1664 punti 1267 punti 1021 punti 1415 punti 1750 punti 1032 punti

Ufficio del Ministro della Magia

Ufficio del Ministro della Magia, del Personale di Supporto, e Sale Master

Messaggioda Logan » 28/04/2019, 14:52

Abitazione di Logan Sykes e Rebecca Auditore
Roma - Quartiere Babbano Centrale
30/03/2114
Ore 09:35


Sono spiacente Vice Sceriffo Sykes, ma momentaneamente il Ministro è impossibilitato a rispondere...

... Capisco, può dirgli che ho cercato di contattarlo, per favore?

Naturalmente, non si preoccupi, c'è altro che posso fare per lei?

Cosa? Ah, no no, nulla, grazie...

Le auguro una buona giornata Vice Sceriffo!

Immagine

Mise giù il MagiFonino con cui aveva da poco chiamato la segreteria dell'ufficio ministeriale.
Logan fissò l'apparecchio magico alcuni secondi, sospirando con aria vagamente preoccupata.
Era la quinta volta che tentava, una per ogni giorno negli ultimi cinque giorni.
Mai Irvyne lo aveva richiamato, mai si era preoccupato di sapere se avesse bisogno di qualcosa, mai si era informato se fosse in atto qualche emergenza.
Quasi veniva da pensare che in realtà fosse stato assassinato pure lui.

Lindë aveva ragione allora...

Durante una delle saltuarie visite alla zia Madeline nei giorni scorsi, Logan aveva incrociato alle Serre la Sempreverde e docente di Erbologia, moglie dell'amico Trigger.
La donna, all'interno di una chiacchierata di diverse decine di minuti con l'uomo di colore, alla fine si era un po' sfogata riguardo gli ultimi sviluppi matrimoniali.
Da quando Irvyne era divenuto nuovo Ministro della Magia, la sua vita era talmente tanto cambiata da farlo apparire a volte irriconoscibile.
I troppi impegni, le mansioni, le aspettative e tutto il resto lo avevano trasformato in una specie di fantasma vivente, che frequentava la casa solo per dormire.
Purtroppo anche il weekend non veniva sfruttato a dovere, poiché la Vilvarin, in quanto Capo Gilda, usava specialmente il Sabato e la Domenica per essere più disponibile ai Terran.

... Non ho particolari impegni in Caserma stamattina, forse potrei fare direttamente un salto al Ministero, alla fine ho i permessi.

In quanto elemento di alto grado della Vigilanza, Logan possedeva un badge speciale fornito dal Ministero che gli garantiva accesso al Primo Livello senza appuntamenti.
Poteva essere sfruttato giusto in casi eccezionali ma scoprire che fine avesse fatto l'amico nella sua ottica rientrava in quei casi.
La moglie del Ministro aveva dimostrato tutta la sua frustrazione e fastidio verso un uomo che stava iniziando a trascurarla più del dovuto, dimenticandosi anche delle "promesse".
Irvyne le aveva infatti garantito, un anno prima, che ben presto avrebbero pensato anche alla possibilità di avere un figlio, ipotesi da un bel po' completamente accantonata.
Se non aveva il tempo per la moglie, figurarsi per un bambino o una bambina appena nati.

Pronto, Commissario Foster, sono il Vice Sceriffo Sykes.
Ascolti, ho bisogno che copra il mio turno di indagine ed interrogatori dalle 10:00 alle 12:00, per lei è un problema?
La ringrazio, a buon rendere...


Sistemata la faccenda chiedendo supporto alla collega, Logan si andò a dare una sciacquata e di seguito si vestì non troppo formale.
Aveva sempre un cambio con una divisa pulita dentro l'armadietto della Caserma (santa Rebecca) quindi non necessitava di uscire con un'altra indosso.
Si smaterializzò in una zona tranquilla e isolata da lui ormai spesso utilizzata la mattina per andare al lavoro, dirigendosi quindi verso il Ministero.
Arrivato lì, fece il suo ingresso senza perdere troppo tempo, utilizzando l'ascensore.
Uscito sul Primo Livello, incontrò la signorina con cui aveva da poco parlato al MagiFonino.

Mi scusi, ma ho davvero urgenza di comunicare con il Ministro, ci metterò soltanto qualche secondo.

La ragazza tentò di fermare il Sykes ma Logan aveva già bussato alla porta e senza attendere risposta aprì, inserendosi nella grande e lussuosa stanza.
Irvyne stava alla sua scrivania e accanto a lui c'era un altro uomo, sulla cinquantina, intento a parlargli con tono preoccupato e serioso.
Il Ministro aveva un'aria allarmata e altrettanto seria, ma allo stesso tempo stanca e provata.

Le garantisco che è un problema molto grave, Signor Ministro.
Una percentuale così bassa non si vedeva da almeno cinquant'anni.
Inoltre, gli affari interni premono affinché lei dia delle disposizioni precise questa volta.
Se proseguisse con il temporeggiamento, finirebbe per perdere credibilità.
C'è il rischio di una crisi amministrativa in meno di un altro anno, andando avanti così.


Immagine

Sì, ho capito...
Per adesso mi lasci pensare attentamente.
Contatterò io il Vice Governatore Callaghan nel pomeriggio.


L'altro annuì mesto, poi si alzò in piedi e si allontanò dall'ufficio, senza neanche accennare un minimo saluto educato verso il Sykes.
Ma d'altronde, lo stesso Ministro sembrava non essersi nemmeno accorto di lui e del suo ingresso lì.
Evidentemente la conversazione era fin troppo preoccupante per ricordarsi della presenza dell'amico nel suo studio.

... Ah, ciao.
Senti, adesso non ho tempo per un caffè.
Rimandiamo ad un'altra volta, ti spiace?


Caffè?
... Irvyne, la tua segretaria te l'ha detto che ho provato a chiamare per cinque giorni di fila?
Potevo pure essere finito al San Mungo per quel che ne sapevi!


Sono informato sui feriti gravi d'alto grado nella Vigilanza, tra gli Auror e i Sicari, l'avrei saputo se fossi stato in pericolo di vita...

Non è questo il punto!

E allora qual è?
Arrivaci in fretta però, perché ho molto da fare!
Non so se te ne sei accorto ma qui le cose non stanno andando molto bene.


Non stanno andando bene nemmeno a casa tua però!

Ma di cosa stai parlando?

Irvyne passò dall'aria seria a quella scocciata in meno di tre minuti.
Sembrava impossibile che fosse lui ma quel nuovo posto era stato deleterio e lo stava lentamente portando a mutare del tutto atteggiamento.
Non più elegante, rispettoso, affidabile, professionale e paziente.
Aveva lasciato la cattedra di Astronomia ormai da tre mesi e aveva posto un Vice Responsabile per quanto riguardava la Sede dei MagiFilosofi.
Oramai pareva che tutto girasse attorno al suo nuovo ruolo di Ministro, che svolgeva egregiamente, ma mettendo a repentaglio la durata delle sue altre realtà sociali.

Tua moglie è preoccupata!
E lo sono anche io se è per questo, sopratutto vedendo come stai ora!
Guarda che faccia che hai, ma da quanto non ti fai almeno nove ore filate di sonno, mh?
Non le volevo credere quando mi ha detto che la situazione fosse pesante ma adesso non posso fare a meno di darle ragione.
Questa carica doveva essere un onore, non una condanna...


Lindë, come anche tu Logan, forse non vi rendete conto di quanto sia normale un ritmo simile all'inizio di un ruolo del genere.
Col tempo e con la risoluzione dei problemi e delle varie questioni in sospeso, mi potrò rilassare di più e tornare ad essere più presente.
Hai sentito l'uomo che era qui poco fa, no?
Vuoi forse che perda la fiducia?
Il defunto Ministro era un mio carissimo amico e non ho la minima intenzione di deludere le sue aspettative.


Tu pensi veramente che nell'arco di qualche mese magicamente avrai meno grattacapi?
Sei un uomo che conosce le carriere e le responsabilità e sai perfettamente che la situazione non migliorerà soltanto perché avrai più esperienza.
Il defunto Ministro era un uomo eccezionale ma non mi sembra avesse rinunciato alla propria libertà rinchiudendosi qui dentro H24.
Lo potevi incontrare pure fuori dal Ministero, ai giardini, mentre portava a spasso il suo cane!
... Irvyne, per non perdere la fiducia di sconosciuti seduti a delle scrivanie, stai perdendo quella delle persone più care.


Il Ministro a quel punto si alzò in piedi, con le mani nelle tasche, girando avanti e indietro per la stanza.
Era in evidente stato di ansia e stress e il Sykes sperava vivamente che quelle parole lo destassero un minimo da quella ipnosi negativa e velenosa.
Dopo un po', l'ex docente di Astronomia prese da un cassetto della scrivania un grosso quaderno, con su appuntate delle date e delle ore.

Questi sono i miei impegni di lavoro da qui alle prossime cinque settimane.
Come puoi notare, non ho un solo, unico buco libero.
Evidentemente il defunto Ministro, per andare a spasso con il suo cane, evitava di occuparsi di faccende decisamente rilevanti.


Un attimo prima lo elogi ed elogi l'importanza della sua eredità e adesso sembri quasi insultarne la professionalità?
... Irvyne ma che scuse vai cercando?


Non cerco nessuna scusa, c***o!
Vorrei soltanto che la gente attorno a me capisse che questo non è un gioco e sto cercando di mandare avanti una comunità di migliaia, milioni di persone!


Il Sykes rimase quasi impietrito davanti a quella esclamazione volgare dell'amico, che non si era mai espresso in quel modo tanto gratuitamente.
Deglutì, fissandolo spaesato, comprendendo che il Trigger fosse in seria, serissima difficoltà ma che allo stesso tempo fosse impossibile aiutarlo.
Non poteva certo portarlo fuori di lì a forza, non sarebbe servito a niente.
Irvyne percepiva forte il peso delle responsabilità ma invece che condividere quel peso con i propri affetti, aveva deciso di buttarci anima e corpo allontanandosi da tutto e tutti.
Un approccio immensamente preoccupante, dal quale si sarebbe dovuto distaccare da solo, dopo averci ragionato a sufficienza con lucidità.

Mia moglie dovrebbe essere la prima a darmi ragione e sopportare le nostre difficoltà, considerando la sua posizione che ben conosciamo entrambi!
Invece cosa fa?
Si lamenta con gli altri, manco io stessi qui tutto il giorno a giocare o divertirmi.
... Senti Logan, mi spiace per l'esclamazione precedente, ma adesso come adesso sono piuttosto furioso e devo restare concentrato sul lavoro.
Prima che ti faccia accompagnare fuori da qualcuno in un impeto di esagerata rabbia, per cortesia esci.


L'uomo di colore restò a guardare l'amico per alcuni secondi, senza proferire niente, anche perché sapeva che non ci fosse proprio nulla da aggiungere.

... D'accordo, allora buon lavoro, ci vediamo prima o poi.

Scosse il capo e si volse, sperando che l'ex Grifondoro si accorgesse dell'enorme idiozia appena commessa, ma non accadde.
Irvyne era troppo convinto delle proprie ragioni e lasciò che il Vice Sceriffo se ne andasse così da poter continuare i propri doveri.
Logan, uscito dall'ufficio, chiese scusa alla segretaria per l'intrusione e riprese l'ascensore verso l'ingresso del Ministero.
Ne avrebbe dovuto parlare con la Vilvarin?
Farle presente quella conversazione l'avrebbe preoccupata e ferita ulteriormente, ma allo stesso tempo meritava di essere informata sulla situazione corrente.

... Chiederò consiglio a Rebecca stasera.

AUTOCONCLUSIVA
Avatar utente
Logan
Auror Sole d'Oro
Auror Sole d'Oro
 
Grado: 11
 
Messaggi: 94
Iscritto il: 27/05/2012, 20:38

Data Utente Tipo Dado Risultato  
 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron