.
C'era da aspettarsi un netto miglioramento in vista per l'anno seguente e Ingrid aveva fatto bene i conti, essendo anche l'ultimo.
Voleva uscire dalla scuola con una media altissima e dei M.A.G.O. eccellenti, così da ritrovarsi la strada spianata in ogni ambito.
Sandyon restava ancora in un semi silenzio ipoteticamente riflessivo, fissando un punto indefinito all'orizzonte.
Annuiva solo di tanto in tanto, così da far capire alla ragazzina di non essere ignorata e che potesse ancora proseguire lo sfogo.

Non ho nemmeno il permesso di uscire di casa, per non dover pensare a quello che sta succedendo...
Mia madre... Mi ha messa in punizione perché ho cercato di rintracciare mio padre in quella Gilda dei Mercenari...


Da quando la sua realtà si era incrociata con quella dei figli, inevitabilmente il Docente si era, come dire, intenerito.
Aveva più pazienza nell'ascoltare le turbe dei giovani, questo per il rapporto stabilito con Aryanne.
Inoltre, Buffy gliela ricordava molto, seppur le provenienze sociali di entrambe fossero distanti tra loro.
Un tempo avrebbe liquidato in fretta la questione classificandola come "Lagna", ma ora le cose erano leggermente diverse.
La frustrazione della Halliwell era percepibile come forte e pesante, sensazione che forse però, ben presto sarebbe svanita.

Non volevo darle la soddisfazione di vedermi così tanto arrabbiata...
Per questo mi sono rifugiata qui...
Speravo che scaricando il nervoso sarei poi riuscita a tornare calma e rilassata a scuola.


Non hai alcun motivo di essere così infastidita.
Se fossi andata anche tu ad allenarti con questo individuo, ti saresti trovata male dopo nemmeno quattro lezioni.


Una rivelazione scioccante, un'uscita che probabilmente avrebbe lasciato parecchio perplessa la sorellastra della Serpeverde.
Sandyon però non era affatto famoso per indorare pillole, anzi, quando doveva dire la verità, anche se cattiva, la diceva senza troppi giri di parole.
Per cui, l'affermazione appena esposta non aveva nessuna radice nella volontà di tirar su di morale Buffy gratuitamente.
L'uomo fece cenno alla Grifondoro di iniziare a seguirlo e camminare in direzione d'uscita dalla Foresta Proibita.
Non c'era più motivo di restare lì.

Ogni categoria di combattenti magici lotta seguendo uno schema preciso e indicativo della propria provenienza.
In altre parole, un Duellante non duella come un Auror e un Auror non duella come un Mercenario o un Sicario.
Ognuno è riconoscibile per metodi tattici, tecniche di guardia, approcci offensivi o velocità di esecuzione delle magie.
Ci sono poi coloro che mischiano diversi stili, esattamente come avviene per le arti marziali, ma mischiare non è sinonimo di vantaggio.
Un lottatore che usa sia il karate, che il kung fu e il krav maga può essere tranquillamente sconfitto da un karateka puro ma con maggiore esperienza.


Quindi Sandyon conosceva le arti marziali? Le praticava? Nessuno glielo aveva mai chiesto e lui per tal motivo non si era mai espresso in tal senso.
Buffy però, conoscendolo un minimo, poteva arrivare tranquillamente a scommettere che un guerriero come lui fosse tarato anche in quella pratica.
Il Vastnor emanava un'aura di piena e pura completezza bellica, come se fosse capace di destreggiarsi in ogni ambito legato al confronto.
La ragazza si stava ritrovando ad assistere ad una lezione praticamente gratuita ed esclusiva che solamente lei avrebbe ascoltato ed assimilato.
Concetti come quelli appartenevano più ad un comparto di racconto empirico, che una spiegazione vera e propria da classe scolastica.

La tua sorellastra si troverà bene con un Duellante, perché il Duello Magico è, per l'appunto, uno sport.
I principi ai quali si lega si basano su regole di movimento atletico, risposte tecniche precise e senza una esagerata gamma di variazioni personali.
Si possono incontrare Duellanti estremamente capaci ma solo perché hanno affinato talmente tanto le loro qualità da portarle ad un livello di estrema precisione.
Ma chi nel duello pretende di inserire una propria impronta soggettiva, variando l'approccio da sistematico a dinamico, mal sopporta questa tipologia di disciplina.


Durante le lezioni all'aperto, Sandyon aveva individuato nella Halliwell l'abitudine a sfruttare l'ambiente circostante.
Il suo carattere ribelle si intersecava con la sua metodologia di combattimento magico, influenzandone le azioni e le strategie.
Un Duellante era abituato agli sconti su pedana, dove l'ambiente era escluso e ci si concentrava esclusivamente sull'uno contro uno a ritmo serrato.
Il Vastnor non disdegnava affatto i Duellanti e il loro modo di intendere una sfida, semplicemente si discostava parecchio dalle loro "abitudini".
Si trovava decisamente più in sintonia con Sicari e Commando, pur reputando gli ultimi una brutta copia dei Mercenari.

Gli Auror, invece, per esempio, eccellono nelle arti protettive e di supporto, il loro metodo di combattimento è rivolto alla persistenza.
Gli incantesimi che sfruttano sono solitamente gli stessi per un motivo puramente pratico, ma ognuno ha la sua rosa di magie preferita.
I Sicari, a differenza loro, puntano facilmente ai danni massicci, sono più abituati a rompere le difese piuttosto che crearle, guadagnando in fretta la supremazia.
Gli Agenti Speciali, le Spie e i Ranger mischiano questi stili e difatti stabilire la loro effettiva professione attraverso un duello può essere più arduo.


Con molta probabilità, però, Buffy ben presto avrebbe chiesto invece quale fosse il metodo dei Mercenari.
Sandyon, sul momento, non rispose, limitandosi ad un micro sospiro, proseguendo a camminare verso il Castello.
Una volta che furono praticamente vicinissimi alla capanna del guardiacaccia, egli estrasse la bacchetta.
Non molto lontano, a circa trenta metri, vi era una grossa roccia appuntita e massiccia.
L'uomo puntò l'arma verso l'oggetto inanimato e sulla punta si creò una luce di colore rosso scuro, tipica del semplice "Reducto", inadatto per una pietra tanto enorme.
Ma quella luce, sotto gli occhi della Halliwell, ben prestò si gonfiò, divenendo una sfera luminosa sempre più grossa e luminescente.
Trascorsi circa cinque secondi, il Docente liberò la magia che si andò a riversare sulla roccia, mandandola in minuscole briciole polverose.

... Un Mercenario è pericoloso perché la sua lotta non può essere prevista, calcolata o inquadrata.
Non mischia gli stili perché ne crea uno completamente suo, esclusivo, impossibile da copiare.
Ciò impone un allenamento più difficile al fine di essere un avversario temibile, ma concede anche soddisfazioni uniche.
Fra queste, la possibilità di sviluppare e ideare incantesimi privati, con i quali stupire, destabilizzare e sconfiggere chi gli si para davanti.


Il Vastnor aveva sovraccaricato il "Reducto" rendendolo molte volte più potente e devastante rispetto ad un suo lancio normale.
Quella magia non era esistente e non si poteva imparare, a meno che il suo ideatore non l'avesse appositamente insegnata.
Sandyon evitava quasi sempre di usare quell'incantesimo speciale ed il motivo era che, sostanzialmente, esso non fosse una sua invenzione.
Gli era stato trasmesso moltissimi anni prima da un compagno, un amico, un fratello.
Lo aveva mostrato a Buffy solo perché prima, in quella Foresta, per un attimo guardandola gliel'aveva ricordato.

Tu non sei adatta per apprendere da un Duellante, Halliwell.
Il tuo è un criterio di combattimento dinamico e in continuo mutamento.
All'inizio dell'anno non duellavi come adesso e tra un anno non duellerai come fra tre mesi.
Hai un lavoro ben diverso da svolgere, più complesso, faticoso: scoprire e trovare la tua identità di lotta.
Avatar utente
Sandyon
Amministratore
 
Grado: 15+
 
Messaggi: 1190
Iscritto il: 31/08/2011, 17:40
Località: Un'altra Dimensione

Messaggioda Buffy » 16/08/2020, 23:00

Tsk... Quella non mi fa paura, né ora né mai.
Non temo di essere sconfitta, lei combatte solo per ottenere un voto migliore...


Non sottovalutare mai le motivazioni altrui, qualsiasi sia la loro natura.
Ciò che per te può essere futile o stupido, per qualcun altro significa molto, abbastanza da dare tutto se stesso.


Il professor Vastnor era l'unico docente all'interno di Hogwarts in grado di farsi ascoltare da Buffy Halliwell. La ragazzina, mancante di una figura paterna, lo aveva preso come un punto di riferimento, un sostituto del vero padre che non aveva mai conosciuto. All'inizio il suo era solo un bisogno leggero, poi con il disgregarsi del suo rapporto con la madre questo bisogno era diventato sempre più necessario, eccessivo, gigantesco, finendo per distruggere tutto quello che aveva intorno tranne l'unica persona in cui la Halliwell poteva vedere un padre.
Il fatto che il Vastnor fosse stato, in passato, un Mercenario lo rendeva ancora di più credibile come sostituto della figura paterna che Buffy tanto avrebbe voluto conoscere. E, in conseguenza, la studentessa Grifondoro non smetteva mai di ascoltare le parole del suo docente di Difesa, annuendo seria quando l'uomo le diede un'altra importante nozione da non dimenticare mai, ovvero non sottovalutare le motivazioni dei suoi avversari. Anche se Ingrid lo faceva solo per dispetto e per prendere un voto più alto, la Serpeverde era tanto determinata a batterla quanto Buffy lo era a farla finire col sedere per terra. Ma il motivo della rabbia di Nike non risiedeva nel timore di essere battuta, bensì in tutt'altro genere di questione.

Lei, che non gliene importa un fico secco della sua materia, che lo sta facendo solo per farmi girare le p... Le scatole...
Darei un rene pur di poter essere al suo posto e imparare le tecniche di combattimento di uno dei più grandi duellanti...
Ma non voglio che nessuno mi faccia l'elemosina, nemmeno quel riccone di suo padre.


Mh.

Una volta partita a spiegare che cosa l'affliggesse, fu facile far uscire le parole pur sentendosi, all'inizio, una ragazzina sciocca. Ma il mutato atteggiamento del professore di Difesa le permise di sfogarsi senza sentirsi completamente stupida, mettendo al corrente l'uomo di cosa le desse più fastidio del piano diabolico e malefico della Brouwer. Lei avrebbe avuto la possibilità di allenarsi -ed imparare- da Ingwar Vogt, il miglior duellante in circolazione. Un'opportunità che la Halliwell non aveva e non avrebbe mai accettato dal padre di lei, sia perché incline a trovarlo antipatico, sia perché Ingrid ci avrebbe sguazzato nel sapere una cosa del genere. Insomma, lo sfogo di poco prima le serviva per cercare di digerire la notizia, per lei assolutamente catastrofica. Ma non dal punto di vista del Vastnor, in grado di insegnare qualcosa di nuovo ed importante a Nike.

Non volevo darle la soddisfazione di vedermi così tanto arrabbiata...
Per questo mi sono rifugiata qui...
Speravo che scaricando il nervoso sarei poi riuscita a tornare calma e rilassata a scuola.


Non hai alcun motivo di essere così infastidita.
Se fossi andata anche tu ad allenarti con questo individuo, ti saresti trovata male dopo nemmeno quattro lezioni.


C-cosa?
Ma perché?!


Era rimasta sorpresa dalle parole del Vastnor. Un po' incredula, perché non comprendeva fino in fondo che cosa avesse voluto dire il suo docente, ma pronta ad ascoltarlo, a carpire un'altra perla di saggezza che forse, questa volta, le avrebbe risparmiato tante rotture di scatole come il pensiero della sua sorellastra in America ad imparare qualcosa di nuovo sul combattere. Sandyon le fece cenno col capo di seguirlo ed ella fu svelta a farlo, standogli praticamente accanto e col volto in aria, aspettando che l'uomo ricominciasse a parlare.

Ogni categoria di combattenti magici lotta seguendo uno schema preciso e indicativo della propria provenienza.
In altre parole, un Duellante non duella come un Auror e un Auror non duella come un Mercenario o un Sicario.
Ognuno è riconoscibile per metodi tattici, tecniche di guardia, approcci offensivi o velocità di esecuzione delle magie.
Ci sono poi coloro che mischiano diversi stili, esattamente come avviene per le arti marziali, ma mischiare non è sinonimo di vantaggio.
Un lottatore che usa sia il karate, che il kung fu e il krav maga può essere tranquillamente sconfitto da un karateka puro ma con maggiore esperienza.


Quindi il Vastnor era in grado di combattere anche corpo a corpo? Non glielo chiese, Buffy, mordendosi la lingua pur sentendo la voglia di saperne di più. Ma conosceva abbastanza bene il docente da sapere che odiasse le interruzioni e poi era troppo interessata a veder finito il discorso per potersi permettere di infastidirlo e non ottenere da lui nessun'altra spiegazione.

La tua sorellastra si troverà bene con un Duellante, perché il Duello Magico è, per l'appunto, uno sport.
I principi ai quali si lega si basano su regole di movimento atletico, risposte tecniche precise e senza una esagerata gamma di variazioni personali.
Si possono incontrare Duellanti estremamente capaci ma solo perché hanno affinato talmente tanto le loro qualità da portarle ad un livello di estrema precisione.
Ma chi nel duello pretende di inserire una propria impronta soggettiva, variando l'approccio da sistematico a dinamico, mal sopporta questa tipologia di disciplina.


Da come ne stava parlando lui, sembrava che il Duello Magico praticato come sport fosse parecchio noioso. Almeno fu così che la intese la Halliwell, iniziando a sentirsi relativamente meglio, ma non del tutto, perché a prescindere Ingrid avrebbe conosciuto e imparato da un grande duellante, mentre lei avrebbe dovuto accontentarsi delle lezioni in classe con il professor Vastnor. Buffy non ce l'aveva con il docente, che anzi reputava il meglio del meglio, bensì si dispiaceva di non avere alcuna esclusiva con lui: l'uomo doveva badare a diverse classi insieme e questo gli precludeva di concentrarsi unicamente su una allieva per farla migliorare e fiorire nell'arte della bacchetta.

Gli Auror, invece, per esempio, eccellono nelle arti protettive e di supporto, il loro metodo di combattimento è rivolto alla persistenza.
Gli incantesimi che sfruttano sono solitamente gli stessi per un motivo puramente pratico, ma ognuno ha la sua rosa di magie preferita.
I Sicari, a differenza loro, puntano facilmente ai danni massicci, sono più abituati a rompere le difese piuttosto che crearle, guadagnando in fretta la supremazia.
Gli Agenti Speciali, le Spie e i Ranger mischiano questi stili e difatti stabilire la loro effettiva professione attraverso un duello può essere più arduo.


E lo stile dei Mercenari invece?
Quale dovrebbe essere?


Invece che rispondere, Sandyon estrasse la propria bacchetta, puntandola contro un macigno bello grosso ed iniziando a castare un Reducto. Buffy lo fissò con sguardo perplesso, consapevole che una simile magia non fosse in grado di scalfire un oggetto tanto massiccio. Tuttavia, nell'arco di pochi secondi, la piccola sfera divenne sempre più carica e grossa, al punto che quando l'uomo la scagliò contro il bersaglio, lo ridusse in frantumi sotto gli occhi attoniti e increduli della Grifondoro.

Porca... Va**a...

In quel caso fu impossibile bloccare la volgarità che uscì fuori dalla sua bocca, mantenuta spalancata così come lo sguardo che continuava a fissare il punto dove poco prima c'era il grosso macigno pesante.

... Un Mercenario è pericoloso perché la sua lotta non può essere prevista, calcolata o inquadrata.
Non mischia gli stili perché ne crea uno completamente suo, esclusivo, impossibile da copiare.
Ciò impone un allenamento più difficile al fine di essere un avversario temibile, ma concede anche soddisfazioni uniche.
Fra queste, la possibilità di sviluppare e ideare incantesimi privati, con i quali stupire, destabilizzare e sconfiggere chi gli si para davanti.


Quindi questo Reducto lo ha migliorato lei?!
Forte!
Non ho mai visto niente di così ca****o professore!


Era facile stupire una novellina, anche se Buffy diede per scontato che il Vastnor fosse l'ideatore originale del Reducto potenziato. Avrebbe dato un rene, una costola ed un polmone pur di poter imparare anche lei una cosa simile, ma qualcosa le diceva che se avesse provato a chiedere a Sandyon il favore di insegnarglielo, l'insegnante le avrebbe detto sicuramente di no.
O forse sì?
La Halliwell era abbastanza sfrontata da osare chiedere anche aspettandosi una risposta negativa, ma in quel momento il Vastnor andò avanti col discorso, spiegando finalmente alla ragazzina perché imparare da un Duellante l'avrebbe fatta mollare tutto dopo appena quattro giorni.

Tu non sei adatta per apprendere da un Duellante, Halliwell.
Il tuo è un criterio di combattimento dinamico e in continuo mutamento.
All'inizio dell'anno non duellavi come adesso e tra un anno non duellerai come fra tre mesi.
Hai un lavoro ben diverso da svolgere, più complesso, faticoso: scoprire e trovare la tua identità di lotta.


E lei può darmi una mano, professore?

Prima ancora che l'altro potesse aggiungere altro, Nike aveva parlato, esprimendo un desiderio molto intenso e vivido a fronte delle parole di Sandyon. Aveva osato chiedere qualcosa di più al suo insegnante e ormai che lo aveva fatto non le restava che proseguire e perorare la sua causa, al fine di convincere il docente ad accettare.

Se sono migliorata e cambiata tanto è merito suo.
Le sue lezioni mi hanno sempre stimolata a fare di meglio, a cambiare, a correggere i miei sbagli e sono sicura che senza la sua guida non sarei mai riuscita a diventare così brava!
... Oppure questo è un percorso che ogni Mercenario deve fare da solo?
In questo caso, può darmi qualche dritta?
Voglio trovare il mio stile, voglio imparare a combattere come un Mercenario, ma non ho la minima idea di come si faccia.
Mi basterebbero pochi semplici consigli e potrei allenarmi per tutta l'estate!
... Se solo non fossi ancora minorenne, accidenti!


Diede un calcio rabbioso e pieno di frustrazione ad un sasso presente lì vicino, sfogando in quel modo il sentirsi impotente di fronte allo scontro imminente con la Brouwer. Ingrid avrebbe avuto un'intera estate per allenarsi e migliorarsi, mentre lei non aveva che poche settimane, le ultime di scuola, dopodiché le sarebbe stato impossibile fare altri passi in avanti con l'inizio della scuola e la mancanza di tempo da dedicare unicamente a quello.
Avatar utente
Buffy
Studente
Studente
 
Anno: 6
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 13/11/2019, 23:01

Messaggioda Sandyon » 20/08/2020, 20:33

Forse stava parlando troppo.
Forse aveva messo sul fuoco troppa carne per una ragazza così giovane.
Forse non era affatto saggio spingere una allieva a mettersi sotto unicamente in un singolo campo di apprendimento.
Molti "Forse", dei quali un uomo come Sandyon se ne fregava completamente, tirando dritto, comportandosi come al suo solito.
Inoltre Buffy per lui aveva le carte in regola per ascoltare certe lezioni speciali, più di tanti altri noiosi studenti che temevano di sbucciarsi un ginocchio.

Quindi questo Reducto lo ha migliorato lei?!

È possibile.

Forte!
Non ho mai visto niente di così ca****o professore!


E se non vuoi dimenticarlo da un attimo all'altro, ti suggerisco di mantenere il segreto con chiunque.

Minacciare apertamente una allieva di cancellarle la memoria nel caso in cui avesse aperto bocca, proprio encomiabile.
Se la moglie lo avesse sentito, così come la stessa Preside, avrebbero tentato di riprenderlo, probabilmente con scarsi risultati.
Nessuno poteva comprendere del tutto il meccanismo di ragionamento del Vastnor, a meno che non si trattassero di storiche conoscenze.
Aveva trattato la Halliwell come una normale ragazza già adulta e pronta a prendersi la responsabilità delle proprie azioni.
Un modo di fare significativo: per lui, lei poteva essere apparentemente meritevole di rispetto, non di un biberon o di un bavaglino.

Hai un lavoro ben diverso da svolgere, più complesso, faticoso: scoprire e trovare la tua identità di lotta.

E lei può darmi una mano, professore?

Mh...

Se sono migliorata e cambiata tanto è merito suo.
Le sue lezioni mi hanno sempre stimolata a fare di meglio, a cambiare, a correggere i miei sbagli e sono sicura che senza la sua guida non sarei mai riuscita a diventare così brava!
... Oppure questo è un percorso che ogni Mercenario deve fare da solo?


Buffy continuava a parlare con un entusiasmo che gli ricordava molto quello di Aryanne durante i primi tempi.
Avevano davvero molte cose in comune e di sicuro la figlia si sarebbe trovata bene a rapportarsi con una come la Halliwell.
Peccato che ormai la nuova Vastnor fosse spesso impegnata in diverse missioni, alla spasmodica e veloce ricerca del podio.
Da quando la relazione con Sly si era conclusa la ragazza si era messa giù con anima e corpo nella scalata verso le posizioni più elevate.
Correva molti pericoli, vista ancora la sua esperienza relativa, ma Sandyon non poteva continuare per sempre a proteggerla.

Spero solo che dai tuoi sbagli tu possa avere la possibilità di imparare.

Perché alle volte gli sbagli potevano anche condurre verso un destino molto peggiore di qualche osso rotto o di una decina di giorni in ospedale.
Ecco perché, al tempo, Sandyon si era mostrato restio a far intraprendere alla figlia quella carriera, ma alla fine aveva scelto di non ostacolarla.
Lui stesso non aveva voluto che la famiglia si intromettesse, desiderando percorrere la propria strada da solo, ovunque essa portasse.
Mentre ragionava su tutto ciò, la bionda terminava il proprio piccolo monologo, con una carica di energia pari solo alla frustrazione.
Non essendo maggiorenne, infatti, non poteva svolgere alcun tipo di allenamento al di fuori dell'area di Hogwarts.

C'è una grossa falla nel tuo discorso.
Sostieni di voler trovare il tuo stile, ma anche di voler imparare a combattere come un Mercenario.
Pur essendo uno stile personalizzato, lo stile del Mercenario è uno stile ben definito, differente dagli altri.
Se scoprissi che il tuo stile è più incline, ad esempio, a quello di un Sicario, vorresti ugualmente percorrere la via del Mercenario?


Quando il Vastnor faceva delle domande, era facile ritrovarsi a tremare per la complessità che esse nascondevano.
Sandyon non chiedeva mai niente di semplice, ma anzi, imponeva ai ragazzi di ragionare bene anziché aprir bocca e dare fiato.
Intanto, la vista dei Giardini si apriva a loro, essendo usciti definitivamente dalla Foresta Proibita.
Un cielo terso di nuvole si stagliava all'orizzonte, imitando lo stato d'animo ancora inquieto della giovincella ribelle.
Fortunatamente per lei, mancava ancora qualche minuto alle prossime lezioni.

Ho detto che il tuo stile è in evoluzione, ma questa evoluzione potrebbe portarti ad una verità che ora come ora non puoi mettere in conto.
La mia certezza è che tu non sia fatta per essere allenata da un Duellante, ma ancora non saprei dire come potresti trovarti con un Ranger, o un Auror.
Il tuo modo di lottare è ancora avvolto nel caos, una matassa dalla quale devi uscire prima di stabilire se duelli come un Mercenario o qualcos'altro.
Per questo motivo si esclude, per adesso, che tu possa percorrere un itinerario di allenamento da sola, allo sbaraglio.
Con la fretta non si va da nessuna parte, cerca di stampartelo bene a mente prima che un giorno questa verità possa esserti nemica e non alleata.


Di nuovo, in automatico, si ritrovò a tornare con il pensiero verso la figlia, che fino a quel momento non si era mai dovuta scontrare con una vera sconfitta.
Gli eccessivi trofei metaforici, consistenti in vittorie o missioni andate sempre a buon fine, l'avevano riempita di un coraggio fasullo, una certezza pericolosa.
Sia lui che Tyslion, invece, avevano alle volte fatto i conti con diverso sangue perduto, la morte dietro l'angolo, il fallimento per un piccolissimo errore.
In lontananza, nella zona del campo, diversi giocatori di Quidditch si allenavano in previsione della prossima stagione di partite.
Vergil Cartwright sapeva motivarli bene, Sandyon glielo riconosceva, pur non ricordando affatto il suo nome.

Se adesso tu ti recassi dai membri di ogni team e chiedessi loro se volessero che la nuova stagione fosse già partita, come pensi ti risponderebbero?
... I più giovani, almeno fino al terzo o quarto anno, ne sarebbero entusiasti, pronti alla mischia.
Gli altri, quelli più veterani, direbbero che preferiscono passarsi questi mesi estivi per allenarsi al meglio, studiando anche il gioco avversario.
Si può ammirare la grinta e la carica dei primi, ma è la ponderazione e l'attenzione dei secondi che li condurrà più facilmente alla vittoria.
... Prova a pensare al tuo scontro di poco fa.


Il rischio corso con il Graphorn era la prova lampante di quanto quel discorso fosse assolutamente basato su fondamenta solide.
Buffy era senza dubbio scoppiettante di vitalità e voglia di lottare, ma non avendo curato altrettanto le proprie conoscenze stava per soccombere.
Tuttavia, certe tipologie di atteggiamenti, così pronti all'attacco e dare il massimo, non passavano inosservati agli occhi del Vastnor.
Altrimenti non le avrebbe conferito più punti in positivo che in negativo in merito al confronto con la Creatura Magica.
L'uomo stava per ricalcare un copione già seguito in passato, incapace di stabilire se fosse un bene o un male, sull'onda di una palese nostalgia.

Secondo la Preside Bergman i miei criteri di valutazione per i G.U.F.O. e i M.A.G.O. dell'anno prossimo sono un po' troppo severi.
Dovrò ragionare e nel caso stabilire e sviluppare un percorso di esame adatto ad entrambi i gradi di avanzamento magico.
... Teoricamente un Docente potrebbe anche avvalersi della collaborazione di uno Studente adibito ad Assistente.
Ma semmai dovessi scegliere di averne uno, e l'idea mi entusiasma molto poco, egli sarebbe costretto a rimanere qui ad Hogwarts per tutta l'Estate.
Pensi di conoscere qualcuno che possa fare al mio caso, Halliwell?


L'ultimo studente che aveva ricoperto quella carica era risaputo che fosse stato proprio colei infine rivelatasi sua figlia.
Da allora erano trascorsi diversi anni, quattro per la precisione, all'interno dei quali nessun altro era riuscito a convincerlo nell'avere un sostituto.
Ora, con una occhiata eloquente, Sandyon stava offrendo quella carica proprio all'ultima persona che, secondo Ingrid, potesse essere adatta ad un ruolo di quel tipo.
Essere Assistenti infatti significava anche avere a che fare con noiose scartoffie, rapporti dettagliati sulle lezioni, colloqui con le famiglie dei più piccoli e così via.
Un prezzo da pagare non indifferente in cambio dell'opportunità di ricevere qualche dritta corposa dall'ex Mercenario durante la lunga pausa estiva.

... Ma non credere di poter ottenere l'incarico solo per accettazione delle responsabilità ad esso collegate.
Per essere nominata mia Assistente dovrai riuscire a colpire con un "Expulso" un bersaglio a dieci metri di distanza... Usando la mano sinistra.
Hai tempo fino alle ore 12:00 del primo giorno di vacanza, non un minuto di più.
Non pretendo un centro perfetto, l'importante è che il manichino sia effettivamente investito in un punto consistente.
Va da sé che arti finali come mani o piedi non saranno considerati soddisfacenti.


Al tempo che fu, Aryanne, allora Arianna, aveva avuto molte più settimane a disposizione per allenarsi e raggiungere l'obiettivo.
Ma Buffy intanto era di un anno più grande e per di più mostrava una attinenza al combattimento molto più sviluppata della ex Ricciardi scolastica.
Per Sandyon, la Halliwell poteva raggiungere la meta in quei pochi giorni rimasti, doveva solamente sudare come una dannata ed essere molto determinata.
L'uomo prese il proprio cammino, distanziandosi dalla biondina rimasta presumibilmente sconvolta dalla prova ricevuta, parecchio più facile a dirsi che a farsi.
Forse però le serviva appena una piccolissima spinta per farle tornare immediatamente l'ardente istinto nel non darsi per vinta.

... Ottieni l'incarico e fino alla ripresa delle lezioni ti dedicherò mezz'ora al giorno, tutti i giorni.

Non avrebbe risposto ad eventuali altre parole, esclamazioni o domande di lei, aveva detto abbastanza, ora doveva tornare ai propri affari.
Avatar utente
Sandyon
Amministratore
 
Grado: 15+
 
Messaggi: 1190
Iscritto il: 31/08/2011, 17:40
Località: Un'altra Dimensione

Messaggioda Buffy » 22/08/2020, 23:04

Forte!
Non ho mai visto niente di così ca****o professore!


E se non vuoi dimenticarlo da un attimo all'altro, ti suggerisco di mantenere il segreto con chiunque.

Sandyon non scherzava mai. Sandyon non minacciava mai a vuoto e questo lo sapevano bene tanto Buffy quanto tutti i suoi compagni di corso, nonché le classi precedenti e quelle successive. L'idea che potesse essere obliviata se avesse osato parlare non scandalizzò chissà quanto la Halliwell -avvezza a quel tipo di comportamento da parte del professore- quanto invece le fece prendere molto sul serio la questione. Per lei non era un gioco e non lo era nemmeno per il Vastnor, il quale preferiva trattare i suoi studenti come adulti in grado di assumersi le loro responsabilità piuttosto che come dei ragazzini incapaci di vivere. Un tipo di lezione che molti docenti all'interno della scuola non apprezzavano particolarmente, così come molti studenti. Ma non lei, non Nike, la quale invece riusciva a comportarsi come una ragazza normale, giudiziosa e in grado di usare la testa solo ed unicamente di fronte al professore di Difesa.
L'uomo sapeva come catturare l'attenzione di uno spirito battagliero come lei: le lezioni non erano mai noiose e soprattutto venivano impartite da un ex Mercenario, cosa che rendeva il tutto ancora più eccitante per un'adolescente bisognosa di ritrovare la propria strada. Sapere di essere figlia di un Mercenario e non aver mai conosciuto il proprio padre aveva spinto presto Buffy a ricercare una figura paterna che potesse essere analoga a quella mancante nella propria vita. Una figura che non doveva per forza abbracciarla e dirle che le voleva bene per farla sentire accettata. Ma che fosse capace di guidarla là dove lei sentiva di essere totalmente allo sbaraglio.

Hai un lavoro ben diverso da svolgere, più complesso, faticoso: scoprire e trovare la tua identità di lotta.

E lei può darmi una mano, professore?

Mh...

Se sono migliorata e cambiata tanto è merito suo.
Le sue lezioni mi hanno sempre stimolata a fare di meglio, a cambiare, a correggere i miei sbagli e sono sicura che senza la sua guida non sarei mai riuscita a diventare così brava!
... Oppure questo è un percorso che ogni Mercenario deve fare da solo?


Il Vastnor aveva parlato di diverse discipline combattive, ma la Halliwell sembrava essersi focalizzata principalmente su quella che sentiva essere la propria. Non c'era un vero e proprio motivo legato all'esperienza dietro quella scelta, quanto una spinta inconscia, derivata dal suo sentirsi in parte figlia di un Mercenario che non aveva mai conosciuto. Le venne automatico, quindi, chiedere al docente di Difesa di esserle ancora una volta insegnante, se non che al pensiero di doversi allenare da sola Buffy comprese di non avere chance di miglioramento prima dell'inizio dell'anno scolastico. Era ancora minorenne e questo significava per lei non poter usare la bacchetta all'infuori dell'ambiente scolastico. Una bella seccatura, visto che Ingrid, la sua rivale, avrebbe invece passato l'intera estate ad allenarsi.

C'è una grossa falla nel tuo discorso.
Sostieni di voler trovare il tuo stile, ma anche di voler imparare a combattere come un Mercenario.
Pur essendo uno stile personalizzato, lo stile del Mercenario è uno stile ben definito, differente dagli altri.
Se scoprissi che il tuo stile è più incline, ad esempio, a quello di un Sicario, vorresti ugualmente percorrere la via del Mercenario?


Nike rimase in silenzio, spiazzata da quella domanda che arrivò come un fulmine a ciel sereno. Non aveva mai pensato all'eventualità di poter diventare qualcosa di diverso da un Mercenario, anche se la stessa strada del Mercenario non era tanto una volontà quanto una vocazione che lei sentiva dentro. Di base credeva che i Sicari, come gli Auror, come tante altre figure la cui carriera si basava sulla bravura nel combattere con la bacchetta fossero lavori per scelta e non perché si adattavano meglio al proprio stile di combattimento. Il fatto che non rispose di getto era la prova che la Halliwell -nonostante qualcuno sostenesse il contrario- avesse un cervello pensante e perfettamente funzionante.

Sinceramente non ci ho mai pensato...
Però... che cosa cambia?
Se il mio stile è più simile a quello di un Sicario, ma la vocazione che sento dentro è quella del Mercenario, allora perché non posso semplicemente cercare di unire entrambe le cose?
Io non so quale strada voglio percorrere una volta uscita da scuola...
Non sono fatta per stare sui libri, se ne sarà reso conto anche lei...


Le sarebbe bastato applicarsi un po' di più, ma quando la Halliwell metteva il culo sopra la sedia sentiva la propria concentrazione volare via come un Boccino e lei si ritrovava a dover capire e studiare pagine e pagine che poco le interessavano rispetto alla pratica. Una studentessa svogliata o forse poco invogliata da quel metodo di studio tutto carta e poco pratico, che le rendeva le cose più difficili di quel che fossero.

Ma penso che mio padre mi abbia trasmesso qualcosa e quel qualcosa voglio capire bene che cosa sia.
Se questo significa che la mia strada è quella del Mercenario... Allora per il momento seguirò quella strada, a qualunque costo.


C'era molta incertezza nel suo futuro, incapacità di vedere le cose chiaramente, caos, a differenza della Brouwer, che tutto aveva sotto controllo, tutto aveva calcolato, anche il tipo di futuro che avrebbe scelto. Grazie ai suoi ottimi voti, la Prefetta di Serpeverde aveva la strada spianata su molti fronti, a differenza della sorellastra che invece poco aveva a che spartire con lei. Sua madre aveva abbandonato da tempo l'idea di introdurla all'interno del suo stesso campo di lavoro, ma non si rassegnava che la figlia non avesse alcun desiderio di proseguire gli studi dopo la scuola. Per lei c'era un intero mondo da scoprire che la stava aspettando, un mondo dove suo padre si era addentrato prima di lei e lei avrebbe voluto raggiungere per mettere finalmente la parola fine a tutte quelle domande nella sua testa.

Ho detto che il tuo stile è in evoluzione, ma questa evoluzione potrebbe portarti ad una verità che ora come ora non puoi mettere in conto.
La mia certezza è che tu non sia fatta per essere allenata da un Duellante, ma ancora non saprei dire come potresti trovarti con un Ranger, o un Auror.
Il tuo modo di lottare è ancora avvolto nel caos, una matassa dalla quale devi uscire prima di stabilire se duelli come un Mercenario o qualcos'altro.
Per questo motivo si esclude, per adesso, che tu possa percorrere un itinerario di allenamento da sola, allo sbaraglio.
Con la fretta non si va da nessuna parte, cerca di stampartelo bene a mente prima che un giorno questa verità possa esserti nemica e non alleata.


Sì, professor Vastnor!

Non c'era bisogno di aggiungere altro, ma evidentemente per il Vastnor era importante che la Halliwell comprendesse in toto quella lezione. Non sapeva per quale motivo ci tenesse così tanto, non avendo idea delle preoccupazioni di Sandyon padre nei confronti della figlia maggiore. La giovane Aryanne non aveva ancora compreso il grande valore di una sconfitta, sentendosi fin troppo sicura di sé e troppo lontana da quella che era la realtà. Ovvero che tutti potevano fallire, anche i migliori, e che i fallimenti erano tanto necessari quanto i successi, anzi forse persino di più. Perché erano proprio i fallimenti che permettevano alle persone di non commettere lo stesso errore e, in alcuni casi, di salvarsi la vita.

Se adesso tu ti recassi dai membri di ogni team e chiedessi loro se volessero che la nuova stagione fosse già partita, come pensi ti risponderebbero?
... I più giovani, almeno fino al terzo o quarto anno, ne sarebbero entusiasti, pronti alla mischia.
Gli altri, quelli più veterani, direbbero che preferiscono passarsi questi mesi estivi per allenarsi al meglio, studiando anche il gioco avversario.
Si può ammirare la grinta e la carica dei primi, ma è la ponderazione e l'attenzione dei secondi che li condurrà più facilmente alla vittoria.
... Prova a pensare al tuo scontro di poco fa.


... Ho rischiato di farmi ammazzare perché non ho pensato con attenzione ai punti deboli del mio avversario e mi sono invece lanciata subito in mischia...

Certo che faceva proprio male ammetterlo, ma Sandyon era in grado di far bruciare quelle ferite e al tempo stesso renderle abbastanza sopportabili da non sentire il proprio orgoglio ferito. In parte forse il merito era dovuto al fatto che Buffy fosse completamente da sola e a prova di persone vogliose di sfotterla. In ogni caso il valore degli insegnamenti di quel professore erano tali da renderla immediatamente attenta, pur non riuscendo a capire ancora dove volesse andare a parare l'uomo. Lei gli aveva chiesto se lui potesse darle una mano e il Vastnor aveva precisato che da sola la Halliwell non sarebbe riuscita a combinare nulla. Quindi che cosa doveva fare?

Secondo la Preside Bergman i miei criteri di valutazione per i G.U.F.O. e i M.A.G.O. dell'anno prossimo sono un po' troppo severi.
Dovrò ragionare e nel caso stabilire e sviluppare un percorso di esame adatto ad entrambi i gradi di avanzamento magico.


Che rottura di pa**e!

... Teoricamente un Docente potrebbe anche avvalersi della collaborazione di uno Studente adibito ad Assistente.

... Okay... E questo quindi cosa c'entra?
Aspetta... Lui non ha un Assistente!


Ma semmai dovessi scegliere di averne uno, e l'idea mi entusiasma molto poco, egli sarebbe costretto a rimanere qui ad Hogwarts per tutta l'Estate.

Sta parlando di me?!
Porca p*****a sta parlando di me!


Pensi di conoscere qualcuno che possa fare al mio caso, Halliwell?

Io!
Io professore, ca**o sarei felicissima di essere la sua Assistente!


Prima che lui cambiasse idea, prima che se la rimangiasse, prima che ritirasse la sua proposta, Buffy fu lesta a rispondere, fissandolo con occhi accesi, brillanti di gioia ed entusiasmo per l'opportunità che il professore di Difesa le stava offrendo. Già si vedeva, quell'estate, a scuola certo, ma vicina al Vastnor per imparare tutto quello che egli non poteva insegnarle perché occupato ad occuparsi di un'intera classe. Non le sarebbe importato neppure se Ingrid fosse tornata Duellante di categoria S, perché lei avrebbe imparato dall'uomo migliore, quello che non aveva frequentato nessuno stupido corso per essere forte così com'era. Tuttavia i sogni della Halliwell dovettero scontrarsi con delle condizioni che raffreddarono immediatamente i suoi sogni ad occhi aperti. Ma non l'entusiasmo, perché quello, una volta acceso, sarebbe stato davvero difficile spegnerlo.

... Ma non credere di poter ottenere l'incarico solo per accettazione delle responsabilità ad esso collegate.
Per essere nominata mia Assistente dovrai riuscire a colpire con un "Expulso" un bersaglio a dieci metri di distanza... Usando la mano sinistra.
Hai tempo fino alle ore 12:00 del primo giorno di vacanza, non un minuto di più.
Non pretendo un centro perfetto, l'importante è che il manichino sia effettivamente investito in un punto consistente.
Va da sé che arti finali come mani o piedi non saranno considerati soddisfacenti.


Ce la metterò tutta professore, glielo giuro, anzi stragiuro!
Mi allenerò mattina e sera per ottenere il posto di sua Assistente, glielo prometto!


Improvvisamente Nike aveva finalmente uno scopo, un obiettivo. Fino a quel momento tutti l'avevano vista come la ragazza sbandata, caotica, pronta solo a finire nei guai, senza darle credito o valore. Ma Sandyon stava rimescolando in gioco molte carte, carte importanti perché si trattava del futuro di una sua studentessa, fino a quel momento apparso oscuro e capriccioso. Come si sarebbe comportata Buffy di fronte ad uno scopo da raggiungere in brevissimo tempo? E come si sarebbe comportata in seguito, se avesse avuto il peso di una responsabilità come quello di Assistente? Non si poneva questi problemi, non in quel momento, mentre la testa girava per la voglia di correre subito ad allenarsi dato che il tempo era veramente pochissimo.

.. Ottieni l'incarico e fino alla ripresa delle lezioni ti dedicherò mezz'ora al giorno, tutti i giorni.

Fosse stato per lei avrebbe fatto almeno sei ore al giorno insieme al Vastnor, ma non poteva dettare regole e anche mezz'ora, spalmate nell'arco dei mesi di Luglio e Agosto, sarebbe stato tantissimo. Annuì decisa, non lasciando trapelare il lieve dispiacere nel non poter avere di più da lui, ma se già fosse arrivata ad ottenere quei trenta minuti sarebbe stata la persona più felice del mondo.

A presto professore!

Era impaziente di incominciare ad allenarsi. Doveva trovare un posto tranquillo, dove nessuno l'avrebbe disturbata, men che meno qualche Prefetta desiderosa di ostacolare la sua carriera. Di certo Buffy non si sarebbe mai messa a raccontare in giro quello che le aveva detto Sandyon. In parte perché preferiva mantenere una certa riservatezza ed in parte perché non era così sciocca da credere che Ingrid non avrebbe tentato di metterle i bastoni fra le ruote in tutti i modi. No, la cosa sarebbe rimasta fra lei ed il Vastnor, almeno fino a quando la Halliwell non fosse diventata, a tutti gli effetti, Assistente di Difesa Contro le Arti Oscure.

Fine
Avatar utente
Buffy
Studente
Studente
 
Anno: 6
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 13/11/2019, 23:01

Data Utente Tipo Dado Risultato  
2020-07-29 21:01:25 Buffy d20 5  
2020-07-29 21:01:12 Buffy d20 5  
2020-07-29 21:00:51 Buffy d20 15  
2020-07-27 15:56:24 Sandyon d20 2  
2020-07-27 15:56:06 Sandyon d20 16  
2020-07-27 15:53:33 Sandyon d20 19  
2020-07-21 23:55:34 Buffy d20 12  
2020-07-21 23:53:38 Buffy d20 14  
2020-07-21 23:53:14 Buffy d20 5  
2020-07-21 23:52:42 Buffy d20 19  
2020-07-21 23:52:18 Buffy d20 10  
2013-05-21 12:07:36 Tisifone d20 16  
2012-10-19 18:29:11 Tisifone d20 2  
2012-10-13 23:09:34 Dylan d20 3  
2012-10-13 21:25:31 Melia d20 7  
2012-07-07 12:11:50 Sandyon d20 6  
2012-07-07 12:11:27 Sandyon d20 6  
2012-07-04 20:24:34 Monique d20 19  
2012-07-04 20:20:27 Monique d20 10  
2012-07-04 19:33:13 Monique d20 20  
2012-07-04 19:32:41 Monique d20 14  
2012-07-03 20:48:59 Sandyon d20 10  
2012-07-03 20:48:12 Sandyon d20 2  
2012-06-26 13:07:29 Monique d20 13  
2012-06-26 13:07:09 Monique d20 10  
Precedente

 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron