1664 punti 1267 punti 1021 punti 1415 punti 1750 punti 1032 punti

Messaggioda Nimue » 25/05/2016, 13:18

Quando e se vorrai, quel simbolo ti verrà tatuato sulla pelle, la grandezza potrai sceglierla tu. Solo i gildati sono in grado di vederlo, quindi puoi star tranquilla che nessun altro lo noterà.
Il mio ad esempio si trova sulla caviglia del piede destro, per questo motivo ancora non l'hai potuto vedere.


È tipo un modo per riconoscerci?

Anche, ma non solo.
Farti tatuare il nostro simbolo ti permette di avere alcuni vantaggi.
Ma di questo ne parlerai con chi di competenza se e quando vorrai averlo anche tu.


Annuì, pensierosa.
Non stava parlando molto, Nimue.
Ascoltava, più che altro.
C'erano così tante cose da apprendere.
Da assimilare.
Da ricordare.
Ci sarebbe voluto tempo per riuscire a considerare tutto come la sua nuova normalità.
D'altronde era quella la vita che la Allen aveva scelto.
E confusione a parte, la Gilda Ignis non era poi tanto male.
Immensa, a prima vista, con un via vai di gente continuo.
Ma anche con tanti posti interessanti.
Per lei, chiaramente, uno dei principali fu zona ricreativa.
Un posto dove fare musica, ma non solo.
E gratis, soprattutto.
Seguendo Caroline Priscilla, la Tempesta poté ascoltare per la prima volta il loro inno.
L'inno Ignis, che manco credeva esistesse.
Una musica che coinvolgeva tutti nello spirito, nel profondo.
Una musica che la fece sentire strana, ma non in senso negativo.
Una musica che la scosse, insomma.
E che portò la O'Neill ad assicurarsi che tutto ciò non stesse spaventando troppo la Consorella.

Credimi, Cappie, di questi tempi non mi sta spaventando più nulla.

Volevo sincerarmene.
So cosa si prova a sentirsi spaesati di fronte a tante novità, all'inizio tutti ci siamo passati.
Per fortuna hai la miglior guida turistica che potessi avere qui con te e se stai per dire il contrario, sappi che non ti ascolterò, altrimenti la mia autostima colerebbe a picco!


Giuro di non aver mai incontrato una guida turistica brava come te!

Alzò le mani in segno di resa.
Con un sorriso divertito sulle labbra.
Aveva la sensazione che fosse meglio non far arrabbiare Cappie...
Nemmeno per scherzo.

... se vuoi andare a ballare, vai pure.
Non devi farmi da balìa e rimanermi attaccata per tutto il tempo, segui l'istinto.
Dovrebbe essere un po' la nostra prerogativa, no?


Tranquilla, ormai hanno finito e poi non sempre seguire l'istinto è la cosa migliore.
Ho avuto molti problemi a controllare il mio da quando sono diventata una Ignis... Ma come avrai capito, io non sono una Ignis come tanti altri, esattamente come te.


Siamo un bel duo, eh?

Non domandò nulla, sul momento.
Non perché non fosse interessata.
Anzi, la sua curiosità era di dominio pubblico.
Solo che non voleva parlarne lì.
In quel momento ed in quel contesto.
Preferiva conoscerla meglio.
E magari rimandare le chiacchiere di un certo tipo ad un momento più intimo.
Davanti ad una cena, per esempio.
E non in mezzo a mille e passa Confratelli.
Di seguito, comunque, la Allen si fece mostrare altri luoghi della Gilda.
La mensa, la sala lettura.
E la sala di addestramento.
Lì c'erano molte più persone che nelle altre zone.
Alcuni si allenavano con la bacchetta.
Altri nel corpo a corpo.
Alcuni semplicemente si allenavano.
Ma tutti sembravano sentirsi assolutamente a loro agio.

Devi sapere che la nostra viene considerata la Gilda militare per eccellenza.

Davvero?
Non ne avevo idea, il Sagitta non me l'aveva detto.


Tutti gli Ignis, chi più chi meno, hanno doti combattive, anche se certo non è la nostra sola prerogativa. Il Sole ha imposto un'ora a settimana di allenamenti come minimo per tutti i gildati e questo perchè, se mai si dovesse scendere in guerra, noi saremmo i primi a marciare sul campo...

Quindi l'ora settimanale è obbligatoria, ho capito bene?

Domandò per sicurezza.

Fammi capire bene... se ci fosse mai una guerra, gli Ignis si getterebbero in massa nella mischia senza pensarci due volte?

Non tutti certo, sicuramente chi può stare nelle retrovie rimarrà nelle retrovie, però di base siamo quelli più guerrafondai eheheh!

........

Ma allora che ci faceva lì?
Lei, di spirito guerriero, non aveva nulla.
D'accordo, le piaceva battibeccare perché aveva un'ottima parlantina.
Ma a parte quello, si considerava una pacifista.
E convinta, per giunta.

Questo non significa che ci sia il rischio di una guerra o che sarai costretta a combattere o che per forza di cose se non provi sete di sangue tu sia strana.

In effetti mi stavo già preoccupando...

Ammise lei.

Ci sono molti Ignis buoni come il pane, io stessa non sarei mai in grado di togliere la vita ad un essere umano, anche se in passato sono stata... diciamo coinvolta in molte battaglie.
Quello che ci unisce sono caratteristiche generali, ma siamo sempre individui a sè stanti e la nostra individualità viene comunque preservata.


Allora credo che con gli Ignis "pacifisti" andrò molto d'accordo.
Con quelli più attaccabrighe... meno.
A meno che, nell'attaccar briga, non si possa "combattere" a parole... in quello sono una fuoriclasse.


Commentò Nimue, con un sorrisetto divertito.
Si guardò ancora intorno, avvicinandosi anche i vari attrezzi ginnici.
Alcuni non credeva nemmeno esistessero.
Fortuna che avrebbe dovuto allenarsi al massimo per un'ora a settimana.
Sessanta minuti li poteva pure sopportare.

Ti piace?
Hai dimestichezza solo con la bacchetta oppure sai usare anche qualche arma?


Né l'una né l'altra.

Rispose, sincera.
E sperando che Cappie non ci rimanesse troppo male.
D'altronde, ella non aveva messo in conto l'opportunità che non fosse brava in nulla.
Aveva vagliato direttamente il duello magico e fisico, come ipotesi.

Non sono mai stata brava a duellare, nemmeno a scuola, e non credo di aver mai toccato un'arma in vita mia.
Sono brava a pianificare, di solito... a creare strategie.


E questo spiegava perché, a paintball, la scegliessero sempre come capitano.
Non perché fosse la più forte.
Non perché fosse la più veloce.
La sceglievano perché era la più furba.

Inutile che ti faccia la stessa, domanda, comunque...
Ti ho vista in azione, contro quel Ciclope, sei stata grande.


Le sorrise, sincera.
Era pacifista, certo, ma non stupida.
E quel Ciclope andava eliminato, per sopravvivere.

Tu sai come si sia risolta la questione, alla fine?
I Capi Gilda hanno parlato coi Druidi colpevoli di avermi quasi ammazzata?


Già, Nimue della sfida non sapeva nulla.
Forse era il momento che Cappie le facesse un riassuntino veloce.
Avatar utente
Nimue
Ignis Tempestae
Ignis Tempestae
 
Grado: 9
 
Messaggi: 100
Iscritto il: 12/03/2016, 23:13

Messaggioda Desmond » 25/05/2016, 21:53

Palestra di Allenamento della Gilda Ignis
18 Febbraio 2112
04:48


In circa un mese di esercizi aveva messo su almeno otto chili in più, cinque di massa magra e tre di massa grassa, visto anche l'aumento di appetito.
Se voleva sperare di confrontarsi adeguatamente in uno scontro magico e rappresentare la sua Gilda, allora era necessario raggiungere presto un fisico opportuno e poi passare ai duelli di prova.
In realtà doveva ancora sgonfiare un po' la pancia e migliorare i pettorali, ma in compenso le braccia gli erano diventate il doppio del normale, già un bel traguardo.
Eufemia di tanto in tanto lo ammirava allenarsi facendo il gesto della bavetta alla bocca, prendendolo un po' in giro, ma dentro di sé il ragazzo sapeva che un po' sangue gliene faceva.
Quella mattina si era svegliato di buon ora ed aveva deciso di dedicare l'intera giornata all'addestramento, conscio anche del fatto che essendo prestissimo in Nuova Zelanda era facile che ci fosse meno gente.
Ormai di Typhon non aveva più notizie, scomparso completamente per chissà dove. Era abbastanza preoccupato ma si fidava ormai della sua capacità di giudizio e sapeva che se non si stava facendo vedere era perché c'era di mezzo un'idea decisiva al fine di ottenere la vittoria sull'Erede del Vento. Lui dal suo canto aveva un altro compito ugualmente importante, non solo portare un punto alle Gilde ma anche stare certo di poter parare il culo al cugino in caso di sconfitta di quest'ultimo, accordo preso per altro con la moglie Alexis, anche lei in gara, pazza scriteriata maledetta.

Anf... La prossima volta che faccio la cazzata di mandare giù uova crude a colazione come un duro, mi auto flagellerò come nel '500...

Immagine


Disse tra sé, sentendo in parte la "colazione" tornare su dopo tutta quell'attività fisica ed uno stomaco che, non essendo abituato, gli stava gridando le peggiori imprecazioni.
Voleva essere stracarico di proteine per affrontare la giornata, ma lui non era un atleta di professione, non poteva permettersi certe uscite di ingegno dall'oggi al domani.
In compenso coi duelli era sempre stato un fuoriclasse, quindi gli bastava solo migliorare la forma e perfezionare la tecnica con la bacchetta, il resto sarebbe venuto da sé.
Fece ancora qualche esercizio per i tricipiti e poi per le spalle, successivamente sarebbe passato al dorso, uno dei suoi macchinari preferiti, quando l'ingresso di due ragazze attirò la sua attenzione.
Le conosceva entrambe, seppur per motivi diversi... Per quello si chiese come mai fossero assieme e come mai loro stesse si conoscessero tra loro, notandole piuttosto in sintonia.
Forse non era una così cattiva idea prendersi una leggera pausa, bersi un sorso di integratore di sali minerali e intanto approfittarne per salutarle, quindi si diresse verso la coppia bionda-mora.
Non avendo mai visto prima Nimue lì dentro c'era da ipotizzare che fosse nuova della Gilda, beh, considerando il suo lavoro Desmond non faceva fatica a pensare che il Conflux avesse fatto per l'ennesima volta la scelta giusta.

Ti avverto, se sei del Fuoco ti disconosco!
Avanti, dimmi che sei del Team Fulmine...


Incalzò così nella conversazione delle due ragazze, sorridendo affabile verso entrambe mentre si passava un asciugamano sulle spalle e sul collo.

Come andiamo, texana?
Aspetta aspetta, me lo ricordo ancora il saluto...


No, Xander McFly non era stato l'unico ad avere come insegnamento la tipica stretta di mano di Huston, visto che dopo il concerto avvenuto lì, i Saber Dynamos aveva fatto tutti rotta all'Italian Ranch.
Era trascorso molto tempo ma le belle esperienze non si dimenticavano tanto facilmente, anzi, era proprio contento di poter scambiare quattro chiacchiere lì con la Allen, considerando il pochissimo tempo a disposizione per fare salti in Texas sia per lui che per il resto della band.

Caroline "Miracle Blade" Priscilla O'Neill, quanto tempo...

Salutò la ragazza con un paio di baci sulle guance, stando attento a non abbracciarla per non attaccarle il sudore.

Allora, stai facendo da guida turistica alla nanetta cantante?
Io mi sto esercitando per la sfida, ma credo che si capisca ampiamente, ahahah!
Ci sarai a fare il tifo per me? Cappie la dò per scontata, ma a te magari non va molto, essendo dei nostri da poco...


Il Flynn ovviamente non era al corrente del Grado di Tempesta della giovane texana, in quanto anche lui Fulmen probabilmente a vita e quindi impossibilitato a percepire gli elementi negli spiriti.
Proprio mentre stavano chiacchierando tranquillamente dando modo al ragazzo di recuperare fiato, Guybrush, altro componente dei S.D. e Ignis del Fulmine al primo stadio si avvicinò al Capo Band, salutando velocemente sia la O'Neill che la Allen.

Scusa Des, c'è un problema, Selina e Miguel sono ancora fuori gioco...

Perdonatemi un attimo...
... Cosa?
Ma avevano detto di essersi ripresi?!


Lo so, una ricaduta credo, solo che siamo in ritardo per richiedere dei sostituti, dovremo annullare.

Hai idea di quanti soldi faremmo perdere alla Casa Discografica?
No no, aspetta fammi riflettere... Un attimo...


Il batterista si portò la mano sulla fronte, passandola poi tra i capelli, pensando e ripensando ad una soluzione valida, fino a quando non gli venne un lampo di genio, giusto per restare in tema elettrico.

Cappie, tu suoni il basso, ricordo bene?
Me lo hai detto una volta, non mi sto sbagliando...
... Ok, sentite, non è che vi andrebbe di esibirvi con noi stasera in Paraguay?
Miguel, il bassista, è fuori gioco, ed anche la nostra seconda voce Selina, ma per almeno tre canzoni Regina necessita di un accompagnamento vocale femminile.
Avrei tranquillamente chiesto ai sostituti ufficiali ma con questo poco preavviso è impossibile che si presentino e provino in tempi ragionevoli per essere pronti.
So che vi sto chiedendo un po' una follia ma... Allora, vi va? D'altronde Nimue, per te è solo pubblicità, giusto?
Avatar utente
Desmond
Ignis Fulmen
Ignis Fulmen
 
Grado: 10
 
Messaggi: 80
Iscritto il: 22/07/2013, 16:24

Messaggioda Caroline Priscilla » 26/05/2016, 21:48

L'ultima tappa per Nimue fu la Sala Allenamenti della Gilda, il luogo maggiormente frequentato da tutti i gildati Ignis. Mentre la scortava, Cappie le diede ulteriori informazioni, come ad esempio le disposizioni di Yamato sugli allenamenti: il Sole infatti aveva imposto minimo un'ora di allenamento per tutti quanti e questo perchè, essendo gli Ignis la forza armata di tutte e tre le Gilde, era compito dei suoi componenti combattere in caso di guerra. A dire il vero nessuno veniva costretto, ma certo era meglio tenersi pronti in caso di future battaglie. E come aveva dimostrato la O'Neill salvando la texana dall'attacco del Ciclope, non era poi un'idea tanto cattiva quella data dal Kusanagi.

Allora credo che con gli Ignis "pacifisti" andrò molto d'accordo.
Con quelli più attaccabrighe... meno.
A meno che, nell'attaccar briga, non si possa "combattere" a parole... in quello sono una fuoriclasse.


Se non puoi ferirli con la bacchetta feriscili a parole!
La prossima volta che un Ciclope tenterà di farmi fuori posso provare a vedere se riesco a farlo arrendere stordendolo con la mia parlantina!


Disse scherzosa, chiedendo poi alla texana se fosse pratica nei duelli magici o nell'uso di qualche arma.

Né l'una né l'altra.
Non sono mai stata brava a duellare, nemmeno a scuola, e non credo di aver mai toccato un'arma in vita mia.
Sono brava a pianificare, di solito... a creare strategie.


Non saresti una Ignis del Fulmine se non sapessi usare il cervello.

Inutile che ti faccia la stessa, domanda, comunque...
Ti ho vista in azione, contro quel Ciclope, sei stata grande.


Beh... Grazie! Ahahahah!
Anche se in verità il merito non è tutto mio, ma dell'eredità che una persona mi ha lasciato.
In effetti non ho ancora avuto occasione di spiegarti in che modo quello scontro mi ha cambiata...


Tu sai come si sia risolta la questione, alla fine?
I Capi Gilda hanno parlato coi Druidi colpevoli di avermi quasi ammazzata?


Giusto! Non sai nemmeno questo!
Dunque sì, hanno parlato con i Druidi e alla fine si è giunti ad un accordo. Non ci sarà una guerra, ma solo una sfida fra Gildati e Druidi. Sono stati scelti quattro campioni per ogni Gilda, due per ogni elemento, che dovranno sostenere delle prove di diverso genere.
Anche io mi sono proposta come possibile campione ma il Sole non mi ha scelto...
- disse mimando una faccina triste e di sconforto, scuotendo appena la testa, amareggiata - Invece scenderanno in campo il Consigliere Sauvage e il mio amico di cui ha parlato l'Incendio Emmanuel, Phoenix, per il Fuoco e Desmond Flynn e una quarta persona che nessuno sa chi è per il Fulmine.
Ma io ho qualche sospetto che la quarta persona sia proprio il Sagitta, altrimenti non avrebbe avuto senso tenerlo segreto...


Disse la O'Neill, anche se certo il pensiero che realmente Shuyun si fosse proposto le sembrava vicino all'impossibile. Ma tanto forte era il suo odio per il fratello, quanto grande era la sua devozione per il Conflux, quindi non poteva essere semplicemente che l'ultima aveva prevalso sulla prima? Avrebbe tanto voluto chiederglielo, ma non aveva ancora avuto occasione di farlo, a causa anche dei propri impegni.
A proposito di campioni, il loro discorso venne interrotto proprio dall'arrivo di uno di essi, Desmond Flynn, che dimostrò subito di non aver dimenticato la Allen correndo a salutarla come se fossero amici di vecchia data.

Come andiamo, texana?
Aspetta aspetta, me lo ricordo ancora il saluto...


Lo lasciò sbrigare quello strano saluto che lei invece non aveva avuto ancora il piacere di imparare, rivolgendogli poi un sorriso felice e contento di rivederlo. Non era più impacciata come la prima volta che lo aveva incontrato, in parte perchè aveva acquisito maggiore sicurezza in sè stessa ed in parte perchè ormai, essendo confratelli lo vedeva molto più simile ad un essere umano che ad un dio sceso in terra.
Anche perchè quel posto ormai spettava di diritto al suo fidanzato.

Caroline "Miracle Blade" Priscilla O'Neill, quanto tempo...

Ti prego, ti prego, ti prego dimmi che quel soprannome lo usi solo tu!

Allora, stai facendo da guida turistica alla nanetta cantante?

Non chiamarla nanetta, è fastidioso!- disse con tanto di linguaccia, lei che, memore della sua bassa statura di un tempo, se lo ricordava perfettamente quanto le dava fastidio. Comunque sì, è la prima volta che viene in Gilda. Tu invece immagino che...

Io mi sto esercitando per la sfida, ma credo che si capisca ampiamente, ahahah!
Ci sarai a fare il tifo per me? Cappie la dò per scontata, ma a te magari non va molto, essendo dei nostri da poco...


Quello scherzoso scambio di battute venne presto interrotto dall'arrivo di un altro membro della band che Cappie salutò con un cenno della mano, mentre ascoltava in silenzio cosa Guybrush avesse da dire al frontman degli S.D.

Scusa Des, c'è un problema, Selina e Miguel sono ancora fuori gioco...

Perdonatemi un attimo...
... Cosa?
Ma avevano detto di essersi ripresi?!


Lo so, una ricaduta credo, solo che siamo in ritardo per richiedere dei sostituti, dovremo annullare.

Hai idea di quanti soldi faremmo perdere alla Casa Discografica?
No no, aspetta fammi riflettere... Un attimo...


Selina e Miguel erano altri due componenti del gruppo e a quanto pare non erano in gran forma per non riuscire a partecipare al concerto. L'irlandese infatti era a conoscenza che quel giorno i Saber Dynamos si sarebbero esibiti in Paraguay, ma ovviamente -a causa dei suoi millemila lavori- non sarebbe potuta andare al concerto. Certo, a meno che il concerto non lo avesse fatto lei...

Cappie, tu suoni il basso, ricordo bene?
Me lo hai detto una volta, non mi sto sbagliando...


Sì, infatti!
Ma, non vorrai...


... Ok, sentite, non è che vi andrebbe di esibirvi con noi stasera in Paraguay?

COSA?!

Rimase a bocca aperta e occhi sgranati a fissarlo, mentre non riusciva a credere alle proprie orecchie.

Miguel, il bassista, è fuori gioco, ed anche la nostra seconda voce Selina, ma per almeno tre canzoni Regina necessita di un accompagnamento vocale femminile.
Avrei tranquillamente chiesto ai sostituti ufficiali ma con questo poco preavviso è impossibile che si presentino e provino in tempi ragionevoli per essere pronti.
So che vi sto chiedendo un po' una follia ma... Allora, vi va? D'altronde Nimue, per te è solo pubblicità, giusto?


Lasciò che fosse la Allen a rispondere, non vedendola molto convinta, ma lei stessa lo era poco da quell'assurda idea. Lei suonava il basso solo perchè aveva appreso quella capacità da Irina, ma non sapeva certo se fosse in grado di esibirsi di fronte ad un pubblico vero e proprio!
A dire il vero si era già esibita una volta, a sedici anni, durante la sfida contro la Cyprus...
E poi certo, qualche anno prima, durante il contest, insieme a Robyn!
Insomma, la paura del palcoscenico non c'era più, anche se di sicuro mettersi a suonare canzoni non sue non era proprio l'ideale. Però se Desmond aveva chiesto a lei -e dato che l'aveva già sentita suonare, conosceva le sue capacità- allora sapeva che lei e la Allen avrebbero potuto farcela.
C'era solo un problema da risolvere... Anzi due, ma il secondo lo avrebbe esposto solo in separata sede.

Va bene, ci sto!
Sono accordi semplici vero? Non mi farai fare brutta figura di fronte al tuo pubblico? Eheheheh!
L'unico problema è che bisognerà convincere il mio capo al pub a darmi la serata libera oggi. Se lei mi dice di no, mi dispiace ma non potrò aiutarvi...
Nimue, tu invece?


Chiese guardandola speranzosa che anche lei dicesse di sì. Forse per Nimue quella era un'esperienza poco emozionante dato che di professione faceva anche la cantante, ma per Cappie certo era molto elettrizzante pensare di esibirsi insieme ad i suoi idoli, anche se sarebbe stata costretta a farlo in un'altra forma...
Avatar utente
Caroline Priscilla
Ignis Fulmen
Ignis Fulmen
 
Grado: 10
 
Messaggi: 861
Iscritto il: 09/05/2012, 12:59

Messaggioda Nimue » 27/05/2016, 11:16

Allora credo che con gli Ignis "pacifisti" andrò molto d'accordo.
Con quelli più attaccabrighe... meno.
A meno che, nell'attaccar briga, non si possa "combattere" a parole... in quello sono una fuoriclasse.


Se non puoi ferirli con la bacchetta feriscili a parole!
La prossima volta che un Ciclope tenterà di farmi fuori posso provare a vedere se riesco a farlo arrendere stordendolo con la mia parlantina!


Guarda che ne sarei stata capace!
Solo che ero troppo spaventata e sono stata presa in contropiede, ma la prossima volta vedrai!


Scherzava, ovviamente.
Non voleva che fosse una "prossima volta".
Non voleva più ritrovarsi in una situazione come quella.
Mai più.

Né l'una né l'altra.
Non sono mai stata brava a duellare, nemmeno a scuola, e non credo di aver mai toccato un'arma in vita mia.
Sono brava a pianificare, di solito... a creare strategie.


Non saresti una Ignis del Fulmine se non sapessi usare il cervello.

Quindi tutti gli Ignis del Fulmine sono bravi strateghi, o è una condizione generale con le sue dovute eccezioni?

Le dispiaceva chiedere tutto.
Probabilmente Caroline Priscilla si stava annoiando da morire.
Ma c'erano troppe cose che Nimue ancora non sapeva.
Troppe cose da imparare, da conoscere.
Un mondo intero di novità, insomma.

Inutile che ti faccia la stessa, domanda, comunque...
Ti ho vista in azione, contro quel Ciclope, sei stata grande.


Beh... Grazie! Ahahahah!
Anche se in verità il merito non è tutto mio, ma dell'eredità che una persona mi ha lasciato.
In effetti non ho ancora avuto occasione di spiegarti in che modo quello scontro mi ha cambiata...


Tu sai come si sia risolta la questione, alla fine?
I Capi Gilda hanno parlato coi Druidi colpevoli di avermi quasi ammazzata?


Giusto! Non sai nemmeno questo!

Perché, se ne stupiva?
Le uniche certezze che aveva, ormai, riguardavano i suoi amici babbani.
Quelli che vivevano senza magia.
Che vantavano vite normali.
Anche se, probabilmente, non si sarebbe più stupita nemmeno se Caleb le avesse detto di essere un Ippogrifo sotto copertura.
In un modo o nell'altro, l'avrebbe creduto possibile.

Dunque sì, hanno parlato con i Druidi e alla fine si è giunti ad un accordo. Non ci sarà una guerra, ma solo una sfida fra Gildati e Druidi. Sono stati scelti quattro campioni per ogni Gilda, due per ogni elemento, che dovranno sostenere delle prove di diverso genere.

Quindi come una partita di calcio... o di Quidditch... amichevole?

Domandò, non sapendo se Cappie conoscesse quello sport babbano.
Con quello magico, almeno, andava sul sicuro.

Però, se sono più prove, forse sarebbe meglio dire che è come un'Olimpiade...

Ma aveva poi tanta importanza il nome?

Anche io mi sono proposta come possibile campione ma il Sole non mi ha scelto...
Invece scenderanno in campo il Consigliere Sauvage e il mio amico di cui ha parlato l'Incendio Emmanuel, Phoenix, per il Fuoco e Desmond Flynn e una quarta persona che nessuno sa chi è per il Fulmine.
Ma io ho qualche sospetto che la quarta persona sia proprio il Sagitta, altrimenti non avrebbe avuto senso tenerlo segreto...


Che tipo è il Consigliere Sauvage?
Simpatico, oppure severo e distaccato come il Sole?


Già, non sapeva nemmeno che fosse una femmina.
E che, del tipico Consigliere, non avesse praticamente nulla.

Ti è dispiaciuto molto non essere scelta?
E comunque sì, anche secondo me potrebbe essere lui... ce lo vedo proprio a partecipare senza dire niente fino all'ultimo.


Il che voleva dire solo una cosa...
Ovvero che qualsiasi fosse il suo problema con la Gilda -o i Gildati- quella sfida fosse più importante.
Anche dei fantasmi del passato.

Ma coloro che non sono stati scelti come Campioni possono assistere, o è una competizione al chiuso?

Non le sarebbe dispiaciuto darci un'occhiata.
Fare il tifo, insomma.
Era quel genere di cosa che, probabilmente, l'avrebbe fatta sentire parte del gruppo.
L'avrebbe fatta sentire una Ignis.
Attese la risposta della O'Neill, poi qualcosa attirò la sua attenzione.
Anzi, qualcuno.
Una figura familiare ad entrambe.
E per motivi diversi.
Un ragazzo che si avvicinò loro col sorriso.
Affabile, un po' sudato.
Piacevole alla vista, anche se il suo cuore continuava a battere per un altro.

Ti avverto, se sei del Fuoco ti disconosco!
Avanti, dimmi che sei del Team Fulmine...


Non avrei mai potuto deludere il leader dei S.D., che ti credi?

Con Desmond si sentiva molto più a suo agio.
Per qualche istante sembrò quasi se stessa.
Come se si fosse dimenticata dove fosse, e perché.
Era spontanea, naturale.
E si vedeva.

Come andiamo, texana?
Aspetta aspetta, me lo ricordo ancora il saluto...


Rise, a quelle parole.
Sì, l'Italian Ranch aveva svezzato l'intera band, in materia di saluti.
Gli strinse la mano, energica, alla maniera del Texas.
Anche se chiaramente lei faceva molto meno male di Jim.

Caroline "Miracle Blade" Priscilla O'Neill, quanto tempo...

Ti prego, ti prego, ti prego dimmi che quel soprannome lo usi solo tu!

Allora, stai facendo da guida turistica alla nanetta cantante?

Non chiamarla nanetta, è fastidioso!

Tranquilla Cappie, va tutto bene... in realtà è il mio soprannome.
A Houston mi chiamano tutti così!


La tranquillizzò con un sorriso.
Aveva smesso di offendersi anni prima.
Ormai lo trovava quasi divertente.

Comunque sì, è la prima volta che viene in Gilda. Tu invece immagino che...

Io mi sto esercitando per la sfida, ma credo che si capisca ampiamente, ahahah!
Ci sarai a fare il tifo per me? Cappie la dò per scontata, ma a te magari non va molto, essendo dei nostri da poco...


In realtà credo mi farebbe bene essere presente.
Sai, fare il tifo, sentirsi parte del gruppo... e poi non posso dire che i Druidi mi stiano esattamente simpatici, quindi motivo in più per supportare i Campioni!


Rispose, senza scendere nei particolari.
Essere quasi morta a causa di un Ciclope non era un evento che teneva particolarmente a rivivere.
Anche solo nel raccontarlo a qualcuno.

Scusa Des, c'è un problema, Selina e Miguel sono ancora fuori gioco...

Perdonatemi un attimo...
... Cosa?
Ma avevano detto di essersi ripresi?!


Lo so, una ricaduta credo, solo che siamo in ritardo per richiedere dei sostituti, dovremo annullare.

Hai idea di quanti soldi faremmo perdere alla Casa Discografica?
No no, aspetta fammi riflettere... Un attimo...


Lei, a differenza della O'Neill, non aveva capito.
Non sapeva che i S.D. dovessero esibirsi da qualche parte, quella sera.
D'altronde non era una loro fan tanto affezionata.
Ma forse chissà, lo sarebbe diventata a breve.

Cappie, tu suoni il basso, ricordo bene?
Me lo hai detto una volta, non mi sto sbagliando...


Sì, infatti!
Ma, non vorrai...


... Ok, sentite, non è che vi andrebbe di esibirvi con noi stasera in Paraguay?

COSA?!

... eh?

Miguel, il bassista, è fuori gioco, ed anche la nostra seconda voce Selina, ma per almeno tre canzoni Regina necessita di un accompagnamento vocale femminile.
Avrei tranquillamente chiesto ai sostituti ufficiali ma con questo poco preavviso è impossibile che si presentino e provino in tempi ragionevoli per essere pronti.
So che vi sto chiedendo un po' una follia ma... Allora, vi va? D'altronde Nimue, per te è solo pubblicità, giusto?


In Paraguay?
Te li ricordi che io non sono conosciuta nemmeno fuori dal Texas, vero? Non credo proprio si possa parlare di pubblicità...


Non aveva nemmeno il manager, la Allen.
E questo la diceva lunga.
Il Texas non era uno Stato piccolo, certo.
Ma era solo uno dei tanto che componevano l'America.
Per non parlare del resto del mondo.
Insomma, Nimue era un pesce piccolissimo in un'oceano sconfinato.
Non l'avrebbe mai fatto per la pubblicità.
E non era nemmeno troppo propensa ad accettare.
Non voleva far fare loro una pessima figura.
E temeva che sarebbe andata così, se si fosse esibita con loro.
Cercò Cappie con lo sguardo, per capire cosa ne pensasse.
A differenza sua, ne sembrava molto più convinta.

Va bene, ci sto!
Sono accordi semplici vero? Non mi farai fare brutta figura di fronte al tuo pubblico? Eheheheh!
L'unico problema è che bisognerà convincere il mio capo al pub a darmi la serata libera oggi. Se lei mi dice di no, mi dispiace ma non potrò aiutarvi...
Nimue, tu invece?


Si morse il labbro inferiore.
Indecisa.
Alzò lo sguardo sul Flynn, fissandolo piuttosto seria.

Tu pensi davvero che potrei sostituire la tua cantante?
Va bene che devo soltanto fare da... corista...


Così aveva capito.

Ma non conosco le musiche, non conosco i testi... e voi dovete esibirvi stasera.
Credi che ci sia davvero il tempo per provare a sufficienza?
Avatar utente
Nimue
Ignis Tempestae
Ignis Tempestae
 
Grado: 9
 
Messaggi: 100
Iscritto il: 12/03/2016, 23:13

Messaggioda Desmond » 28/05/2016, 20:55

Cappie, tu suoni il basso, ricordo bene?
Me lo hai detto una volta, non mi sto sbagliando...


Sì, infatti!
Ma, non vorrai...


... Ok, sentite, non è che vi andrebbe di esibirvi con noi stasera in Paraguay?

COSA?!

... eh?

Era una richiesta azzardata e pericolosa, ma sembrava anche che il Flynn non fosse particolarmente preoccupato dell'esito dello spettacolo, nonostante non ci sarebbero stati due "titolari".
La ragione stava nella fiducia piena verso la O'Neill ed anche nel ricordo perfettamente vivido della bravura della Allen, una ragazza decisamente fuori dal comune e destinata al successo.
Con loro due sarebbe tutto andato per il meglio, se lo sentiva, senza considerare che se si erano incontrati proprio in concomitanza con quel problema, il Conflux doveva aver avuto un piano preciso.

In Paraguay?
Te li ricordi che io non sono conosciuta nemmeno fuori dal Texas, vero?
Non credo proprio si possa parlare di pubblicità...


Ti sbagli di grosso, cara mia...
Pensi davvero che al termine del concerto non ti ringrazierei pubblicamente?
Oltre al fatto che come ultima canzone da interpretare potremmo farne proprio una tua.


Se c'era un pregio da poter riconoscere facilmente al batterista e leader dei Saber Dynamos era proprio la gentilezza e l'onestà nel ricompensare chi se lo meritava.
In realtà aveva un altro intento, segreto e subdolo forse, ma sempre buono: quella sera ci sarebbe stato anche il Presidente ad ascoltarli, motivo in più per fargli ascoltare all'opera la nanetta texana.
Naturalmente non disse niente per non agitarla o non indurla a credere di starne approfittando. Tutto si sarebbe svolto normale e regolare, le sorprese da rimandare ai giorni successivi.

Va bene, ci sto!
Sono accordi semplici vero? Non mi farai fare brutta figura di fronte al tuo pubblico? Eheheheh!
L'unico problema è che bisognerà convincere il mio capo al pub a darmi la serata libera oggi.
Se lei mi dice di no, mi dispiace ma non potrò aiutarvi...


Non preoccuparti, questo è l'ultimo dei tuoi problemi...
Farò un'offerta al tuo capo che non potrà rifiutare...


In quanto Mezzosangue poteva conoscerlo perfettamente "Il Padrino", qualcosa in contrario?

Nimue, tu invece?

Tu pensi davvero che potrei sostituire la tua cantante?
Va bene che devo soltanto fare da... corista...
Ma non conosco le musiche, non conosco i testi... e voi dovete esibirvi stasera.
Credi che ci sia davvero il tempo per provare a sufficienza?


A quel punto, Desmond senza esitare diede un'occhiata all'orologio che scandiva il fuso orario in ogni paese del mondo, sistemato in alto, gigantesco.

Vediamo... Ora come ora in Paraguay sono più o meno le dieci del mattino o poco più.
Il concerto inizierà alle 21:30, quindi questo significa che, andando ora con Guybrush, avreste circa nove ore di tempo per prepararvi, togliendo le eventuali pause.
Secondo me saranno più che sufficienti, Regina ti indicherà subito come fare per supportarla al meglio, la adorerai, te lo assicuro.
Per quanto riguarda te, Jaimie ti fornirà gli spartiti e ti aiuterà ad esercitarti seguendoti con la chitarra, quindi non avrai da temere.
Dimmi il nome del tuo locale e dove si trova, così ci faccio un salto io appena ho finito di docciarmi e rivestirmi.


Fece un occhiolino a Caroline Priscilla, sperando di averla tranquillizzata un poco.

Non so davvero come ringraziarvi, ci avete salvato la serata ed in più avete evitato un dispendio di denaro allucinante!
Nimue, comincia già a pensare quale brano vorresti eseguire con noi a chiusura dello show e fai avere lo spartito a Guybrush, si occuperà lui di tutto.
Dai, accompagnale e di corsa, come giustamente hanno detto, necessitano di tempo per prepararsi...


Sì, certamente!
Seguitemi allora, andiamo subito in Paraguay, vedrete, sono certo anche io che andrà tutto benissimo!
Nimue, è un piacere lavorare di nuovo con te!


Con ari accomodante e sicura, il tastierista del gruppo invitò quindi le due Ignis del Fulmine a seguirlo fino all'uscita della Gilda e poi successivamente in Paraguay.
Sarebbe stata una serata che le due ragazze non avrebbero mai più dimenticato, quella era una garanzia, come la garanzia che nulla sarebbe andato storto.
Desmond aveva fegato, tanto fegato, nel prendere due persone "a caso", quindi cosa avrebbe fatto l'Equilibrio? Un premio o una punizione suprema?

GAZZETTA DEL PROFETA - SPECIALE MUSICA
N°17360
19 Febbraio 2112


Articolo del Giorno:

Concerto "Sold Out" in Paraguay per i Saber Dynamos.
Due Salvagenti di qualità a fermare un ipotetico annegamento del concerto.
Il Leader Desmond Flynn ai nostri MagiFoni: "Un po' fortuna, un po' provvidenza. Selina, Miguel, sbrigatevi o qui vi soffieranno il posto!"


A giudicare dalle pagine del giorno seguente, un gran bel premio.

USCITA PER DESMOND
Avatar utente
Desmond
Ignis Fulmen
Ignis Fulmen
 
Grado: 10
 
Messaggi: 80
Iscritto il: 22/07/2013, 16:24

Messaggioda Caroline Priscilla » 28/05/2016, 22:34

Non saresti una Ignis del Fulmine se non sapessi usare il cervello.

Quindi tutti gli Ignis del Fulmine sono bravi strateghi, o è una condizione generale con le sue dovute eccezioni?

Uhm... no, non credo che siano tutti bravi strateghi, ma penso che lo possano diventare perchè hanno tutte le carte in regola per farlo.

Rispose convinta, sorridendo alla Allen. Nimue non poteva saperlo, ma in mezzo agli Ignis del Fulmine vi erano un sacco di scienziati e intellettuali che sfruttavano la parte più intelligente del loro elemento, piuttosto che quella più battagliera. Cappie aveva scelto entrambe le strade, dato che nel suo lavoro si sarebbe potuta trovare in entrambe le situazioni, mentre la texana si vedeva chiaramente che si fosse votata -se non completamente, quasi- alla musica. Ma d'altronde anche quella era una caratteristica peculiare degli Ignis.

Quindi come una partita di calcio... o di Quidditch... amichevole?

Più o meno.

Erano passate a parlare della sfida fra Druidi e Gildati, con la ex-Tassorosso che spiegava alla texana come si fossero svolti gli eventi e chi fosse stato scelto per partecipare alla gara. Pur non essendo stata scelta, la O'Neill era felice che ben due suoi amici -Desmond e Phoenix- avessero ricevuto quell'onore. Inoltre il quarto concorrente, oltre al Consigliere Ignis, era un mistero per tutti, un mistero dietro cui lei ci vedeva proprio il loro Sagitta.

Che tipo è il Consigliere Sauvage?
Simpatico, oppure severo e distaccato come il Sole?


Intanto è una lei...- disse, correggendola- E si può definire.... uhm... da quel poco che ho visto di lei... Una persona estremamente socievole, allegra, chiacchierona, casinista e anche abbastanza scherzosa nei confronti del Sole.
Ma non sono convinta che a lui faccia tanto piacere...


Disse ridendo e andando avanti col discorso.

Ti è dispiaciuto molto non essere scelta?

Un po' sì.
Credevo che, essendo stata coinvolta direttamente nello scontro, il Sole mi avrebbe concesso l'opportunità di rifarmi e di dare ancora una mano.
Non l'ho detto apertamente perchè non mi sembrava giusto nei confronti dei miei confratelli, ma insomma ero convinta che fosse quasi un mio diritto partecipare.
Però se il Sole ha deciso diversamente, non posso fare altro che accettare e andare avanti.
Mi dispiace solo non poter conoscere le motivazioni. Non è facile avvicinarlo, è sempre molto impegnato e ovviamente mi sento anche in colpa a chiedergli un po' di tempo per sapere perchè non ha scelto me...


Rispose, riflettendo che paradossalmente era più facile parlare con Shuyun che nella Gilda non ci andava mai, piuttosto che con suo fratello. Ma pazienza, il Sole aveva parlato e lei aveva taciuto, preferendo buttarsi alle spalle quella storia, così come il desiderio di rivalsa nei confronti dei Druidi. Era vero che da tutta quella storia aveva tratto dei benefici -vedi la possibilità di cambiare il proprio aspetto- ma questo le aveva anche scombussolato la vita, impedendole di comprendere in quale versione lei fosse veramente sè stessa. Non lo sentiva come un peso, per fortuna, ma odiava doversi abituare a quei continui cambiamenti di abiti e di identità! Sperava solo che con l'andare del tempo sarebbe stato tutto molto più semplice.

Ma coloro che non sono stati scelti come Campioni possono assistere, o è una competizione al chiuso?

Certo che possiamo assistere, dobbiamo fare il tifo!
Infatti...


Proprio in quel momento il sopraggiungere di Desmond bloccò la loro conversazione, mentre la rockstar salutava sia Cappie che Nimue con tanto di abbraccio e sorrisi. Era davvero un bel vedere a petto nudo e sudato, ma per sfortuna il Flynn era già bellamente sposato con Alexis Parker, sfortuna per tutte le consorelle che gli sbavavano dietro senza pudore. Cappie ci faceva un po' l'acquolina, ma sapeva trattenersi abbastanza, anche perchè ormai il suo standard se non era grosso ed enorme proprio non le andava bene!

... Ok, sentite, non è che vi andrebbe di esibirvi con noi stasera in Paraguay?

COSA?!

... eh?

La proposta di Desmond aveva scioccato le due ragazze, che di certo non presero molto bene quella notizia. Tuttavia mentre i dubbi nella Allen aumentavano, quelli della O'Neill invece diminuivano, lasciando spazio solo al suo istinto pazzo e scatenato che non ci vedeva nulla di male nel buttarsi in mezzo ad una faccenda simile, ma solo una splendida opportunità.

Va bene, ci sto!
Sono accordi semplici vero? Non mi farai fare brutta figura di fronte al tuo pubblico? Eheheheh!
L'unico problema è che bisognerà convincere il mio capo al pub a darmi la serata libera oggi.
Se lei mi dice di no, mi dispiace ma non potrò aiutarvi...


Non preoccuparti, questo è l'ultimo dei tuoi problemi...
Farò un'offerta al tuo capo che non potrà rifiutare...


Allora mi trovo in ottime mani!
Nimue, tu invece?


Tu pensi davvero che potrei sostituire la tua cantante?
Va bene che devo soltanto fare da... corista...
Ma non conosco le musiche, non conosco i testi... e voi dovete esibirvi stasera.
Credi che ci sia davvero il tempo per provare a sufficienza?


Vediamo... Ora come ora in Paraguay sono più o meno le dieci del mattino o poco più.
Il concerto inizierà alle 21:30, quindi questo significa che, andando ora con Guybrush, avreste circa nove ore di tempo per prepararvi, togliendo le eventuali pause.
Secondo me saranno più che sufficienti, Regina ti indicherà subito come fare per supportarla al meglio, la adorerai, te lo assicuro.
Per quanto riguarda te, Jaimie ti fornirà gli spartiti e ti aiuterà ad esercitarti seguendoti con la chitarra, quindi non avrai da temere.
Dimmi il nome del tuo locale e dove si trova, così ci faccio un salto io appena ho finito di docciarmi e rivestirmi.


Alla fine anche la Allen si fece convincere e Cappie diede al frontman degli S.D. quello che gli serviva sapere, chiedendogli se fosse davvero sicuro di riuscire a convincere Hayley. Dopo l'ennesima rassicurazione, finalmente il ragazzo le lasciò nelle mani di Guybrush, che si sarebbe occupato di accompagnarle fino in Paraguay mentre il Flynn risolveva la faccenda del capo di Cappie.
Ma c'era ancora un'ultima cosa che la Fulmen doveva dire e fare prima di partire.

Seguitemi allora, andiamo subito in Paraguay, vedrete, sono certo anche io che andrà tutto benissimo!
Nimue, è un piacere lavorare di nuovo con te!


Voi intanto andate pure avanti, vi raggiungo a breve.
Prima devo dire una cosa a Desmond, che poi spiegherò anche a voi...


Disse, portando il cantante degli S.D. all'interno degli spogliatoi, approfittando di un momento in cui non c'era nessuno nei paraggi per trasformarsi di fronte a lui nella versione il cui nome era Elektra Natchios.

Immagine


Sorpresa!
Hey non c'è bisogno di sbiancare! Sono sempre io, eh?
Dai, ascoltami un attimo, ora ti spiego tutto quanto...


[Uscita per Cappie]
Avatar utente
Caroline Priscilla
Ignis Fulmen
Ignis Fulmen
 
Grado: 10
 
Messaggi: 861
Iscritto il: 09/05/2012, 12:59

Messaggioda Nimue » 29/05/2016, 13:10

Non saresti una Ignis del Fulmine se non sapessi usare il cervello.

Quindi tutti gli Ignis del Fulmine sono bravi strateghi, o è una condizione generale con le sue dovute eccezioni?

Uhm... no, non credo che siano tutti bravi strateghi, ma penso che lo possano diventare perchè hanno tutte le carte in regola per farlo.

Annuì, Nimue.
Almeno avrebbe trovato persone sulla sua stessa lunghezza d'onda.
L'importante era che non fossero tipi particolarmente aggressivi.
Con quelli non avrebbe proprio avuto nulla a che spartire.
Insomma, le novità sembravano proprio non finire mai.
C'era qualcosa di nuovo ad ogni angolo.
Ad ogni argomento riguardante la Gilda e chi ne facesse parte.
Inoltre, ora lo percepiva, c'era un certo fermento nell'aria.
Qualcosa che prima non aveva colto.
L'aria era più calda, più elettrica.
Ed avendo appena scoperto della sfida contro i Druidi, non le fu difficile capirne il motivo.

Che tipo è il Consigliere Sauvage?
Simpatico, oppure severo e distaccato come il Sole?


Intanto è una lei...
E si può definire.... uhm... da quel poco che ho visto di lei... Una persona estremamente socievole, allegra, chiacchierona, casinista e anche abbastanza scherzosa nei confronti del Sole.
Ma non sono convinta che a lui faccia tanto piacere...


Non pensavo che si potesse scherzare col Sole.
Ma forse, quando la propria affinità con l'Elemento cresce, tutto cambia...


Ipotizzò la Allen.
Ancora non aveva conosciuto la donna.
Non sapeva che avesse quell'atteggiamento con tutti, e che il Fuoco non c'entrasse nulla.
Ma probabilmente avrebbe sopperito presto a quella mancanza.

Ti è dispiaciuto molto non essere scelta?

Un po' sì.
Credevo che, essendo stata coinvolta direttamente nello scontro, il Sole mi avrebbe concesso l'opportunità di rifarmi e di dare ancora una mano.
Non l'ho detto apertamente perchè non mi sembrava giusto nei confronti dei miei confratelli, ma insomma ero convinta che fosse quasi un mio diritto partecipare.


Sì, ne comprendo il motivo.

Però se il Sole ha deciso diversamente, non posso fare altro che accettare e andare avanti.
Mi dispiace solo non poter conoscere le motivazioni. Non è facile avvicinarlo, è sempre molto impegnato e ovviamente mi sento anche in colpa a chiedergli un po' di tempo per sapere perchè non ha scelto me...


Sembra che qualcun altro sia molto più avvicinabile, vero?
Chi l'avrebbe mai detto...


Commentò Nimue.
Senza saperlo, aveva appena dato voce ai pensieri di Caroline Priscilla.
Forse, dopotutto, le basi per una reale amicizia c'erano eccome.

Ma coloro che non sono stati scelti come Campioni possono assistere, o è una competizione al chiuso?

Certo che possiamo assistere, dobbiamo fare il tifo!
Infatti...


La O'Neill non poté finire il discorso.
Desmond Flynn le interruppe con un sorriso e la sua parlantina amichevole.
E con una proposta troppo assurda per essere vera.
O forse no.

... Ok, sentite, non è che vi andrebbe di esibirvi con noi stasera in Paraguay?

COSA?!

... eh?
In Paraguay?
Te li ricordi che io non sono conosciuta nemmeno fuori dal Texas, vero?
Non credo proprio si possa parlare di pubblicità...


Ti sbagli di grosso, cara mia...
Pensi davvero che al termine del concerto non ti ringrazierei pubblicamente?
Oltre al fatto che come ultima canzone da interpretare potremmo farne proprio una tua.


Boccheggiò a quelle ultime parole.
Aveva sentito bene?
I Saber Dynamos avrebbero interpretato una sua canzone al termine del loro concerto?
Di fronte a chissà quante centinaia di migliaia di persone?
Se da una parte la prospettiva la terrorizzava, dall'altra la galvanizzava non poco.
Insomma, lei al di fuori del Texas non si era mai esibita.
Mai, nemmeno per scherzo.
Chissà che avrebbero detto i suoi amici, la sua famiglia, appena l'avessero saputo!
Una cosa, però, la sapeva di per certo...
Joe sarebbe stato incredibilmente fiero di lei.

Tu pensi davvero che potrei sostituire la tua cantante?
Va bene che devo soltanto fare da... corista...
Ma non conosco le musiche, non conosco i testi... e voi dovete esibirvi stasera.
Credi che ci sia davvero il tempo per provare a sufficienza?


Vediamo... Ora come ora in Paraguay sono più o meno le dieci del mattino o poco più.
Il concerto inizierà alle 21:30, quindi questo significa che, andando ora con Guybrush, avreste circa nove ore di tempo per prepararvi, togliendo le eventuali pause.
Secondo me saranno più che sufficienti, Regina ti indicherà subito come fare per supportarla al meglio, la adorerai, te lo assicuro.


In effetti, con nove ore di tempo, la situazione non appariva più tanto assurda.
Cioè, era sempre assurdo pensare di esibirsi di fronte a così tante persone.
Ma non risultava assurda la possibilità di non fare figuracce.
Avrebbero potuto provare a sufficienza entrambe.
Che poi, per lei, Cappie non avrebbe nemmeno avuto problemi.
Era Nimue a doversi regolare diversamente.
Doveva sperare di entrare in sintonia con Regina Jones, per far risaltare la sua voce.
Desmond ne sembrava convinto.
E lei?

Non so davvero come ringraziarvi, ci avete salvato la serata ed in più avete evitato un dispendio di denaro allucinante!

Ma veramente...

Nimue, comincia già a pensare quale brano vorresti eseguire con noi a chiusura dello show e fai avere lo spartito a Guybrush, si occuperà lui di tutto.
Dai, accompagnale e di corsa, come giustamente hanno detto, necessitano di tempo per prepararsi...


Sì, certamente!
Seguitemi allora, andiamo subito in Paraguay, vedrete, sono certo anche io che andrà tutto benissimo!
Nimue, è un piacere lavorare di nuovo con te!


... anche per me...

Mormorò la Allen.
Non aveva nemmeno detto sì, non ufficialmente.
Ma probabilmente il silenzio era valso come un assenso, in quel caso.
Sospirò e sorrise, tra sé.
Sarebbe stata un'avventura imprevista ed inattesa.
Ma non sarebbe stata sola.
Sembrava che nelle situazioni più stressanti, Cappie, per qualche motivo, fosse sempre con lei.
Il volere del Conflux, magari?

Voi intanto andate pure avanti, vi raggiungo a breve.
Prima devo dire una cosa a Desmond, che poi spiegherò anche a voi...


D'accordo, allora a tra poco.

Disse solo la Tempesta.
Affiancò Guybrush e si allontanò con lui.
Chiedendogli intanto di illustrarle le canzoni da imparare.
Il tipo di voce di Regina.
Esponendogli anche quale canzone volesse cantare alla fine, perché sì, l'aveva già scelta.
Insomma, un po' tutto.
In fondo, se doveva davvero cantare con loro, se doveva davvero esibirsi in Paraguay...
Tanto valeva farlo col botto.

Fine
Avatar utente
Nimue
Ignis Tempestae
Ignis Tempestae
 
Grado: 9
 
Messaggi: 100
Iscritto il: 12/03/2016, 23:13

Messaggioda Phoenix » 29/06/2016, 21:30

Mercoledì 15 Giugno 2112 | Palestra Magica della Gilda Ignis | Ore 15:35


Immagine


Uno dei pochi vantaggi di essere Ignis anziché Acuan o Terran era la possibilità di accedere a determinate aree per l'allenamento fisico e magico appositamente studiate per essere perfette.
La palestra magica degli Ignis era in grado di assumere le sembianze di un paesaggio a scelta dove potersi addestrare e dove poter fortificare il corpo e lo spirito senza andare in giro per il mondo.
Occorreva prenotarla diverse settimane prima e soprattutto in gruppi da almeno nove persone, ma nel caso di uno dei Campioni, Phoenix Amarillo, la prenotazione era stata perpetua e immediata.
Si allenava lì dentro circa cinque giorni a settimana da cinque mesi a quella parte, arrampicandosi sulle pareti rocciose, nuotando controcorrente nei fiumi e camminando nella neve alta un metro.
Non aveva mai avuto una forma fisica tanto eccezionale in tutta la sua vita e dire che negli ultimi tempi era anche diventato nettamente più muscoloso rispetto a qualche anno prima.
Alla sua adorata Maggie aveva dovuto dire che tutte quelle ore spese ad allenarsi servivano per una qualificazione a dei tornei olimpici magici che sarebbero avvenuti da lì a qualche anno.
Odiava doverle mentire ma qualora fosse riuscito nell'impresa, uno dei due desideri lo avrebbe impiegato proprio per annullare anche quel problema, rimuovere quel segreto ed essere così sincero con lei.
Puntualmente, ogni volta che si dava da fare con le arrampicate, finiva per strapparsi tutta la maglietta, riempirsi di sporco e graffi e sudare come non mai, necessitando di una doccia in tempi record.
Aveva iniziato tre ore prima, poco dopo aver finito di mangiare leggerissimo, procedendo a pieno ritmo e dando così sfogo a tutte le sue energie e alla sua grinta da atleta, un atleta Ignis.
Sperava sul serio che anche l'altro suo collega, Emmett, un Semi Acuan, si stesse dando da fare tanto quanto lui, altrimenti sarebbero stati grossi guai visto che dovevano lavorare perfettamente in sincronia.
Lo aveva incontrato qualche volta nelle settimane precedenti per svolgere qualche esercizio assieme e poteva confermare che fosse bravo e capace, ma da lì a definirlo idoneo era tutt'altra storia.
Acqua e Fuoco a contatto e in collaborazione, quello sì che era il vero e puro spirito della sfida, la riprova che l'Equilibrio era la chiave per tutto, il bilanciamento di due forze opposte per raggiungere un bene unico.
Stava discendendo la parete rocciosa per l'ennesima volta, l'Amarillo, quando le porte della palestra si aprirono, un evento raro e strano considerando che era sempre prenotata per lui.
Quando però il ragazzo vide la figura di Caroline Priscilla avanzare nella stanza gigante e modificata con la magia, annuì tra sé, accelerando il ritmo della discesa.
L'aveva cercata qualche settimana prima, per poi bellamente scomparire e risultare praticamente irreperibile per un sacco di giorni a causa degli allenamenti e degli impegni di lavoro e amore.
Aveva poi lasciato detto all'ingresso che qualora si fosse di nuovo fatta vedere la O'Neill, di lasciarla ugualmente entrare, altrimenti non ci avrebbe potuto più parlare e per lui era importante farlo.
Giunto coi piedi per terra, maglietta ovviamente sbrindellata e viso distrutto, le lanciò un'occhiata come a dirle "Guarda te come sono ridotto?!", prima di sbuffare e parlare col fiatone.

Immagine

Ti spiace se faccio prima una doccia al volo?
Poi sono tutto tuo...
Avatar utente
Phoenix
Ignis dei Fuochi
Ignis dei Fuochi
 
Grado: 11
 
Messaggi: 76
Iscritto il: 02/10/2014, 20:05

Messaggioda Caroline Priscilla » 29/06/2016, 22:07

Mercoledì 15 Giugno 2112 - Palestra Magica della Gilda Ignis - Ore 15:35


No, Fulmen, il Sole non riceverà nessuno probabilmente fino alla fine della sfida.
Si ripresenti solo dopo e vedrò che cosa posso fare.


Va bene, ho capito, grazie Tonum Andrew.

Se cerca qualcuno con cui parlare, comunque, il campione Phoenix Amarillo è in palestra ad allenarsi.
Ha chiesto di lui molte volte, ora finalmente ha la possibilità di parlargli.


Sì, ci vado subito!
Grazie ancora per l'aiuto!


Non era stato poi un completo buco nell'acqua. Da quando era tornata nel presente, Cappie aveva cercato di mettersi in contatto con il Sole e il Sagitta, per raccontare loro della disavventura -glielo doveva ad entrambi- e per mettere in guardia il CapoGilda dalla minaccia di cui era venuta a conoscenza. Nessuno dei due era però reperibile, nemmeno alla lontana. Il Sole era troppo indaffarato e questo gli impediva di poter concedere anche solo cinque minuti del suo tempo per qualcosa che non fosse strettamente necessario. Per non parlare poi di Heiji, anzi, di Shuyun, come aveva scoperto nel futuro: anche in quel caso, la O'Neill non se la sentiva di disturbarlo quando probabilmente l'investigatore era più che focalizzato nell'allenarsi per vincere la sfida. Sarebbe stato inutile distrarlo con le sue chiacchiere, anzi era già tanto che si fosse presentato quel giorno per vedere come stava, per questo l'irlandese preferì rimandare i discorsi al post-sfida.
C'era però un'altra persona che da Febbraio attendeva di parlare con lei, ma era stato invece troppo occupato per riuscire poi ad incontrarsi. Phoenix - uno dei campioni- era come scomparso negli ultimi mesi, ma dato che generalmente tutti i campioni avevano fatto più o meno quella fine, Cappie non se la sentì affatto di biasimarlo, anzi corse quanto più velocemente possibile verso la palestra dove si stava allenando per non rischiare di perderlo di nuovo di vista.

Mi scusi, in quale stanza posso trovare Fuoco Phoenix?

Stanza 12, ma lei...è Fulmen Caroline Priscilla?

Sì esatto!

Allora può passare.
Il Fuoco Phoenix ha chiesto espressamente di indirizzarla verso di lui se l'avessimo incrociata.


Dopo aver salutato l'addetto alle prenotazioni della palestra, Cappie si diresse verso la stanza assegnata interamente all'Amarillo, una delle più grandi e più ingegnose, che dovevano essere occupate come minimo da nove persone per essere usata. Ovviamente però, essendo lui un campione, gli era stato concesso l'uso esclusivo di qualsiasi stanza avesse avuto bisogno, come era giusto che fosse. Vedendo quanto fosse diventata impossibile la loro vita, la Ignis quasi si sentì felice di non essere stata scelta, anche perchè dopo quella spiacevole passeggiata nel tempo non avrebbe retto in così breve un altro periodo di profondo stress emotivo e psicologico.
Spalancò le porte della palestra e le chiuse dietro di sè, osservandosi intorno - un paesaggio maestoso- e cercando di individuare la figura dell'amico, appeso su una delle pareti rocciose lì presenti. Quando lo trovò gli fece cenno con la mano, invitandolo a proseguire l'allenamento se avesse voluto,ma Phoenix preferì invece ritornare con i piedi per terra e venirle incontro: evidentemente aveva qualcosa di molto urgente da dirle. Cappie lo fissò, notando come in quei mesi la sua massa muscolare fosse aumentata tantissimo -e lei ormai se ne intendeva, grazie agli allenamenti del fidanzato- trovandolo decisamente molto più carino del solito, con la maglia sbrindellata e l'intero corpo sudato.

Ti ho disturbato?
Ti trovo in forma, sei migliorato tantissimo in questi mesi eh?


Immagine


Ti spiace se faccio prima una doccia al volo?
Poi sono tutto tuo...


Tutto mio?
Guarda che ci conto!


Lo prese in giro, facendogli anche una linguaccia, prima di annuire, acconsentendo alla sua richiesta.

Vai pure, ti aspetto qui allora!

Così dopo si sarebbero potuto prendere qualcosa insieme, magari nella mensa della Gilda. E nell'attesa che lui finisse di cambiarsi, l'irlandese liberò Ermes, lasciandolo spaziare intorno e sistemandosi seduta su una delle rocce lì vicino, l'anello per evocare la spada sempre presente sul suo dito. Chissà che cosa voleva chiederle di tanto importante? Be', finalmente lo avrebbe scoperto.
Avatar utente
Caroline Priscilla
Ignis Fulmen
Ignis Fulmen
 
Grado: 10
 
Messaggi: 861
Iscritto il: 09/05/2012, 12:59

Messaggioda Phoenix » 29/06/2016, 22:58

Ti ho disturbato?
Ti trovo in forma, sei migliorato tantissimo in questi mesi eh?


Sarei io quello in forma?
Vogliamo parlare di te?
Sei gnocca da far schifo, fai silenzio...


Fece una smorfia di divertimento che somigliò vagamente ad una risata: gli facevano male tutti i muscoli, nessuno escluso. Che meraviglia!

Ti spiace se faccio prima una doccia al volo?
Poi sono tutto tuo...


Tutto mio?
Guarda che ci conto!


Passano i mesi ma sei sempre la solita pervertita...
... Però in fondo mi sei simpatica pure per quello!


In quel caso il sorriso fu più accentuato, mentre si levava la maglietta in condizioni pietosa, restando a petto nudo, dirigendosi verso la zona spogliatoio.

Vai pure, ti aspetto qui allora!

Cerco di fare prima possibile, promesso!


Non si erano potuto incontrare per mesi, già, mesi, con la Ignis Fulmen sua amica, per ragioni oneste di preparazione alla sfida.
Sapeva che parlarci prima di quella specie di olimpiade era fondamentale, ma ridursi proprio all'ultimo momento rientrava nei suoi desideri meno attesi.
Tuttavia l'importante da un lato era riuscire comunque a parlarci e quindi se lo fece bastare.
Ficcatosi sotto la doccia tra un po' ancora vestito, il ragazzo si fece una lavata approfondita e bollente, risanando la pelle e tonificando il corpo per intero.
Una volta uscito, zuppo e col fiato ancora un po' corto, ovviamente si rifiutò di asciugarsi i capelli, dandosi solo un'asciugata veloce e poi vestendosi nel suo solito stile molto casual.
Non aveva tempo da perdere, senza considerare che la O'Neill poteva anche avere molto di meglio da fare che stare lì appresso a lui, d'altronde tutti avevano una vita, no?
Senza considerare che entro nemmeno un'ora si sarebbe dovuto incontrare con la fidanzata prima che attaccasse all'Underground, uff, tutto incastrato, che palle!

Eccomi, come promesso meno di dieci minuti.
Che ne dici di andare in una Relax Room?
Tranquilla, nessuna intenzione strana... Credo...


Le Relax Room non erano altro se non delle stanze, anch'esse prenotabili (qualora non ce ne fossero di libere sul momento), dove le persone potevano stare in tutta comodità.
Erano private e sostituivano le camere dei Gildati che invece, per ragioni di maggiore presenza in Gilda, richiedevano una stanza vera e propria ad uso esclusivo.
All'interno delle Relax Room si potevano prendere delle bevande e qualcosa da mangiare, stare comodamente seduti sui divani o le poltrone e trascorrere così massimo tre ore.
Ovviamente l'intenzione di Phoenix era passare molto meno tempo e l'ulteriore comodità dell'essere campione era che una Relax Room era prenotata completamente per lui, sempre.
Arrivati lì dentro, quindi, il ragazzo la invitò a mettersi comoda e tranquilla, chiedendole cosa volesse da bere, dandole anche l'ok per lasciare andare libero e sereno Ermes.
Una volta messi belli comodi, Phoenix le chiese come andassero le cose, come procedesse la vita in generale della ragazza e se il lavoro fruttasse soddisfazioni ragguardevoli.
Dopo aver chiacchierato del più e del meno per alcuni minuti, però, lo sguardo del ragazzo si fece più serio e, manco ci fossero telecamere babbane interne, abbassò anche il tono di voce.

Senti Cappie, io voglio dirti una cosa, una cosa molto importante... Ma è fondamentale che io abbia la tua parola che non dirai a nessuno di questa conversazione, ok?


Aspettò che ella confermasse, prima di prendere un bel respiro e proseguire.

... In teoria ci hanno dato l'ordine di non fiatare, ma so che ad esempio altri campioni ne hanno parlato con parenti o persone care, strette, prima di questo avvertimento.
Ora, non ci sono contratti vincolanti, abbiamo solo dato la nostra parola ma nel tuo caso io vorrei fare un'eccezione, pur sapendo di violare una regola.
In fondo, lo sai... Siamo Ignis, agiamo di istinto ed impulso quasi per natura, no?


Sorrise appena, facendole un piccolo occhiolino.

I Campioni della sfida, in caso di vittoria, otterranno la possibilità di chiedere dei desideri, al Mana, ed essi verranno quasi certamente esauditi.
I Campioni individuali potranno arrivare a chiedere fino a due desideri limitati oppure un desiderio illimitato.
I Campioni a coppie invece avranno a disposizione solo i due limitati, ma non sto certo disobbedendo al Sole per farti avere invidia o qualcosa di simile, è ovvio...


Si prese qualche secondo, leccandosi le labbra quasi timoroso nel voler dire ciò che aveva pensato, per poi decidersi a parlare, facendosi coraggio.

Vedi... Io alla fine ho giusto un desiderio da voler visto esaudito, ovvero far sì che la mia fidanzata possa essere a conoscenza del Conflux.
Credo tu possa capirmi bene... Ma per il resto, credo di non desiderare nulla di più rispetto a quanto l'Equilibrio non mi abbia già dato.
Quindi stavo pensando... Magari penserai che non so farmi i fatti miei però... Ti piacerebbe, per caso, se chiedessi la possibilità di farti incontrare tuo padre per qualche secondo?
Avatar utente
Phoenix
Ignis dei Fuochi
Ignis dei Fuochi
 
Grado: 11
 
Messaggi: 76
Iscritto il: 02/10/2014, 20:05

Data Utente Tipo Dado Risultato  
2015-11-08 18:39:07 Caroline Priscilla d20 8  
2015-11-08 18:37:46 Phoenix d20 20  
2015-11-08 18:37:32 Phoenix d20 9  
2015-11-08 16:41:25 Caroline Priscilla d20 5  
2015-11-08 16:40:46 Caroline Priscilla d20 4  
2015-11-08 16:39:54 Caroline Priscilla d20 18  
2015-11-08 16:39:09 Caroline Priscilla d20 13  
2015-11-08 16:35:35 Phoenix d20 6  
2015-11-08 16:35:18 Phoenix d20 7  
2015-11-08 16:27:04 Caroline Priscilla d20 2  
2015-11-08 16:26:42 Caroline Priscilla d20 2  
2015-11-08 16:25:39 Caroline Priscilla d20 12  
2015-11-08 16:24:45 Caroline Priscilla d20 7  
2015-11-08 16:23:04 Phoenix d20 17  
2015-11-08 16:22:47 Phoenix d20 10  
2015-11-08 16:22:39 Phoenix d20 14  
2015-11-08 16:22:26 Phoenix d20 9  
2015-11-08 16:21:25 Caroline Priscilla d20 4  
2015-11-08 16:20:47 Caroline Priscilla d20 14  
2014-10-26 19:12:33 Nigel d20 11  
PrecedenteProssimo

 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron