1664 punti 1267 punti 1021 punti 1415 punti 1750 punti 1032 punti

Limisso

Messaggioda Typhon » 26/01/2020, 22:49

When a man loves a woman
Spend his very last dime
Trying to hold on to what he needs
He'd give up all his comforts
And sleep out in the rain
If she said that's the way
It ought to be


Cosa percepiva esattamente cantando quel brano, il nuovo Typhon, il Typhon arrivato da poco, il Typhon Copia?
Una domanda che si aggirava nella mente dell'uomo anche mentre proseguiva ad eseguire la canzone, pizzicando le corde della chitarra con maestria.
Le emozioni e i sentimenti erano una materia tutta da apprendere per il Seal nato dallo specchio, dato che le percezioni nascenti erano solo un frutto ereditario.
Ora che poteva vivere pienamente ed empiricamente le vicende, poteva analizzarle meglio, interiorizzarle, riuscendo a trovare il giusto nesso con la propria anima.
Forse, la cosa più assurda, era che non riuscisse in alcun modo a riconoscersi come qualcosa di non esclusivo e non unico.
Il sentore forte di non avere somiglianze con nessuno cozzava con la realtà dei fatti ma in quei momenti, quando cantava e suonava, Typhon dava torto a quella realtà.
Probabilmente se Nausicàa avesse dovuto concordare o smentire quei sentori, sarebbe stata completamente in linea di pensiero con lui.
Questo però non alterava i fatti, non alterava il vero, cioè che di Typhon non ce ne fosse solo uno e che a quello più giovane spettasse un posto di rilievo.
Nel caso in cui il Typhon originale si fosse deciso a recuperare la vita tralasciata, l'altro cosa avrebbe fatto? Come si sarebbe comportato? Dove sarebbe finito?
Era inevitabile che la Copia lo considerasse, inevitabile che la Copia se lo chiedesse, inevitabile... Che la Copia non volesse pensarci.

When a man loves a woman
Deep down in his soul
She can bring him such misery
If she is playing him for a fool
He's the last one to know
Loving eyes can never see


La Dottoressa Patroklos e la Dottoressa Danma si erano silenziosamente inserite dentro la classe, ascoltando rapite, più la prima che la seconda.
Fujiko aveva rievocato memorie legate ad una persona che stringeva il suo cuore con dei lacci spinati, mentre l'Acuan dei Fiumi era libera di sorridere.
Nessuno degli studenti aveva osato provare a far notare che le due docenti fossero arrivate, interessato più che altro a sentire il brano fino alla fine.
Possibile che quell'Insegnante stesse fornendo al piccolo gruppo di fortunati una versione ancora più bella di quella ascoltata nelle MagiRadio da giorni?
Alla fine anche lo stesso Christopher si era dovuto arrendere davanti ad una esibizione tanto completa sotto ogni aspetto e profilo.
Che fosse originale oppure un clone, quel Typhon manteneva sempre alto l'orgoglio dei Draghi, dimostrandolo solo con un po' più di maturità.
Non appena anche l'ultimo accordo venne portato a compimento e la sua voce si spense pian piano, egli riaprì gli occhi, guardando verso il basso, con occhi vacui.
Fu solo quell'applauso allegro e spensierato a farlo ritornare con il focus sul mondo circostante e sulla più bella donna che avesse mai visto.

Bene ragazzi!
Alzi la mano chi si è appena innamorato del professor Seal sentendolo solo cantare!


Wow, Prof, lei è magnifico!

Grazie...

Lo giuro, è stato davvero grande!

Mi fa piacere che abbiate apprezzato.

Come vi capisco... Professor Seal, ha deciso di catturare in questo modo l'attenzione dei suoi studenti?

... In realtà ho solo raccolto una sfida, non è vero Chris?

Scusi ancora Professor Seal...

Stai sereno, ecco, riprendila e impegnati, non ho fatto niente che non potresti arrivare a fare anche tu.

... Beh, professoressa Patroklos, diciamo che il mio intento era anche spronare un buon talento.

Mi complimento, è una strategia azzeccatissima, ma stia attendo a non far battere troppi cuori, ahahaha.

... E a lei, Professoressa Danma, è piaciuta?

Non poté rispondere palesemente a Nausicàa perché sapeva bene quanto il loro legame dovesse ancora restare segreto.
Spostò un attimo l'attenzione sulla Dottoressa giapponese, percependo nel suo Ghiaccio uno strano ed insolito turbinio emotivo.
Alcuni messaggi erano chiaramente riferiti alla situazione attuale tra l'Uragano e la migliore amica, ma c'era anche molto di più.
Il Vento captò malinconia e nostalgia in misura maggiore e consistente, entrambe però tenute fortemente a bada da un carattere molto solido.
Era come se la donna orientale reprimesse di continuo quelle sensazioni, comprimendole pur di non sentirle o forse divenirne schiava.
Come a volerle dare una piccola mano, Typhon diresse il proprio Vento impetuoso attorno al cristallo ghiacciato dentro di lei, facendolo vorticare.
In pochi attimi, l'aria nello spirito della Danma divenne completamente gelida ed aiutò il processo di ritorno alla calma e all'autocontrollo.
Sorrise leggermente verso l'Assistente, facendole anche un occhiolino veloce.

D'accordo, allora so che siamo in ritardo, ma per una volta la colpa non è mia, ma della professoressa Danma, che ha fatto le ore piccole stanotte per potervi fare una lezione coi fiocchi!
Quindi, visto che ha lavorato sodo e duro, vi lascio per il momento nelle sue mani.
Venga collega, credo non ci abbiano informati adeguatamente su chi dovesse fare lezione oggi...


Mi faccia pure strada, Professoressa Patroklos.
Non temete ragazzi, ve la rimando tra pochissimo.


Quel sorriso poi si fece poco più ampio non appena captò in fretta l'occhiata omicida che la giapponese rivolse alla greca.
Gli faceva gioco, quindi non si intromise, anzi, diede man forte all'improvvisazione generale ed uscì dalla classe con Nausicàa.
Quando gli prese la mano, l'uomo fece molta attenzione ad osservare che nessuno li stesse vedendo, altrimenti avrebbe dovuto interrompere quel contatto.
Per fortuna le lezioni era tutte quante in corso e i loro movimenti non furono individuati da nessuno, né personale, né allievi.
Il badge sbloccò la serratura di una delle aule per i corsi avanzati e i due amanti si intrufolarono alla svelta.

E adesso puoi darmi un saluto più adegua-...

Credeva seriamente che l'Uragano (L'URAGANO) potesse darle il tempo per esprimere ancora una frase intera senza ritrovarsi zittita dalla sua bocca?
Non aveva ancora compreso nulla, evidentemente, o forse comprendeva benissimo ma le piaceva incredibilmente essere interrotta.
Esattamente come sapeva lei di non avere tutto il tempo del mondo, così ne era consapevole lui, ecco perché non perse un singolo secondo a loro disposizione.
Sì, certo, avrebbero potuto riprendere quell'incontro nel pomeriggio, la sera, la notte, ma l'attesa era tra i più grandi nemici di un depositario dell'Elemento Aereo.
Quando poi le chiese un silenzioso atto di fusione tra i due spiriti, l'uomo l'accontentò in un modo tanto violento da lasciarla senza fiato.

Immagine


... Devo pensare che sia tutta una sorpresa costruita appositamente per me oppure...

Mi piacerebbe fregiarmi di un piano così perfettamente riuscito, ma temo sia stato tutto frutto della casualità...

Quella canzone... Sei stato incredibile...

... Lo so...

E corrisponde al vero?

Di che parli?

Quest'uomo è innamorato...?

... E questa donna è esageratamente curiosa... ?

Rispondere con un'altra domanda poteva significare tantissime cose.
Un tentativo di sviare il discorso, un modo come un altro per stare al gioco, una tattica maldestra di occultare la verità.
Le mani finirono ben presto per solcare la pelle di lei sotto la maglia larga, cogliendo velocemente il dettaglio relativo all'assenza di un reggiseno.
Ormai lo aveva capito che fosse sua abitudine, ma era sempre dannatamente bello ricordarlo a se stessi attraverso il tatto e non la semplice consapevolezza.
La afferrò per i fianchi, la girò e la attaccò al muro alzandole infine quella stessa maglia con atteggiamento selvaggio e impetuoso.
Il Vento proseguiva ad agitare l'Acqua senza fornirle un solo attimo di pausa.
Non appena i seni furono a portata visiva, Typhon rimase giusto qualche secondo a fissarli rapito, dopo di che la prese da dietro le cosce e la tirò su.
In quella maniera, le labbra poterono andare subito ad appropriarsi senza alcun permesso richiesto di quelle morbide cime perfettamente proporzionate e sode.
Nausicàa poté sentire dopo poco qualcosa premere contro il tessuto dei pantaloni nella zona più proibita ed intima, qualcosa che acquisì in fretta vigore e volume.
Ma una promessa era una promessa e nessuno dei due era intenzionato a mollare l'intera lezione alla povera MagiScienziata giapponese.

Allora... Fa meno male il petto?
... Ho ricomposto un po' di pezzi del tuo cuore infranto?
Adesso puoi smettere di fare il muso ai tuoi poveri studenti, Dottoressa misera e tapina...


Lasciò che il corpo della donna scivolasse piano lungo il muro con la schiena per permetterle di tornare in piedi.
Dopo quella diretta citazione verso l'ultima posta ricevuta, i baci raggiunsero il collo mentre entrambi i pollici sembrarono non voler dare tregua a due piccole gemme rosate più in basso.
Ella, eventualmente, poteva anche osare ad andare a saggiare con mano l'eccitazione dell'Uragano, tanto di certo non sarebbe rimasta insoddisfatta.
Poi la maglia venne fatta tornare giù e la lingua dell'uomo volle riassaporare la gemella per ancora pochi secondi, prima di decretare la fine di quei reali saluti.
Quando si allontanarono le due bocche, Typhon immerse i propri occhi in quelli della MagiArcheologa, parlando in tono sussurrato e complice.

... Vogliamo tornare ai nostri doveri?

Immagine


Il resto della lezione filò liscio come l'olio.
L'Erbologo se ne stette un po' in disparte, lasciando che la supplenza si svolgesse regolarmente, anche perché di certo non aveva preparato niente per quella mattina.
Ne approfittò giusto per dare un piccolo incarico a tutti gli studenti da portare a termine per il giorno seguente: una sorta di test di valutazione sommaria.
Quando poi tutti quanti si alzarono a mezzogiorno in punto con una fame da MetaLupi, il Seal salutò ognuno serenamente.
Già diverse ragazze sembravano parlottare di quanto fosse bello e che il Professor Lamarck avesse trovato il suo primo effettivo concorrente.

Complimenti Dottoressa Danma, un argomento davvero molto interessante...
... Allora io intanto mi avvio in direzione della mensa.
Ci vediamo lì...


Ipotizzava che forse le due amiche avessero da parlare e dunque lasciò loro il tempo per farlo.
Ricordava piuttosto bene le indicazioni riguardanti l'ubicazione della mensa e voleva sperare che lo facessero mangiare, pur essendo arrivato in anticipo.
Fortunatamente, quel badge ricevuto al bancone informazioni si rivelò fondamentale anche al fine di farsi ugualmente riconoscere come docente.
Riempito il proprio vassoio, scelse accuratamente un tavolo libero con quattro posti, immaginando che Nausicàa e Fujiko arrivassero da un attimo all'altro.
C'era però un piccolo tarlo che continuava ad agire nella sua mente al quale era tornato a fare attenzione giusto da qualche minuto.

Possibile che nello Spirito della Dottoressa Danma possa aver captato... Delle scintille elettriche?
... Per lasciare un'impronta di Elemento così prepotente il Gildato dovrebbe avere una affinità altissima.
Da quel che ricordo, Nau mi ha detto che suo fratello è un Ignis del Fulmine ma di secondo stadio.
Troppo poco, almeno credo...
E poi anche lei è un secondo stadio del Ghiaccio, quindi non è certo così semplice imprimere un Elemento tanto opposto e per una lunga durata...


Ma forse poteva pure essersi sbagliato, in fondo lo aveva capito quanto il suo trascorso potere con il Vento fosse ancora da recuperare e migliorare.
All'arrivo di Fujiko nel caso avrebbe provato ad effettuare un secondo controllo per sicurezza, ma senza la necessità di approfondire.
In fondo era fatti suoi di chi frequentasse o con quali Gildati avesse a che fare.
Non appena vide le due donne comparire, fece loro cenno per far sì che lo vedessero, aspettando di essere raggiunto.
Assurdo come invece, anche a metri e metri di distanza, l'eccitazione della Patroklos fosse ancora più vivida che mai.
Avatar utente
Typhon
Terran Huracanum
Terran Huracanum
 
Grado: 11+
 
Messaggi: 353
Iscritto il: 11/11/2011, 22:21

Messaggioda Nausicàa » 28/01/2020, 1:32

... E a lei, Professoressa Danma, è piaciuta?

Fujko non voleva dare ascolto al calore che proveniva dal suo cuore.
Aveva preso una decisione molto ferrea, quasi dieci anni prima, e l'aveva portata avanti con convinzione, sentendosi nel giusto, sentendosi protetta da qualcosa che poteva solo farle del male.
Il suo amore per Itsuki era stato ricco di tutte quelle esperienze che molti si potevano solo sognare.
C'era complicità, divertimento, passione, a volte anche incomprensione, ma tutto era risolvibile, tutto era superabile, perché sembrava che un grosso magnetismo li mantenesse sempre gravitanti uno verso l'altro.
Quella forza di gravità però si era spezzata, un giorno, quando aveva scoperto che Itsuki aveva trascinato l'unica altra persona importante della sua vita, Kisuke, fra le braccia della yakuza.
Non lo aveva più perdonato. Nemmeno in quel momento, se se lo fosse trovato davanti, sarebbe riuscita ad accettare le sue scuse.
Eppure accadevano episodi, nella sua vita, che mai avrebbe previsto potessero generare malinconia e nostalgia di quel suo amore passato.
Quando Typhon fece quell'esibizione improvvisata in aula, la Danma rimase sinceramente colpita dalla sua bravura.
A differenza della migliore amica, lei non provava un trasporto particolare per il brano, per l'uomo che lo stava cantando o per la voce. Tuttavia egli riuscì a portarle alla mente una caratteristica dell'Amakura che l'aveva sempre affascinata e che, con prepotenza, si stagliò nella sua mente, agitandola al punto da far agire immediatamente l'elemento.
Era il Ghiaccio che proteggeva Fujiko dal ricascare in certi errori. Il Ghiaccio che le impediva di incrinarsi. Sempre il Ghiaccio che l'aiutava a sopportare la lontananza.
Ma in quel momento il suo Elemento era fin troppo instabile per riuscire a bloccare determinate sensazioni, senza l'aiuto di un esterno.
Nausicàa era troppo presa dalla canzone e dall'uomo che la cantava per rendersi conto di qualcosa, ma per il Seal fu tutto diverso.
Comprese che qualcosa aveva turbato la Danma ed agì, senza alcuna difficoltà, regalando un po' di vigore all'Elemento della giapponese sfruttando le doti del proprio.
Un gesto che fu non solo gentile, ma anche incredibile per lei.
Fissò Typhon con sguardo sorpreso, poi lo ringraziò con un cenno del capo, lasciando infine campo libero alla migliore amica.

È stata un'esecuzione esemplare, difficile non apprezzarla professor Seal.

Che cosa ci si poteva aspettare da un'Acuan del Ghiaccio?
Non certo un giudizio caloroso.
Se si voleva ottenere qualcosa di simile ad una risata entusiasta, un sorriso smagliante ed uno sguardo rapito, per quello bisognava rivolgersi alla professoressa Patroklos.
Nausicàa non perse altro tempo, lasciando la lezione nelle mani della migliore amica e portando via con sé l'Uragano.
Sarebbe stata via solamente pochi minuti, ma non avendo specificato nulla a Fujiko, per lei si sarebbe anche potuta assentare le ore.
Non era così poco professionale la greca, per quanto il pensiero di stare finalmente da sola con il Terran l'aveva inebriata.
Cercò un'aula vuota e non appena l'ebbe trovata, la giovane donna si chiuse lì dentro con il suo nuovo collega, reclamando finalmente le attenzioni dovute.

E adesso puoi darmi un saluto più adegua-...

Non la fece nemmeno finire di parlare e questo era ciò che Nausicàa voleva esattamente.
Le loro bocche si incontrarono vogliose e desiderose l'una dell'altra, le lingue si intrecciarono immediatamente, i respiri, la saliva, vennero scambiati fra di loro, avvinghiati come due adolescenti in piena tempesta ormonale.
Ad un certo punto la Patroklos chiese anche un maggior contatto fra i loro elementi, una comunione spirituale che doveva essere meravigliosa, intensa, fantastica.
Non si aspettava che la sua Acqua sarebbe stata investita da una tale potenza fatta di Vento.
Quando infine si staccò dal Seal, la testa le vorticava ed ella non riusciva nemmeno a reggersi in piedi, sentendosi a dir poco meravigliosamente male.

Gira tutto... Ahahahah...
Credo proprio che sarò costretta ad appoggiarmi a te...


Come se la cosa le dispiacesse.
Posò la fronte sopra il petto dell'uomo, chiudendo gli occhi per qualche istante ed inspirando profondamente il suo profumo.
Sapeva di fresco e pulito, segno che avesse fatto probabilmente la doccia quella mattina. Un odore che non le dispiaceva affatto, anzi lo gradiva tanto quanto quello naturale della pelle.
Non appena riuscì a riacquistare equilibrio, finalmente la greca fu pronta a fare tutte le dovute domande al Seal, domande che si volgevano curiosamente verso la canzone appena ascoltata.

... Devo pensare che sia tutta una sorpresa costruita appositamente per me oppure...

Mi piacerebbe fregiarmi di un piano così perfettamente riuscito, ma temo sia stato tutto frutto della casualità...

Quella canzone... Sei stato incredibile...

... Lo so...

Mi piacciono le persone modeste...

Disse, con una risata deliziosamente divertita.

E corrisponde al vero?

Di che parli?

Quest'uomo è innamorato...?

... E questa donna è esageratamente curiosa... ?

Troppo curiosa... Ma la colpa è solo tua...

Scaricare il barile era la sua specialità, lo faceva ormai da anni con la sua vittima preferita.
In quel caso però non c'era da dare la colpa a nessuno, anche se la Patroklos lo fece, quasi come scherzo.
Restavano solo pochi minuti prima che dovessero forzatamente separarsi e né l'uno né l'altro avevano intenzione di sprecare quel tempo prezioso solo a chiacchierare.
Le mani dell'uomo si insinuarono quasi subito sotto la maglietta della giovane donna, che lo lasciò fare, eccitata al solo tocco.
Erano mani ruvide e calde, che avevano lavorato la terra, che presentavano qualche imperfezione data dall'eccessivo uso in opere manuali.
Ma in quel momento erano solo eccitanti, specie quando raggiunsero la zona del seno, libero da qualunque costrizione.
Un trofeo troppo ghiotto per lasciarselo sfuggire in quel momento.
Typhon non ci pensò due volte ad afferrare la giovane donna per i fianchi, farla impattare con la schiena al muro e sollevarle quella maglia così ridicolamente larga.
Scoprì immediatamente ciò che si celava sotto e la visione lo mandò in estasi, spingendolo a far impazzire di nuovo anche lei, attraverso il Vento.
Non avrebbe comunque opposto resistenza la Patroklos, troppo impegnata a godere, ad eccitarsi, a sentirsi sempre più umida.
Presa in braccio, sollevata e attaccata al muro, ella dovette subire la tortura più piacevole che le fosse mai capitata.
Le gambe si strinsero automaticamente intorno alla vita del Seal, così che le mani di lui finissero sotto il sedere della bella docente universitaria.
Quella posizione inoltre le permise di sentire qualcosa di voluminoso premere contro la propria intimità, una sensazione che diede ancora più vigore all'Acqua.
Quando infine Typhon la fece tornare giù, Nausicàa si rese conto di avere il fiato corto. Non credeva di aver ansimato, eppure era accaduto e sperava tanto che nessuno avesse sentito i gemiti di piacere della giovane donna.

Allora... Fa meno male il petto?
... Ho ricomposto un po' di pezzi del tuo cuore infranto?
Adesso puoi smettere di fare il muso ai tuoi poveri studenti, Dottoressa misera e tapina...


Mmmh... Sì, direi che ti sei fatto perdonare abbastanza...

Trama, non voleva proprio darle tregua!
Quelle dita continuavano a stuzzicarla, quella bocca si impossessava della sua gola e presto, ne era certa, la barba ruvida le avrebbe lasciato dei segni che sarebbero stati difficili da nascondere.
Ma non le importava, a dirla tutta, in quel momento la giovane donna non desiderava altro che quel contatto, un contatto che le era mancato e che aveva desiderato molto.
La mano della Patroklos accarezzò il capo dell'uomo che la stava possedendo solamente con quei baci, scendendo lunga la nuca, poi le spalle, il petto e andando spedita, senza alcun pudore, nella zona più bassa.
Non era timida, non lo era affatto, anzi, non le mancava l'intraprendenza.
Un'intraprendenza che la spinse ad accarezzare il bozzo da sopra i pantaloni, saggiandone già la grandezza di qualcosa che sicuramente non l'avrebbe lasciata affatto insoddisfatta.

... Posso essere totalmente sincera con te?
... Mi rende ancora più felice sapere che qua sotto hai... Una certa sostanza...


Non era venale come la migliore amica, che ormai si stava abituando anche troppo a dimensioni esagerate.
La Patroklos, come lei, aveva avuto diversi partner, diverse esperienze e diverse misure.
Non disdegnava gli uomini normali, ma si sentiva particolarmente felice quando ne trovava di ben dotati.
Non poteva ancora dire a quale categoria appartenesse l'Uragano, non poteva certo rovinarsi la sorpresa in quel modo.
Ma la consistenza e la grandezza si potevano sentire anche da così e questa era una cosa che, in tutta onestà, faceva sentire la greca ancora più galvanizzata.
Ripresero a baciarsi di nuovo, nel silenzio e protetti dal buio di quell'aula, fino a quando entrambi si resero conto che il tempo a loro disposizione fosse ormai concluso.
Typhon si staccò da lei, che lo lasciò andare quasi a malincuore.
Avevano parlato pochissimo e agito tanto, ma questo era il bello forse.
Che entrambi non sentissero necessariamente il bisogno di parlare.

... Vogliamo tornare ai nostri doveri?

Immagine


Oh no. Non poteva guardarla in quel modo e pensare che lei riuscisse poi ad uscire da quell'aula.
Era follia, pura ed autentica follia!
Nausicàa scosse la testa, avvinghiandosi nuovamente a lui per strappargli via un altro bacio.
Era un bacio che si bloccava ogni volta, solo per poter aprire gli occhi ed imprimersi nella mente quei particolari di lui che la facevano impazzire.
Come lo sguardo intenso, a volte corrucciato.
E quei fili grigi in mezzo alla barba ed ai capelli.
La mascella squadrata, le fossette.
Tutto era troppo bello, troppo perfetto, persino quei difetti come il naso un po' storto, che però lo rendevano ancora più affascinante.

Niente più sguardi sexy e provocanti quando devo fare lezione...
Altrimenti giuro che ti chiudo per almeno due ore nella prima aula vuota che trovo!
D'accordo... Possiamo andare, adesso...
Ma prima...


Si strinse forte contro di lui. Respirò di nuovo il suo profumo, ascoltò il battito del suo cuore, cercò di mantenere quanto più a lungo possibile quel contatto.
Sapeva che una volta fuori, avrebbe dovuto fare finta di niente.
Ma ci teneva a dirgli quello che aveva provato, non appena lo aveva rivisto.

... Ho appena scoperto che mi sei mancato... Davvero tanto...

Post Lezione


Complimenti Dottoressa Danma, un argomento davvero molto interessante...
... Allora io intanto mi avvio in direzione della mensa.
Ci vediamo lì...


Fujiko attese che Typhon fosse ben lontano, prima di rivolgere uno sguardo piuttosto freddo e scontroso verso la migliore amica.
Non aveva perdonato alla Patroklos di averla abbandonata in quel modo, era un comportamento non solo infantile, ma anche rischioso!
Se qualcuno avesse visto lei e l'Uragano intenti in una tresca, qualcuno che fosse un Gildato, come avrebbe potuto giustificarsi la greca?
Doveva stare attenta soprattutto al professor Lamarck, mentre non nutriva alcun pensiero nei confronti di Haytham Ravnick.
Era stato lui a dare quella soffiata a Nausicàa, per cui se l'avesse vista pomiciare con il Seal, probabilmente al massimo le avrebbe fatto un bel pollice in su.

Stai sorridendo troppo...

E tu sei troppo immusonita!

Vorrei ben vedere!
Mi hai abbandonata così su due piedi...


Ma solo per pochi minuti, non farne una tragedia!

Nausicàa, ti rendi conto del pericolo che stai correndo?!

Il pericolo di innamorarmi?
Perché temo ormai di esserci cascata...


Sii seria, per favore!
Qui non si scherza, quella persona non è una come tante, lui è...


Unico, volevi dire questo, vero?

... No, decisamente no.

Allora qualunque cosa stavi per dire, non dirla.
Senti, lo so che sei arrabbiata con me perché hai dovuto intrattenere una folla di studenti incuriositi più da me e dal nuovo professore, piuttosto che dai tuoi sudatissimi appunti...


Mmmmh...

... Ma non far ricadere il tuo dispiacere su di me o su quello che sto stringendo con Typhon.
Non voglio farlo soffrire... Sinceramente mi balla ancora la testa, mi sento come se mi avessero messo le ali ai piedi...


Una descrizione calzante, direi...

Non mi capitava di incontrare una persona così da tantissimo tempo... E sinceramente non voglio lasciarmi sfuggire l'occasione di stringere con lui un legame più forte.
Poi se questo dovesse portarci al matrimonio o ad una splendida amicizia... Così sia!
Lasciamo che la vita vada avanti!
Hakuna Matata, amica mia...


Che?

Hakuna Matata!
Non hai mai visto il Re Leone?


Quel vecchio cartone animato babbano, dove ci sono animali parlanti che personificano emozioni e comportamenti umani?

... Un giorno te lo farò vedere... E dire che sei tu la NataBabbana...

Ciò non fa di me una fan sfegatata di cartoni animati, Nana...

Conversazioni di alto livello a parte, le due migliori amiche raggiunsero presto la mensa dell'istituto, trovando quasi all'istante il Seal seduto ad un tavolo, in loro attesa.
Dopo aver riempito i vassoi, le due donne si poterono finalmente accomodare al tavolo, Nausicàa sistemandosi accanto all'uomo e la Danma di fronte alla greca.

Se ti dicessi "Hakuna Matata", che cosa penseresti?

Attento a ciò che risponde, collega, potrebbe farle una lezione di vita partendo da un semplice cartone babbano.
Piuttosto come si è trovato in classe con studenti più adulti?
So che ad Hogwarts lei si occupa ogni tanto di sostituire la docente di ruolo... Le è risultato tutto più semplice oppure trova che ci sia più difficoltà?


Ci devi anche dire come mai sei arrivato in anticipo rispetto al previsto!
Ti aspettavo...


Coff coff...

... Mi aspettavo che saresti arrivato fra qualche giorno.

Così va un po' meglio...
Ora deve solo smettere di dargli del tu ed il gioco è fatto...
Avatar utente
Nausicàa
Acuan dei Fiumi
Acuan dei Fiumi
 
Grado: 11
 
Messaggi: 16
Iscritto il: 15/01/2018, 23:33

Messaggioda Typhon » 02/02/2020, 23:28

Fujiko probabilmente faceva bene a preoccuparsi per la migliore amica.
Il livello di intesa raggiunto da lei con l'Uragano era piuttosto elevato e per di più dopo pochissimo tempo.
Non una frequentazione continua, non diversi incontri o appuntamenti, ma quasi una totale relazione epistolare.
Se bastava così poco per farli sentire così legati, come sarebbe andata a finire con una vicinanza stretta come quella fra colleghi di lavoro?
Occhi negli occhi, quei due "ragazzini" vivevano una storia proibita e strana, risultato di due realtà tanto lontane, quanto affini.
Per Nausicàa era il primo sentimento sbocciato in quel modo così improvviso, per quel Typhon invece era semplicemente il primo sentimento e basta.
Ma nella sua matrice di esistenza ed essenza c'era il ricordo empirico di altri sentimenti trascorsi e passati, come quello con Alexis o con Aryanne.
Faceva strano pensare che in realtà, per lui, non fossero mai esistiti, non in quella dimensione, ma la Patroklos riusciva facilmente a non farcelo tornare con la mente.

... Ho appena scoperto che mi sei mancato... Davvero tanto...

Io l'ho scoperto quando sono arrivato stamattina...
... Ed ho saputo che non ti avrei vista fino a domani.


Un abbraccio. Niente di più elementare di un abbraccio, ma intriso di calore e complicità.
Rimasero stretti l'un l'altra per alcuni secondi, quasi come se fossero destinati a non rivedersi per altri cinque mesi.
Ed invece non era affatto così, potevano percepire l'unione degli Elementi pur non potendosi tenere per mano o stare molto a contatto per il corridoio.
Il rientro in classe fu abbastanza celere e la lezione poté proseguire senza intoppi fino all'orario del pranzo.
Dopo di che il Terran del Vento per eccellenza anticipò le due amiche in mensa, aspettando il loro arrivo presso un tavolo libero.

Ben arrivate.

Se ti dicessi "Hakuna Matata", che cosa penseresti?

Hakuna...

Attento a ciò che risponde, collega, potrebbe farle una lezione di vita partendo da un semplice cartone babbano.

... Spiacente per la professoressa Patroklos e la sua voglia di dispensare lezioni, ma sono piuttosto ferrato in filosofia...

Voleva davvero mettere alla prova colui che, al matrimonio dell'Erede dell'Acqua, aveva usato come tema nuziale "In fondo al mar"?
Peccato davvero che né la Danma, né la Patroklos fossero state alla sfida dei Gildati contro i Druidi, sopratutto la seconda sarebbe rimasta estasiata dalla performance.
Memorie così strane, appartenenti a lui ma non del tutto, perché erano solamente condivise, non concrete e davvero trascorse.
Ogni situazione era motivo per lui di restare un attimo interdetto da quell'assurdo caso, già, perché la sua venuta in quel modo non era altro se non quello.
Ma alla fine, che differenza poteva esserci con le gravidanze indesiderate e poi portate a termine? L'importante era nascere, giusto?

Piuttosto come si è trovato in classe con studenti più adulti?
So che ad Hogwarts lei si occupa ogni tanto di sostituire la docente di ruolo... Le è risultato tutto più semplice oppure trova che ci sia più difficoltà?


Se dovessi basarmi esclusivamente sull'esperienza odierna, penso che il mio giudizio ne uscirebbe distorto, Professoressa Danma.
La sua lezione è stata esposta con trasparenza e precisione esemplari che anche un bambino di cinque anni sarebbe riuscito a comprenderla.
... Credo sarà più opportuno rivolgermi questa stessa domanda non appena tenterò con una mia lezione personale, che sperò vorrà farmi l'onore di seguire.


No, niente a che vedere proprio con il Typhon Seal più giovane ed appartenente a quella linea di dimensione temporale e spaziale.
Nel tono parlato di quell'Uragano c'era l'efficenza linguistica di un uomo adulto fatto e finito, più vicino ai quaranta che ai trenta.
Un maschio che sapeva essere lusinghiero ma lo faceva con assoluta sincerità, perché Fujiko se lo meritava proprio.
Erano due femmine molto più esperte di lui nel campo degli studi con giovani più grandi, quindi avrebbe carpito quanto più possibile.
Non menzionò Nausicàa nella proposta di partecipazione solo perché la sua presenza, beh, la dava per scontata.

Ci devi anche dire come mai sei arrivato in anticipo rispetto al previsto!
Ti aspettavo...


Coff coff...

... Mi aspettavo che saresti arrivato fra qualche giorno.

La Consigliera Acuan si è presa l'incarico di portare a termine le supplenze da me preparate, è stata davvero gentile e disponibile.

Martha era una massima esperta nel campo dell'Abilità Magica e un po' di argomenti tranquilli di Erbologia non avrebbero costituito un problema.
Inoltre Typhon le aveva anche lasciato la maggior parte dei propri appunti, con note a piè pagina contenenti riferimenti su libri e dispense.
Di sicuro quello di Hogwarts e dell'Istituto erano due mondi tanto differenti, a cominciare per esempio dagli ambienti circostanti, nonché il clima.
Anche la zona dove mangiare non aveva niente a che vedere con il Castello, possibile poi che al servizio di preparazione non ci fossero elfi ma umani.
I fratelli Ravnick non si erano per niente risparmiati e dire che il nuovo Laboratorio si diceva fosse anche più all'avanguardia.

Ho trascorso qualche minuto nel mio alloggio, mi è parso quasi di trovarmi in un vero albergo extra moderno babbano.
Gli impianti magici sono impressionanti, è quasi tutto automatizzato e incantato, per non parlare del sistema di allarme avanzato.
Invece voi abitate all'esterno del campus, ricordo bene?


Si fece raccontare un po' di particolari in merito al luogo dove vivessero e le caratteristiche dei quartieri.
Per lui quella zona dell'Europa era completamente nuova e tutta da esplorare.
Quasi certo che la greca si offrisse volontaria per fargli da guida, proposta ben più che accettata, per altro.
Sapeva comportarsi mantenendo un basso profilo, come un piccolo refolo d'aria che poteva diventare un tornado da un attimo all'altro.
All'apparenza Fujiko e Nausicàa per lui avevano lo stesso grado di importanza e nessuno dall'esterno avrebbe saputo individuare il suo reale interesse.

Secondo te lo hanno puntato entrambe?

Beh se così fosse io dò la Professoressa Danma vincente...

Ma no, la Professoressa Danma deve sposare il Professor Lamarck!

No perché il Professor Lamarck me lo sposo io!

Ahahahah...

Due ragazze chiacchierone, non essendosi accorte di avere proprio i tre professori al tavolo dietro il loro, parlarono liberamente a tono udibile.
Erano la Signorina Wong e la Signorina Ravel, due delle allieve rimaste più attratte e stupite dalla precedente canzone di Typhon.
L'Uragano sorrise scuotendo appena la testa, senza dire assolutamente niente, anche perché forse sarebbero intervenute direttamente le due amiche.
In ogni caso, cogliendo proprio il discorso avanzato dalle due sgallettate più avanti, il Seal poté introdurre un nuovo argomento di conversazione...
... Oltre forse a scatenare un po' di tremolio nel Ghiaccio della prosperosa orientale davanti a sé.

A proposito, non certo per qualche interesse personale ma giusto per chiacchierare, frequenta qualcuno Dottoressa Danma?
La sua collega mi ha parlato del profondo rapporto che ha con suo fratello, ma non ha menzionato alcun partner.
... Mentre lei, invece, Dottoressa Patroklos, che mi dice, ha una qualche vita amorosa per caso?


Non dimostrò apertamente di cogliere eventuali variazioni nello Spirito della giapponese, insomma, era abbastanza scortese.
Ma se fosse stata l'eccitazione a percepire, distintamente, oltre che l'imbarazzo, avrebbe fatto appello a tutto il proprio autocontrollo.
Di sicuro sarebbe stato più semplice comprendere perché Nausicàa non fosse scesa nei particolari.
Bevve un sorso d'acqua, continuando a mangiare come nulla fosse, non ricevendo probabilmente nessun quesito analogo.
Entrambe sapevano che teoricamente la sua fosse una condizione di maschio sposato e non era necessario che lo sentissero anche gli studenti non Gildati.

... Chi sarebbe questo Professor Lamarck?
Tra l'altro... Lamarck proprio come il famoso Scienziato Babbano?
Esiste un qualche nesso familiare tra loro?
Avatar utente
Typhon
Terran Huracanum
Terran Huracanum
 
Grado: 11+
 
Messaggi: 353
Iscritto il: 11/11/2011, 22:21

Messaggioda Nausicàa » 16/02/2020, 21:45

... Ho appena scoperto che mi sei mancato... Davvero tanto...

Io l'ho scoperto quando sono arrivato stamattina...
... Ed ho saputo che non ti avrei vista fino a domani.


Si sentiva come una ragazzina la Patroklos, con le farfalle nello stomaco, la testa che girava, il cuore che batteva a mille e la voglia incontenibile di non staccarsi mai, MAI, da quell'uomo. Era difficile per lei riuscire a contenersi, perché solamente una volta aveva provato un trasporto così intenso nei confronti di un'altra persona e quel trasporto l'aveva messa, in seguito, parecchio nei guai.
Comprendeva perché Fujiko temesse una relazione fra lei e l'Uragano: non era difficile solamente perché nessuno sapeva che egli fosse una copia dell'originale, ma anche per la tendenza della Patroklos a combinare follie quando... Be', quando si innamorava.
Che fosse già innamorata del Seal o meno, nemmeno la greca lo sapeva, perché la ragione, la logica le diceva che tutto fosse assurdo, che non potesse sentirsi già così tanto bene ed in sintonia con una persona conosciuta da così poco.
Eppure il mistero che aleggiava intorno a Typhon la attraeva, piuttosto che spaventarla. Non vedeva l'ora di scoprire quanto più possibile su di lui, una condizione forse desiderata anche dallo stesso Gildato. Era come nato da poco e non aveva la più pallida idea di chi egli fosse. Una condizione difficile, che però una persona come Nausicàa sapeva alleggerire, attraverso la spontaneità del suo comportamento.
Per lei, Typhon era reale e concreto come non mai dal momento che poteva toccarlo, stringerlo, udirne la splendida voce o respirarne il profumo. Forse, se avesse dovuto basarsi solo sulla vista, avrebbe anche potuto credere che egli non fosse reale, ma tutti i suoi sensi glielo confermavano, così come l'Elemento, che si legava volentieri a quello del Terran.
Il post lezione fu il momento perfetto per condividere con l'uomo un po' di sana quotidianità. La mensa dell'istituto offriva tutto ciò di cui si aveva bisogno e le chiacchiere degli studenti riempivano sicuramente la mente del Seal di ricordi che si facevano sempre più concreti man mano che egli acquisiva ancora più vita.
Inoltre, pur non avendolo espresso apertamente, Fujiko era pronta ad accogliere tranquillamente Typhon nella sua cerchia di amici e conoscenze, non ostracizzandolo né per la sua condizione né per la preoccupazione che provava nei confronti dell'amica.
Ligia ai propri doveri, ella era in grado di trattare tutti quanti in maniera giusta ed equa, almeno fino a quando non fosse accaduto qualcosa che le facesse cambiare idea. Come era successo ad Itsuki Amakura, il suo più grande amore nonché disgrazia. Ricordava sempre con molta amarezza i momenti trascorsi con l'italo-giapponese, sia per la nostalgia che tentava di venir fuori -bloccata dal Ghiaccio- sia per l'acredine che si era sviluppata per via del fratello.
Non riusciva a perdonargli di aver coinvolto Kisuke nella yakuza, gliene attribuiva la colpa perché conosceva bene il suo gemello e sapeva quanto all'epoca fosse facile per lui prendere l'Amakura come un modello. Quei pensieri molesti erano riaffiorati a seguito della canzone cantata dall'Uragano, ma fu facile appellarsi al Ghiaccio e congelarli, prima che disturbassero troppo la mente della Danma.

Se ti dicessi "Hakuna Matata", che cosa penseresti?

Hakuna...

Attento a ciò che risponde, collega, potrebbe farle una lezione di vita partendo da un semplice cartone babbano.

... Spiacente per la professoressa Patroklos e la sua voglia di dispensare lezioni, ma sono piuttosto ferrato in filosofia...

Visto?
Il professor Seal possiede un bagaglio culturale di sicuro più vasto del tuo, Fujiko.
Dovresti prendere esempio!


Sbuffò divertita l'Assistente Scientifica, sedendosi al fianco della migliore amica che rideva felice e gioiosa. Un'altra bella qualità quella di Typhon di conoscere determinate cose facenti parti del mondo babbano, questo pensò quando l'uomo le rispose con scioltezza e sicurezza.
Purtroppo né lei, né la giapponese avevano assistito all'esibizione del Seal durante le sfide contro i Druidi, un vero e proprio rammarico da un lato, ma anche una fortuna dall'altro. Le avrebbe fatto strano ripensare a quel Typhon sposare l'Erede del Fuoco, mentre lei ora stava flirtando con la sua versione più adulta, venuta dal futuro.
A volte la prendeva la curiosità di conoscere quale fosse stata la vita del Seal che aveva davanti, che cosa avesse patito, se provasse ancora un sentimento nei confronti di sua moglie. Non lo sapeva e non osava chiederlo al momento, aspettando con pazienza che le cose fra di loro si facessero più strette per azzardarsi a dimostrarsi un pochino gelosa di quella che in teoria doveva essere la sua compagna a tutti gli effetti.

So che ad Hogwarts lei si occupa ogni tanto di sostituire la docente di ruolo... Le è risultato tutto più semplice oppure trova che ci sia più difficoltà?

Se dovessi basarmi esclusivamente sull'esperienza odierna, penso che il mio giudizio ne uscirebbe distorto, Professoressa Danma.
La sua lezione è stata esposta con trasparenza e precisione esemplari che anche un bambino di cinque anni sarebbe riuscito a comprenderla.
... Credo sarà più opportuno rivolgermi questa stessa domanda non appena tenterò con una mia lezione personale, che spero vorrà farmi l'onore di seguire.


Assolutamente, sono molto curiosa di scoprire le sue qualità di docente e non mancherò di certo...
... Sempre che la Dottoressa Patroklos non voglia sbolognarmi un'altra lezione.


La piccola frecciatina gelida venne detta rivolgendo lo sguardo verso Nausicàa, che fissò la migliore amica mimando un'espressione innocente ed offesa, davvero piuttosto buffa.

Dottoressa Danma!
Non avrà davvero pensato che io volessi scaricare su di lei le mie responsabilità, al solo scopo di ottenere un mio vantaggio personale?
Ho solo pensato che, avendo fatto tardi per l'immenso lavoro che ha svolto, sarebbe stato per lei più gratificante istruire queste giovani menti direttamente, piuttosto che attraverso le mie labbra...


Un'altro sbuffo da parte di Fujiko, che decise semplicemente di lasciar perdere e andare avanti con la conversazione, evitando di tornare ancora sull'argomento. Fortuna volle che anche lo stesso Uragano aiutò a far proseguire la conversazione fra loro, escludendo una volta per tutto quanto accaduto poco prima in aula.

Ho trascorso qualche minuto nel mio alloggio, mi è parso quasi di trovarmi in un vero albergo extra moderno babbano.

Fa questo effetto a molti, è vero.

Gli impianti magici sono impressionanti, è quasi tutto automatizzato e incantato, per non parlare del sistema di allarme avanzato.

I fratelli Ravnick non hanno proprio badato a spese, questo Istituto ed il Laboratorio annesso dovevano essere un completo omaggio all'Avanguardia ed al Progresso.

Invece voi abitate all'esterno del campus, ricordo bene?

Esatto, entrambe abbiamo una casa di nostra proprietà, io a Larnaca...

... Ed io invece un appartamento a Nikaia.
Lei invece dove abita attualmente, professor Seal?


Chiese piuttosto curiosa la giapponese, curiosità condivisa anche dalla migliore amica. Tuttavia, che fosse riuscito a rispondere o meno, l'Uragano e le due donne furono ben presto oggetto di chiacchiere da pettegolezzo, portate avanti da alcune studentesse dello stesso corso tenuto da Typhon.

Secondo te lo hanno puntato entrambe?

Beh se così fosse io dò la Professoressa Danma vincente...

Ma no, la Professoressa Danma deve sposare il Professor Lamarck!

No perché il Professor Lamarck me lo sposo io!

Ahahahah...

Fujiko... Devi forse dirmi qualcosa?

Era chiaro come il sole che a Nausicàa non desse fastidio essere oggetto di chiacchiere futili, non trovandoci nulla di sbagliato né di preoccupante. A differenza invece della Danma, la quale non era poi così bacchettona da non permettere certi tipi di pettegolezzi, bensì reputava stupido farlo senza essersi prima appurati che i diretti interessati non fossero a portata di orecchie.
Tuttavia, in quel frangente, un minimo di apprensione le venne, almeno per quanto riguardava la migliore amica. Meglio che quelle due studentesse pensassero fosse lei in lista per ottenere Typhon, perché almeno dal suo atteggiamento sarebbe stato facile smentire quella voce.

A proposito di cosa?

Tu e il professor Lamarck... C'è forse un fondo di verità?

Se ci fosse te lo avrei già fatto sapere, non credi?

Non lo so... A volte ho come l'impressione che tu mi nasconda qualcosa...

Adesso ci facciamo anche prendere dalle paranoie, Nana?
Piuttosto, mi dispiace che lei sia diventato subito oggetto di chiacchiere, professor Seal...


A me no, ahahahaha, è così divertente!
Certo la colpa è anche sua, se fosse un po' meno affascinante nessuno spettegolerebbe su di lei...


A quella uscita, fu difficile per la Danma non tirare un bel calcio nello stinco della greca, cercando di farle capire che non fosse proprio il caso di lasciarsi sfuggire certe parole, specie a fronte del fatto che già girava la voce di un presunto interesse da parte loro per il Seal.
A parte un "ouch!" ed uno sguardo un po' risentito, non ci furono però altri scambi di sguardi o di parole fra le due Dottoresse, che di certo sapevano in coppia rallegrare la giornata a chiunque.

A proposito, non certo per qualche interesse personale ma giusto per chiacchierare, frequenta qualcuno Dottoressa Danma?
La sua collega mi ha parlato del profondo rapporto che ha con suo fratello, ma non ha menzionato alcun partner.


Per un solo singolo istante, Fujiko temette che Nausicàa avesse aperto fin troppo la bocca, parlando di un fatto estremamente privato e che non desiderava venisse divulgato a chicchessia. Bastò quella piccola crepa nel suo Ghiaccio per far intuire a Typhon qualcosa, il desiderio sessuale, l'imbarazzo ed il timore di essere scoperta e giudicata. Poi però, così come si era formato, l'Elemento si ricompose, senza farle perdere nulla del suo abitudinario aplomb.

Chissà quante altre cose le avrà raccontato di me, Nana...
Forse sarebbe stato meglio se si fosse concentrata più su sé stessa.
In ogni caso sì, ho un legame molto forte con mio fratello, anzi il mio gemello.
Quando nostra madre è morta mi sono occupata io di lui, anche se in realtà avevamo la stessa età...


E si può dire che tu non abbia mai smesso.

Se Kisuke imparasse a mettere la testa a posto, non dovrei preoccuparmi così tanto!

Be', qual è il problema?
Ha un buon lavoro, è indipendente, non ha più avuto guai con nessuno di recente no?
Gli manca solo la ragazza e potrai smetterla di comportarti come sua madre e scaricare il compito alla sua fidanzata!


Fu piuttosto arduo e tortuoso il giro che fece la mente della Danma. Pensare a Kisuke fidanzato la ricondusse ad Anko, la ragazza di cui era innamorato. Anko la ricondusse però inevitabilmente ad Itsuki, la persona che ella voleva sposare. E pensare ad Itsuki provocò di nuovo quel senso di malessere che era difficile da comprendere per chi non conoscesse tutta la storia.
Typhon avrebbe potuto credere forse, se avesse sondato il suo Elemento, che ella fosse malinconica ed arrabbiata perché non desiderava che il fratello stesse con un'altra. In verità era tutto il contrario, ella lo desiderava tantissimo, ma il suo cuore, ogni volta che per caso sfiorava il pensiero di Itsuki, non sapeva darsi pace, nemmeno una volta. Allora la Danma diventava più fredda, più gelida, nascondendo dietro il fastidio ciò che realmente continuava a provare per l'Amakura.
Fu Nausicàa che la riscosse dai suoi pensieri, persa per pochi attimi di secondo, ma subito pronta a proseguire la conversazione.

... Fujiko?

Scusami, per un attimo stavo ricordando una cosa...
Comunque, tornando al discorso di prima, al momento non ho... Nessuna frequentazione...


Immagine


... Mentre lei, invece, Dottoressa Patroklos, che mi dice, ha una qualche vita amorosa per caso?

Direi più vita avventurosa, ma ultimamente ho conosciuto una persona davvero interessante, affascinante e sexy, con cui mi sto trovando molto, molto bene...

Non aveva chissà quante frequentazioni la Patroklos, giusto qualcuno ogni tanto e poi il resto era tanto lavoro e tanti guai. Ma volle anche sottolineare al Seal che finalmente la sua attenzione si fosse focalizzata su di lui, così, per puro caso, non riuscendo più a distoglierne i pensieri.
Fujiko era troppo occupata a nascondere i propri di segreti per cercare di tenere a freno quelli della Patroklos. Per questo motivo la greca poté lanciare uno sguardo più intenso ed un sorriso più complice al Terran, trattenendo la voglia che aveva di stringergli la mano e carezzarne la pelle dura e a tratti ruvida.

... Chi sarebbe questo Professor Lamarck?
Tra l'altro... Lamarck proprio come il famoso Scienziato Babbano?
Esiste un qualche nesso familiare tra loro?


Una volta gliel'ho chiesto per mia curiosità personale e mi ha risposto di sì!
Discende proprio da quel famoso Scienziato Babbano.
A parte questo, il professor Lamarck è un altro docente di questo istituto.
Si occupa di MacroBiologia Storica, ha all'incirca la nostra età, ed è veramente... Com'è che lo hanno definito le studentesse, Fujiko?


Un gran figo.

Proprio così.
Ha una voce incantevole, davvero, a volte vado in confusione quando mi parla perché perdo più tempo a sentirlo parlare che ad ascoltare ciò che ha da dire...


Ma abbiamo scoperto di non essere le uniche, vero Nana?

Oh no!
A quanto pare è un fenomeno che interessa tutte le femmine e i gay dell'istituto, ahahahah!


A volte Nausicàa parlava in maniera troppo libera ed aperta, spontanea, senza pensare alle conseguenze di ciò che stava dicendo. Ammettere con assoluta innocenza che c'era un uomo in grado di confonderla quando parlava poteva infastidire l'Uragano e renderlo meno felice di avvicinarsi ad una come la greca, prendendola forse per una fin troppo facile.
Per questo intervenne la Danma, sottolineando che il fenomeno vissuto da Nausicàa era condiviso da tutte, lei compresa. Fujiko poteva dire di avere il Ghiaccio come alleato, per non lasciarsi troppo andare, mentre invece l'Acqua della Patroklos non era una corazza sufficiente per proteggersi dal fascino da Aberrazione di Gérôme.
Il fatto di averne parlato senza problemi, però, poteva anche essere visto come un fattore positivo, dal momento che se lo aveva ammesso senza pensarci, voleva dire che oltre a quello per lei non vi fosse nulla di più.

... Sai una cosa, Fujiko?
Però... Secondo me il professor Lamarck non detiene più quel primato...


Ah sì?

Sì...
Dopo aver ascoltato l'esibizione del professor Seal... Posso dire con assoluta certezza di essermi innamorata della sua splendida voce...


La giapponese fece finta di concentrare la propria attenzione sul vassoio per non dover tirare direttamente giù la migliore amica dalla sedia. Sperava che nessuno l'avesse sentita o mezzo istituto avrebbe urlato che la professoressa Patroklos era innamorata del nuovo professore.

Comprendo il tuo discorso, lei professor Seal è vocalmente interessante e si vede che possiede una tecnica eccellente.
Studia musica da molto?
È una sua passione oppure per qualche tempo è stato anche il suo lavoro?


Doveva far figurare che si stessero conoscendo in quel momento. E pur sapendo la verità sulla vita del Seal, Fujiko fu costretta a porre quella domanda per tappare un po' le falle che stava creando Nausicàa col suo comportamento.

A questo punto ci dica anche se sa suonare solo la chitarra oppure anche altro...

Io ho sempre trovato affascinanti coloro che possiedono un talento musicale... Mio fratello ne ha in abbondanza, a differenza mia, che non mi sento minimamente portata...
Invece tu Nana sei fin troppo fortunata!
Lo sa che la nostra collega è bravissima a cantare, ma solo sotto un'unica condizione?


Oh smettila Fujiko, non lo spaventare!

Riesce a salire su un palco e cantare solo se ubriaca!

Ecco, addio alla mia professionalità ed al mio decoro.
Sei contenta adesso?
Chissà cosa penserà di me il professor Seal!


Probabilmente che sei una spugna, ma posso garantirle io che la mia collega non beve mai chissà quanto...
Anche perché, dopo l'intervento, ti è stato caldamente sconsigliato di darti all'alcool.


Di sicuro non è mai stato un mio obiettivo quello di trasformarmi in una bevitrice seriale...

Era chiaro come il sole che quelle due possedessero una complicità unica, costruita nel corso degli anni da una profonda amicizia. Qualcosa che al momento il Seal non possedeva, se non delle reminiscenze di legami che però non potevano essere condivisi nell'attuale presente.
Che cosa gli avrebbe detto l'Aryanne di quel tempo? E quale amicizia avrebbe potuto condividere con il parente famoso Desmond? Forse loro lo avrebbero trattato normalmente, ma normale non era, dal momento che avevano già un loro Typhon, l'originale, per così dire, con cui sentivano di aver condiviso molto di più rispetto a quell venuto dal futuro.
Avatar utente
Nausicàa
Acuan dei Fiumi
Acuan dei Fiumi
 
Grado: 11
 
Messaggi: 16
Iscritto il: 15/01/2018, 23:33

Data Utente Tipo Dado Risultato  
2018-07-08 02:00:39 Nausicàa d20 16  
2015-02-16 13:41:00 Nylea d20 18  
2015-02-15 21:55:18 Nylea d20 14  
2015-02-15 11:50:23 Nylea d20 3  
2015-02-08 18:05:41 Nylea d20 11  
2015-02-07 21:09:53 Sandyon d20 20  
2015-02-07 21:09:39 Sandyon d20 16  
2015-02-07 21:09:25 Sandyon d20 13  
2015-02-07 21:09:11 Sandyon d20 18  
2015-02-07 21:08:57 Sandyon d20 1  
2015-02-07 21:08:42 Sandyon d20 1  
2015-02-07 21:08:26 Sandyon d20 6  
2015-02-07 21:08:11 Sandyon d20 19  
2015-02-07 00:12:20 Nylea d20 11  
2015-02-07 00:11:51 Nylea d20 18  
2015-02-07 00:11:47 Nylea d20 7  
2015-02-07 00:11:43 Nylea d20 17  
2015-02-07 00:11:34 Nylea d20 8  
2015-02-07 00:10:12 Nylea d20 3  
2015-02-07 00:10:08 Nylea d20 2  
2015-02-07 00:10:04 Nylea d20 20  
2015-02-07 00:09:54 Nylea d20 10  
2015-02-07 00:09:21 Nylea d20 16  
2015-02-07 00:09:19 Nylea d20 7  
2015-02-07 00:08:56 Nylea d20 12  
2015-02-07 00:08:52 Nylea d20 19  
2015-02-07 00:08:48 Nylea d20 2  
2015-02-07 00:08:38 Nylea d20 1  
2015-02-07 00:07:18 Nylea d20 8  
2015-02-07 00:06:55 Nylea d20 6  
2015-02-07 00:06:52 Nylea d20 7  
2015-02-07 00:06:49 Nylea d20 9  
2015-02-07 00:06:38 Nylea d20 20  
2015-02-07 00:03:38 Nylea d20 13  
2015-02-07 00:03:14 Nylea d20 9  
2015-02-07 00:03:04 Nylea d20 20  
2015-02-07 00:03:01 Nylea d20 19  
2015-02-07 00:02:49 Nylea d20 10  
2015-02-05 15:28:57 Nylea d20 9  
2015-02-05 15:28:42 Nylea d20 10  
2015-02-05 15:28:39 Nylea d20 20  
2015-02-05 15:28:26 Nylea d20 3  
2015-02-05 15:28:23 Nylea d20 18  
2015-02-05 15:28:20 Nylea d20 7  
2015-02-05 15:28:10 Nylea d20 20  
2015-02-05 15:28:06 Nylea d20 12  
2015-02-05 15:28:04 Nylea d20 14  
2015-02-05 15:27:54 Nylea d20 18  
2015-02-04 16:04:54 Nylea d20 19  
2015-02-04 16:04:48 Nylea d20 11  
2015-02-04 16:04:44 Nylea d20 4  
2015-02-04 16:04:34 Nylea d20 8  
2015-02-04 16:04:11 Nylea d20 13  
2015-02-04 16:04:07 Nylea d20 8  
2015-02-04 16:04:03 Nylea d20 14  
2015-02-04 16:03:53 Nylea d20 5  
2015-02-04 16:03:50 Nylea d20 13  
2015-02-04 16:03:46 Nylea d20 20  
2015-02-04 16:03:38 Nylea d20 19  
2015-02-04 16:03:35 Nylea d20 6  
2015-02-04 16:03:32 Nylea d20 4  
2015-02-04 16:03:29 Nylea d20 13  
2015-02-04 16:03:21 Nylea d20 12  
2015-02-04 16:01:19 Nylea d20 12  
2015-02-04 16:01:16 Nylea d20 8  
2015-02-04 16:01:13 Nylea d20 20  
2015-02-04 16:01:10 Nylea d20 5  
2015-02-04 16:01:02 Nylea d20 2  
2015-02-04 16:00:59 Nylea d20 4  
2015-02-04 16:00:57 Nylea d20 2  
2015-02-04 16:00:54 Nylea d20 10  
2015-02-04 16:00:45 Nylea d20 14  
2015-02-04 16:00:42 Nylea d20 2  
2015-02-04 16:00:38 Nylea d20 8  
2015-02-04 16:00:29 Nylea d20 16  
2015-02-04 16:00:26 Nylea d20 1  
2015-02-04 16:00:23 Nylea d20 10  
2015-02-04 16:00:14 Nylea d20 13  
2015-02-01 23:39:28 Nylea d20 1  
2015-02-01 23:39:24 Nylea d20 18  
2015-02-01 23:39:20 Nylea d20 13  
2015-02-01 23:39:10 Nylea d20 14  
2015-02-01 23:37:17 Nylea d20 19  
2015-02-01 23:36:30 Nylea d20 12  
2015-02-01 23:36:27 Nylea d20 14  
2015-02-01 23:36:24 Nylea d20 10  
2015-02-01 23:36:17 Nylea d20 9  
2015-02-01 23:35:56 Nylea d20 2  
2015-02-01 23:35:53 Nylea d20 14  
2015-02-01 23:35:51 Nylea d20 8  
2015-02-01 23:35:48 Nylea d20 4  
2015-02-01 23:35:40 Nylea d20 4  
2015-01-31 16:33:05 Nylea d20 8  
2015-01-31 16:33:02 Nylea d20 15  
2015-01-31 16:32:59 Nylea d20 9  
2015-01-31 16:32:57 Nylea d20 19  
2015-01-31 16:32:48 Nylea d20 16  
2015-01-31 16:32:33 Nylea d20 3  
2015-01-31 16:30:28 Nylea d20 18  
2015-01-31 16:29:54 Nylea d20 13  
2015-01-31 16:29:50 Nylea d20 18  
2015-01-31 16:29:47 Nylea d20 10  
2015-01-31 16:29:45 Nylea d20 7  
2015-01-31 16:29:37 Nylea d20 19  
2015-01-31 16:28:37 Nylea d20 14  
2015-01-31 16:28:33 Nylea d20 6  
2015-01-31 16:28:30 Nylea d20 19  
2015-01-31 16:28:21 Nylea d20 13  
2015-01-31 16:27:54 Nylea d20 1  
2015-01-31 16:27:49 Nylea d20 8  
2015-01-31 16:27:35 Nylea d20 16  
2015-01-31 16:26:56 Nylea d20 11  
2015-01-31 16:26:41 Nylea d20 2  
2015-01-31 16:24:27 Nylea d20 17  
Precedente

 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron