1664 punti 1267 punti 1021 punti 1415 punti 1750 punti 1032 punti

Limisso

Messaggioda Nylea » 10/02/2015, 18:33

Non c'è molto altro da dire oppure non c'è altro che tu voglia ascoltare?
C'è una bella differenza tra le due cose e immagino tu la comprenda benissimo.


La risposta stava nel mezzo, in realtà: da una parte, almeno per quanto riguardava Nylea, non c'era davvero più nulla da dire; dall'altra, effettivamente la Herbert non aveva molta voglia di continuare ad ascoltare le conseguenze negative di un'esistenza che le aveva riservato solo dolori, sofferenze e delusioni - fatta eccezioni per sporadici avvenimenti positivi - e che l'aveva resa quasi sempre più simile ad un automa che ad un essere umano nel senso comune del termine.

Fai un passo avanti e fidati di me, per quanto so che si tratti di una richiesta difficile da accordare.

"Difficile" era un termine che non rendeva quasi per nulla la complessità della richiesta che Robin Hood le aveva appena fatto.

Ti chiedo di rilassare ogni muscolo del corpo, inspirare profondamente e concentrarti sia sull'ambiente verde che ti circonda quando sei in mezzo ad una foresta, sia al vento che ti passa tra i capelli quando ti arrampichi sugli alberi o raggiungi la sommità di una parete rocciosa.
Fa' come ti dico e ti assicuro che ti farò stare meglio.


Sospirò, soppesandolo con lo sguardo per diversi minuti prima di prendere una decisione, e fare un passo avanti con aria incerta: chiuse gli occhi, richiamando a sé le immagini che lui aveva descritto, il benessere provato in mezzo alla foresta e la percezione del vento tra i capelli quando si arrampicava sugli alberi o sulle rocce, tutte quelle sensazioni che la facevano sentire bene, felice e completa.
Quasi non si accorse della mano di Robin Hood appoggiata al suo petto, ma sobbalzò quando, attraverso le palpebre chiuse e frementi, scorse quelle sorte di... sfere? Cerchi luminosi fatti di verde ed argento che brillavano, pulsavano, e che poi s'insinuarono in lei come nulla fosse, facendole spalancare gli occhi quasi di colpo alla ricerca del folletto e, soprattutto, delle spiegazioni che ora pretendeva da lui.

Cosa mi hai fatto?

Da adesso in poi, la Terra e il Vento hanno stabilito una connessione viva e speciale con te.
Ho donato al tuo animo due frammenti completamente nuovi a colmare il nulla lasciato da quelli vecchi, ormai ridotti in frantumi.


Tu hai fatto... cosa? - domandò lei stranita, non comprendendo affatto il senso delle sue parole.

Tra meno di un minuto potrai cominciare a sentire gli effetti benefici del Mana che ho trasferito nel tuo corpo, Nylea Herbert.

Il Mana... ricordava di aver studiato qualcosa a proposito dell'energia gemella della - ed al tempo stesso opposta alla - Trama, ma non credeva che fosse qualcosa di vivo e di concreto, in un certo senso.

La Terra ti restituirà maggiore calma, gioia interiore e voglia di vivere quando sarai a contatto con la natura, mentre il Vento farà lo stesso in ogni ambiente che calpesterai, civile o selvaggio che sia, in quanto esso è l'Aria che ti circonda e che respiri.
Ci sono persone che hanno la possibilità di far crescere questo legame nel tempo, ma non essendo stata tu prescelta fin dall'inizio dovrai accontentarti solo di ciò che hai ricevuto da me. Posso assicurarti però che è un privilegio non indifferente e che spero apprezzerai.


Più felice, più gioiosa, più calma ovunque, con effetto doppio degli ambienti pregni di natura... come poteva essere possibile una cosa del genere? D'accordo, sì, lui era una semi-divinità... ma poteva realmente accadere una cosa del genere?
Quel pensiero, se da una parte la rallegrava - perché le avrebbe permesso di essere più normale - dall'altra la spaventava, perché da tempo aveva rinunciato a quelle sensazioni: come avrebbe potuto gestirle, soprattutto considerando il fatto che aveva una vita e degli impegni a cui prestare tempo ed attenzione?
D'improvviso, la Herbert percepì una gran voglia di... ridere: tutto iniziò con un sorriso lento, e si trasformò presto in una risata piena, gioiosa, quasi sollevata; rideva, rideva senza riuscire a fermarsi e senza nemmeno sapere il perché, rideva così tanto che le vennero le lacrime agli occhi... e quelle lacrime trasformarono presto la precedente risata in pianto.
Passò dal ridere al piangere in pochissimi istanti, come fosse isterica, come non sapesse controllarsi ed era proprio così: le gambe le cedettero e dovette appoggiarsi all'albero più vicino, mentre l'altra mano arrivò all'altezza del cuore e strinse i vestiti con forza; lo sguardo, invece, cercò Robin Hood per chiedergli aiuto.

Troppo... è troppo, non ce la faccio...

Era troppo tutto insieme: troppe emozioni, troppi sentimenti, troppa vita che la Herbert, così di punto in bianco - non essendo preparata a riceverla - non era in grado di gestire, ed era per quello che stava chiedendo aiuto.
Nylea Herbert che chiedeva aiuto... quello era davvero un nuovo inizio.

Spoiler:
Sandyon
Avatar utente
Nylea
Sicario Primo Caporale Scelto
Sicario Primo Caporale Scelto
 
Grado: 10
 
Messaggi: 67
Iscritto il: 15/03/2014, 2:16

Messaggioda Sandyon » 11/02/2015, 23:57

Troppo... è troppo, non ce la faccio...

Vederla improvvisamente così fragile, così debole, così incapace di reagire, non fu per Robin Hood una vera e propria sorpresa.
Conosceva le implicazioni del suo gesto, conosceva l'effetto che facevano gli elementi quando si insinuavano in uno spirito.
La differenza sostanziale però tra Nylea ed un normale Gildato che riceveva la benedizione del Mana, era che quest'ultimo prima si risvegliava da giovane, lasciando che la scintilla si inserisse in lui a poco a poco, per far sì che essa germogliasse e poi venisse completamente risvegliata negli anni a venire. Nel caso invece della Herbert, il seme era stato gettato e fatto subito germogliare, scombinando l'equilibrio psico-fisico del suo nuovo possessore e costringendolo a reagire di conseguenza, una reazione naturale ma allo stesso tempo difficile da contenere e controllare.
Per fortuna, comunque, il semi-dio delle terre boschive non era il primo sprovveduto arrivato, dunque non appena ella implorò aiuto per combattere quell'insieme di caotiche sensazioni in contrasto, egli si avvicinò a lei e le posò nuovamente la mano al centro del petto, regolarizzando l'influenza degli elementi sul suo spirito, permettendole di respirare correttamente e recuperare lucidità.

Su di te l'effetto è stato maggiore in quanto più che una aggiunta è stata una sostituzione effettiva.
Dentro di te le emozioni hanno cominciato a vorticare in subbuglio, ma sono convinto che tu possa farcela a mantenerle salde.
In un certo senso, possiamo dire che il tuo spirito sta per l'ennesima volta rifiutando di essere aiutato, ma tu puoi convincerlo a stare zitto.
Devi farti forza ed una volta per tutte importi su di esso. Solo così potrò allontanare la mano ed essere sicuro che starai bene.
Fa' come ti dico, inspira profondamente e poi espira con regolarità, come se volessi contrastare un attacco di panico.
Se ti concentri attentamente, riuscirai a percepire in fondo al tuo animo le due sfere che ti ho donato poc'anzi.
Rimani focalizzata su di esse e lascia che la loro luminosità ti calmi, credimi che avverrà così, te lo assicuro.


Nemmeno pochi secondi che il Vento era dentro di lei e già sferzava di rabbia, a dimostrazione delle sensazioni provate dalla Sicaria.
Questo, se da una parte era un bene perché significava che l'elemento era già in sintonia con lei, dall'altra simboleggiava che Nylea stava mantenendo troppo poco la pazienza e questo sarebbe potuto anche significare rimanere lì per diversi minuti prima di vedere risultati concreti.
Robin Hood però voleva continuare ad avere fiducia in lei, nel suo orgoglio, nella sua voglia di stare bene, di non dipendere dal suo appoggio per controllare ciò che adesso le scorreva in corpo e che, ovviamente, le aveva fatto del bene. Se quindi avesse acconsentito ad eseguire le manovre consigliate, lentamente avrebbe recuperato una buona dose di calma, visualizzando le due sfere e distinguendole perfettamente vorticare intorno ad una luce forte e sprizzante energia, anche se non riusciva esattamente a comprendere di cosa si trattasse. Prima che riaprisse gli occhi, come tentativo, il folletto allontanò la mano, accorgendosi che lei nemmeno ci aveva fatto caso e che allo stesso tempo non stava perdendo affatto la concentrazione e la presa su se stessa. Ci stava riuscendo, stava dominando gli elementi, li stava facendo interagire e unire a lei. Fantastico.

So cosa vuoi chiedermi: cos'era quella luce intensa che hai visto, non è così?
Quello è il tuo Spirito, Nylea, da non confondere con la tua anima.
L'anima è il motore interiore della vita che abbiamo tutti in egual misura, che ci mette in relazione con ciò che ci circonda, soprannaturale o meno.
Lo Spirito invece è soltanto tuo, autentico e soggettivo, che plasmi, trasformi e tempri con l'avanzare della tua esistenza.
Prima non brillava così tanto, era più opaco perché gli mancava tanto per essere completo, almeno un 50%.
Con il 20% che ti ho regalato io, che ti ha regalato il Mana, adesso al tuo Spirito manca solo un 30% per essere totale e per questo brilla di più.
Sprigiona una forza pazzesca e pensa che non è nemmeno ancora all'apice della sua potenza.
Questo significa che vali tantissimo, che sei estremamente speciale e che devi smetterla di aver paura, perché credimi, quell'ultima percentuale rimasta da colmare tornerà soltanto grazie a ciò che donerai e ti farai donare dal prossimo.


La fissò negli occhi qualche altro secondo, per capire quanto del suo discorso fosse stato effettivamente recepito da lei.

... Bene, direi che a questo punto, dopo questo fuori programma...
... È giunto per me il momento di farti il regalo che avevo ideato fin dall'inizio dei tuoi sogni...
Avatar utente
Sandyon
Amministratore
 
Grado: 15+
 
Messaggi: 1174
Iscritto il: 31/08/2011, 17:40
Località: Un'altra Dimensione

Messaggioda Nylea » 12/02/2015, 23:25

Non appena Robin Hood le poggiò nuovamente la mano sul petto, Nylea percepì quegli elementi calmarsi, smettendo di confonderla e di farla stare male: come avrebbe potuto vivere la sua vita in maniera normale, mostrarsi a Cole la mattina dopo, se non riusciva a darsi un contegno ed un controllo? Sembrava un'isterica in piena crisi, altro che la solita Herbert glaciale ed imperturbabile.

Su di te l'effetto è stato maggiore in quanto più che una aggiunta è stata una sostituzione effettiva.
Dentro di te le emozioni hanno cominciato a vorticare in subbuglio, ma sono convinto che tu possa farcela a mantenerle salde.


Come fai a dirlo, non vedi come sto?! - ringhiò la Sicaria a denti stretti - Non capisco perché faccia così... cosa c'è che non va?!

In un certo senso, possiamo dire che il tuo spirito sta per l'ennesima volta rifiutando di essere aiutato, ma tu puoi convincerlo a stare zitto.
Devi farti forza ed una volta per tutte importi su di esso. Solo così potrò allontanare la mano ed essere sicuro che starai bene.
Fa' come ti dico, inspira profondamente e poi espira con regolarità, come se volessi contrastare un attacco di panico.
Se ti concentri attentamente, riuscirai a percepire in fondo al tuo animo le due sfere che ti ho donato poc'anzi.
Rimani focalizzata su di esse e lascia che la loro luminosità ti calmi, credimi che avverrà così, te lo assicuro.


Fidarsi nuovamente di lui, quel semi-Dio stava pretendendo un po' troppo dalla anglo-tedesca, decisamente: per sua sfortuna, però, non c'era altra scelta se non seguire le sue indicazioni, o da quella situazione non ne sarebbe mai uscita in maniera positiva; chiuse gli occhi dunque, cominciando a fare lunghi e profondi respiri, isolando qualsiasi altro rumore che non fosse il battito del proprio cuore.
Fu solo dopo diversi minuti in quello stato, che Nylea intravide, attraverso le palpebre chiuse, due sfere che roteavano intorno ad una luce: aggrottò appena la fronte ma continuò a studiare con diffidente curiosità quella visione che, per quanto a lei estranea, sembrava in qualche modo... rassicurante.
Quando lentamente aprì gli occhi, non le sembrò di diventare di nuovo folle, anzi: c'era una sorta di calma rassicurante dentro di sé, e non si sentiva più... vuota come prima, per quanto solo ora se ne stesse rendendo conto; assurdo, non si era resa conto che qualcosa le stesse mancando fino a che quel qualcosa non era stato, in parte, rimpiazzato.

So cosa vuoi chiedermi: cos'era quella luce intensa che hai visto, non è così?

Diciamo che non mi dispiacerebbe saperlo... - ammise la Herbert, massaggiandosi il cuore quasi le facesse male.

Quello è il tuo Spirito, Nylea, da non confondere con la tua anima.

Il mio... spirito?
Ho visto il mio spirito?
- il suo scetticismo era palese.

L'anima è il motore interiore della vita che abbiamo tutti in egual misura, che ci mette in relazione con ciò che ci circonda, soprannaturale o meno.
Lo Spirito invece è soltanto tuo, autentico e soggettivo, che plasmi, trasformi e tempri con l'avanzare della tua esistenza.
Prima non brillava così tanto, era più opaco perché gli mancava tanto per essere completo, almeno un 50%.
Con il 20% che ti ho regalato io, che ti ha regalato il Mana, adesso al tuo Spirito manca solo un 30% per essere totale e per questo brilla di più.
Sprigiona una forza pazzesca e pensa che non è nemmeno ancora all'apice della sua potenza.


Abbassò lo sguardo, confusa: quella doveva essere una semplice competizione tra arcieri, anzi, per lei avrebbe dovuto essere un'ottima occasione per fare un po' di esercizio e migliorarsi... e invece era cambiato tutto, aveva scoperto cose assurde e ricevuto dei regali inaspettati.

Questo significa che vali tantissimo, che sei estremamente speciale e che devi smetterla di aver paura, perché credimi, quell'ultima percentuale rimasta da colmare tornerà soltanto grazie a ciò che donerai e ti farai donare dal prossimo.

Donare... e far donare...

Sussurrò Nylea, capendo solo in parte quel discorso e consapevole che le sarebbe servito un po' di tempo per assimilare il tutto e farlo proprio.

... Bene, direi che a questo punto, dopo questo fuori programma...
... È giunto per me il momento di farti il regalo che avevo ideato fin dall'inizio dei tuoi sogni...


Un altro regalo? - spalancò appena gli occhi, incredula; e, se ne rese conto subito, le riusciva un sacco più semplice, ora, mostrare i propri sentimenti - Non me ne hai già fatti troppi?

Spoiler:
Sandyon
Avatar utente
Nylea
Sicario Primo Caporale Scelto
Sicario Primo Caporale Scelto
 
Grado: 10
 
Messaggi: 67
Iscritto il: 15/03/2014, 2:16

Messaggioda Sandyon » 13/02/2015, 22:39

Donare... e far donare...

Un concetto difficile da mandare giù, soprattutto per una persona come Nylea Herbert, ma Robin Hood confidava che un giorno ce l'avrebbe fatta a raggiungere quell'obiettivo complesso e di gran lunga propedeutico per il proprio spirito. Nell'arco di qualche anno forse avrebbe visto un'arciera nuova, sorridente ogni tanto, fiduciosa in qualcun altro che non fosse se stessa e magari anche felicemente innamorata e fidanzata.
Questo significava che sarebbe tornato un giorno a vedere come stava la ragazza? Forse, o forse no. Ci doveva ancora pensare!

Un altro regalo?
Non me ne hai già fatti troppi?


Beh, quello che hai ricevuto fin ora era un fuori programma.
Io in realtà volevo regalarti una cosa specifica, particolare e fondamentale affinché tu raggiunga la completa sinergia con l'arco.
Cortesemente, mi passeresti la tua bacchetta magica?


Allungò la mano osservandola dritto negli occhi con aria calma e speranzosa che si fidasse un poco di più, visti gli ultimi avvenimenti.
Qualora lei avesse accettato di consegnargli la sua arma magica, utilizzata pochissimo a giudicare dall'usura, il folletto l'avrebbe quindi osservata per un po', rigirandosela tra i palmi, come se la volesse in qualche modo studiare. Schioccò le dita e immediatamente l'arco composito che stava sulla schiena della Herbert e la faretra si mossero da soli raggiungendo chi l'aveva convocato, fluttuando e roteando lentamente.

E così il tuo problema più grande è che con l'arco ci puoi fare tutto tranne che le magie, ricordo bene?
Vediamo allora che si può fare per ovviare anche a questo ostacolo...


Le fece un occhiolino divertito, dopo di che, lanciando la bacchetta verso l'alto e facendo degli strani gesti con le mani dai quali scaturirono scintille magiche, diresse l'arco in direzione dell'arma magica, facendo combaciare i due oggetti a sospesi a mezz'aria, i quali crearono una intensa luce di colore argentato e dorato. Quella luminosità intensa avrebbe costretto Nylea a porre il braccio di fronte al viso per non accecarsi, ma al termine del bagliore, una volta riportata l'attenzione sullo stesso punto precedente, avrebbe visto qualcosa di assolutamente incomprensibile ed unico.

Immagine

Ahahah, ce l'ho fatta... occhio che sta cadendo, prendilo al volo forza!

I due oggetto ricaddero nelle mani della ragazza, vibrando di energia magica intensa e potente.
All'interno della faretra le frecce precedenti erano scomparse sostituite da altre quattro molto particolari, con le piume colorate.
Tali frecce però, sembravano non poter essere estratte, rimanevano ancorate nel loro alloggio, bloccate, anche se si cercava di toglierle con la forza. L'arco invece, era diminuito di grandezza rispetto al composito usato nella competizione, ora somigliava più a...

Un arco corto.
Come vedi è più piccolo, ma anche più maneggevole.
Inoltre a differenza dei normali archi corti è impossibilitato a rompersi ed ha una elasticità pazzesca.
Puoi tendere la corda molto indietro così che la potenza della freccia scoccata sia tale e quale a quella di un arco ricurvo.
Questo prezioso oggetto, come potrai notare, è fatto dello stesso legno della tua bacchetta magica, con annesso nucleo interiore.
Se vuoi proprio capire il perché di questo dono, ti basterà seguire le mie istruzioni e metterti in posizione di tiro...


Di seguito, dopo averla vista sistemarsi adeguatamente nella posa richiesta (leggermente differente da quella classica poiché adesso Nylea doveva regolare con un arco corto e non più lungo), le chiese di portare indietro la mano verso la faretra rossa, senza tentare di prendere le quattro frecce vere ma facendo finta di estrarne una invisibile, pensando mentalmente ad un incantesimo qualsiasi che potesse essere di tipo esplosivo o tagliente, indirizzando lo sguardo verso una delle tante rocce sparse per la boscaglia.

Brava, benissimo, hai pensato all'incantesimo?
Ok, allora adesso dì ad alta voce l'incantesimo come se volessi scagliarlo con la bacchetta e fa lo stesso movimento di quando incocchi.
... Non guardarmi con quella faccia scettica come se fossi pazzo, fa' come ti dico su!


Non appena ella avesse pronunciato la formula dell'incantesimo deciso, conducendo la "finta" freccia avanti a lei si sarebbe accorta che invece la freccia c'era, ultra leggera, luminosa e fatta di pura energia magica dello stesso colore del fascio che solitamente scaturisce da una bacchetta quando si invoca la relativa magia. Scagliando quella freccia contro la roccia, la Herbert avrebbe assistito ad un fenomeno epico: lo stesso identico effetto dell'incantesimo lo produsse il dardo etereo e luminoso, mandando in frantumi/tagliando la pietra a pochi metri da loro.

Mira un po' imprecisa...
... ma ti perdono, sicuramente stavi ancora incredula e a bocca aperta!
Avatar utente
Sandyon
Amministratore
 
Grado: 15+
 
Messaggi: 1174
Iscritto il: 31/08/2011, 17:40
Località: Un'altra Dimensione

Messaggioda Nylea » 13/02/2015, 23:40

Beh, quello che hai ricevuto fin ora era un fuori programma.
Io in realtà volevo regalarti una cosa specifica, particolare e fondamentale affinché tu raggiunga la completa sinergia con l'arco.
Cortesemente, mi passeresti la tua bacchetta magica?


Fece come richiesto, e non seppe dire se il suo acconsentire così veloce fosse dovuto al nuovo regalo appena ricevuto - e a cui ancora si doveva abituare - oppure al fatto che non aveva mai tenuto particolarmente alla propria bacchetta magica: non la usava quasi mai, e si vedeva; in pratica era la sua ultima risorsa, quella che usava se proprio proprio non poteva farne a meno e non c'era nessun'altra soluzione praticabile.
Lasciò che Robin Hood la studiasse attentamente, ma quando sentì che arco e faretra si staccavano dalla sua schiena, ebbe un moto di paura e fastidio: la faceva sentire nuda non averli con sé, ed era evidente quanto si sentisse a disagio; tuttavia aveva capito che del folletto si poteva fidare, quindi si morse il labbro inferiore senza dire nulla, lasciandolo fare con leggera apprensione.

E così il tuo problema più grande è che con l'arco ci puoi fare tutto tranne che le magie, ricordo bene?

Annuì, non capendo dove volesse andare a parare con quella domanda.

Vediamo allora che si può fare per ovviare anche a questo ostacolo...

Osservò tutta la scena con curiosità, diffidenza, inquietudine ed apprensione al tempo stesso, dovendo poi per forza coprire il volto col braccio quando una luce fortissima la investì, impedendole di capire cosa diavolo stesse succedendo: quando però tornò a vedere, ciò che si ritrovò di fronte fu qualcosa di assolutamente, totalmente ed inevitabilmente inaspettato.

Ma cosa...

Ahahah, ce l'ho fatta... occhio che sta cadendo, prendilo al volo forza!

Aprì le mano e lasciò che arco e faretra le si posassero sui palmi, fissandoli come se non avesse mai visto un'arma del genere prima: erano bellissimi, sprigionavano un'energia davvero intensa, la faretra conteneva solo quattro frecce con piume colorate mentre l'arco...

Ma questo è un...

Un arco corto.
Come vedi è più piccolo, ma anche più maneggevole.
Inoltre a differenza dei normali archi corti è impossibilitato a rompersi ed ha una elasticità pazzesca.
Puoi tendere la corda molto indietro così che la potenza della freccia scoccata sia tale e quale a quella di un arco ricurvo.


Un arco corto, diverso da quelli solitamente utilizzati da Nylea: per di più le frecce avevano evidentemente qualcosa che non andava, perché se tentava di prenderne una non ci riusciva, erano come bloccate!

Questo prezioso oggetto, come potrai notare, è fatto dello stesso legno della tua bacchetta magica, con annesso nucleo interiore.

Io non... non riesco a seguirti...

Se vuoi proprio capire il perché di questo dono, ti basterà seguire le mie istruzioni e metterti in posizione di tiro...

Aveva altra scelta?
E poi ormai doveva capire che fine avesse fatto la sua bacchetta - possibile che si fosse tramutata davvero in quell'arco? - e perché non riuscisse ad estrarre le frecce dalla faretra, no?
Fece come lui aveva detto, perdendo un poco più di tempo perché si doveva adeguare alle nuove dimensioni dell'arco, dopodiché seguendo le istruzioni di Robin Hood portò la mano all'indietro come a voler prendere una freccia, pensando intanto ad un semplice quanto efficace - nell'elenco degli incanti esplosivi - "Bombarda Maxima" ed estraendo, o facendo finta di farlo, la freccia dalla faretra.

Brava, benissimo, hai pensato all'incantesimo?

Sì!

Ok, allora adesso dì ad alta voce l'incantesimo come se volessi scagliarlo con la bacchetta e fa lo stesso movimento di quando incocchi.

Inarcò un sopracciglio, perplessa.

... Non guardarmi con quella faccia scettica come se fossi pazzo, fa' come ti dico su!

Sbuffò infastidita - il cambiamento non poteva certo avvenire da un giorno all'altro - ma seguì il consiglio del folletto e pronunciò ad alta voce l'incantesimo, imitando il gesto di quando incoccava la freccia... solo che stavolta la freccia c'era, ed era lì davanti a lei, fatta di energia pura di colore giallo vivo, uno spettacolo tale da farla sobbalzare e, per poco, farle persino cadere tutto di mano; spalancò gli occhi e sbatté le palpebre, confusa, e tuttavia non poté fare altro che finire d'incoccarla, scoccare... e far esplodere la roccia come se avesse appena scagliato un incanto, l'incanto pronunciato poco prima.

Mira un po' imprecisa...
... ma ti perdono, sicuramente stavi ancora incredula e a bocca aperta!


Hai... hai trasformato la mia bacchetta in un arco che lancia magie?! - domandò incredula, passando lo sguardo da Robin Hood all'arco, facendo su e giù con gli occhi - Questo vuol dire che posso lanciare qualsiasi magia io voglia? Mi basta pronunciare la formula, ed una freccia apparirà nella mia mano? In pratica avrò frecce infinite, una scorta inesauribile! - cominciò a dire, piuttosto su di giri, prima che un dubbio le facesse di nuovo aggrottare la fronte - Ma quindi, se ora ho frecce fatte di magia... non posso più scagliare quelle normali?

Domandò perplessa e leggermente ansiosa, perché quello sarebbe stato decisamente un gran problema.

Spoiler:
Sandyon
Avatar utente
Nylea
Sicario Primo Caporale Scelto
Sicario Primo Caporale Scelto
 
Grado: 10
 
Messaggi: 67
Iscritto il: 15/03/2014, 2:16

Messaggioda Sandyon » 14/02/2015, 18:49

Hai... hai trasformato la mia bacchetta in un arco che lancia magie?!

Eeeeeeesatto!

Questo vuol dire che posso lanciare qualsiasi magia io voglia?

Eeeeeeesatto!

Mi basta pronunciare la formula, ed una freccia apparirà nella mia mano?

Eeeeeeesatto!

In pratica avrò frecce infinite, una scorta inesauribile!

Eeeeeeesatto!

Ma quindi, se ora ho frecce fatte di magia... non posso più scagliare quelle normali?

Eeeeeeerrato!

Rimase per un attimo in silenzio, in quanto era entrato in un circolo vizioso.

... Ehm, cioè, adesso ti spiego, scusa!
Dicevo, no no, le frecce normali puoi ancora lanciarle, basta metterle nella faretra.
Tuttavia ti sconsiglio di farlo fino a quando non avrai consumato tutte e quattro quelle che sono già presenti, potresti rischiare di prenderne una di quelle accidentalmente e buttarle via per un bersaglio qualsiasi sarebbe davvero un grosso, grossissimo spreco.
Devi sapere che quelle quattro frecce hanno un potere magico devastante.
Quella con la piuma azzurra e gialla solo ideate per un bersaglio singolo, le altre due per più bersagli ad area.
Le prime due hanno una particolarità sensazionale: sono totalmente e assolutamente infallibili.
Non possono mancare il bersaglio, anche se questi dovesse frapporre fra lui e loro una barriera magica o un muro d'acciaio.
Raggiungono l'obiettivo e lo trafiggono, uccidendolo all'istante, chiunque egli sia, tranne per qualche piccola limitazione: non possono far fuori Creature Magiche o Mistiche potenti quanto il sottoscritto, Vampiri più vecchi di 800 anni, Unicorni Bianchi e le persone che sono legate al tuo cuore. In pratica e qualcuno dovesse rubarti l'arco con l'intento di uccidere una persona a te cara, non ci riuscirebbe, idem vale ovviamente se volesse ucciderci direttamente te, in tal caso però la freccia si ritorcerebbe contro di lui causandone la fine.


Attese che Nylea memorizzasse quella prima parte di spiegazione, godendosi le sue nuove espressioni.

Parlando invece dell'altra coppia di frecce, esse hanno un effetto tanto più grande quanto maggiore è la velocità raggiunta dalla freccia quando si conficca nel terreno. Quando la punta raggiunge il suolo, dal dardo si espande una deflagrazione magica ad altissimo potenziale che colpisce tutti i bersagli in una determinata area. L'ampiezza del raggio di esplosione dipende appunto da quanto in alto verso il basso hai scoccato il colpo, fino ad un massimo di cinquanta metri, niente male eh? Le limitazioni sono le stesse citate poc'anzi, infatti anche se qualcuno a te caro si trovasse nel bel mezzo dell'area distrutta, non verrebbe minimamente scalfito, te lo posso assicurare.
Ah, giusto, qualora volessi fermare la freccia lanciata perché magari l'hai scoccata per sbaglio o hai errato obiettivo di tiro, ti basterà gridare "Ferma e Torna", per far sì che il dardo si blocchi e scompaia, riapparendo nuovamente nella tua faretra senza causare danni a niente e nessuno.
Anche se esiste questa procedura di emergenza, ti suggerisco quindi di non trasportare altre frecce con te fino a quando non avrai esaurito quelle speciali, ma nel frattempo, potrai usufruire ugualmente di dardi normali grazie ad una semplice parola magica da pronunciare al posto dell'incantesimo, mentre stai facendo il movimento che ti ho insegnato prima. Questa parola è "Sagitta", che vuol dire appunto "Freccia" in Latino.
Avanti, fai un tentativo...


Nel momento stesso in cui Nylea avesse fatto come detto, nelle mani sarebbe apparse una freccia come quelle di Robin Hood.

È una normale freccia con struttura in legno levigato e punta liscia in lega di metallo, precisamente ferro e bronzo.
So che non è esattamente come quelle che sei abituata ad usare tu di solito, ma per ora ci si può accontentare no?
Anche perché, pure in questo caso, si tratta di munizioni infinite!
Devi scusarmi, ma ai miei tempi, 700 anni fa, si utilizzavano così...


Le sorrise affabile e un po' scherzoso, anche se sulla sua età non scherzava affatto.

Ah, sono certo che ora come ora nella tua mente si sono formati dei nomi di incantesimi nuovi che prima non conoscevi.
È tutto normale, deriva dall'inserimento dei due elementi naturali nel tuo Spirito.
Sei libera di sfruttarli quando vuoi e osservarne gli effetti, sono sicuro che saranno ottimi alleati nel tuo arsenale di risorse magiche.
Hai qualche altra domanda specifica?


Spoiler:
Nylea è in grado di utilizzare gli incantesimi di primo livello delle Gilda Terran sia come Terra che come Vento.
Inoltre è in grado di lanciare, sempre come frecce, gli incantesimi Druidici: Intralciare, Spirale Aerea, Ammorbidire terra e pietra e Folata di Vento.
Tali magie hanno gli stessi effetti e danni di quelle originali.
Avatar utente
Sandyon
Amministratore
 
Grado: 15+
 
Messaggi: 1174
Iscritto il: 31/08/2011, 17:40
Località: Un'altra Dimensione

Messaggioda Nylea » 14/02/2015, 22:14

Va bene che era un folletto, va bene che era un personaggio leggendario, e va bene che probabilmente la sua vita sociale era da tempo pari a zero... ma c'erano momenti, come quello, nei quali Nylea non era molto convinta della sanità mentale di Robin Hood - considerazione che si sarebbe tenuta per sé, visto il regalo, anzi, i regali che lui le aveva appena fatto.

... Ehm, cioè, adesso ti spiego, scusa!

Alzò gli occhi al cielo, ma nel suo sguardo si sarebbe potuta leggere una nota, nuovissima, di velato divertimento: cosa non facevano un po' di Terra e Vento nello spirito!

Dicevo, no no, le frecce normali puoi ancora lanciarle, basta metterle nella faretra.

Meno male.

Tuttavia ti sconsiglio di farlo fino a quando non avrai consumato tutte e quattro quelle che sono già presenti, potresti rischiare di prenderne una di quelle accidentalmente e buttarle via per un bersaglio qualsiasi sarebbe davvero un grosso, grossissimo spreco.

Ah... - lo fissò, un poco interdetta - Però temo di non capire... non sono solo a scopo decorativo, giusto perché sarebbe strano andare in giro con una faretra vuota? - domandò la Herbert, ma era evidente che non fosse assolutamente così.

Devi sapere che quelle quattro frecce hanno un potere magico devastante.
Quella con la piuma azzurra e gialla solo ideate per un bersaglio singolo, le altre due per più bersagli ad area.
Le prime due hanno una particolarità sensazionale: sono totalmente e assolutamente infallibili.


Infallibili? - ripeté la Sicaria, sentendo un fremito eccitato lungo la schiena - Per infallibili intendi che...

Non possono mancare il bersaglio, anche se questi dovesse frapporre fra lui e loro una barriera magica o un muro d'acciaio.
Raggiungono l'obiettivo e lo trafiggono, uccidendolo all'istante, chiunque egli sia, tranne per qualche piccola limitazione: non possono far fuori Creature Magiche o Mistiche potenti quanto il sottoscritto, Vampiri più vecchi di 800 anni, Unicorni Bianchi e le persone che sono legate al tuo cuore. In pratica e qualcuno dovesse rubarti l'arco con l'intento di uccidere una persona a te cara, non ci riuscirebbe, idem vale ovviamente se volesse ucciderci direttamente te, in tal caso però la freccia si ritorcerebbe contro di lui causandone la fine.


Frecce infallibili, frecce che c'entravano l'obiettivo al mille per cento, che non potevano mancare il bersaglio per nessuna ragione, a qualsiasi distanza fosse e qualsiasi protezione si frapponesse tra lui e la punta della freccia... un'autentica meraviglia, una risorsa tanto devastante quanto preziosa.
Capiva bene perché Robin Hood le aveva suggerito di non sprecarla.

Parlando invece dell'altra coppia di frecce, esse hanno un effetto tanto più grande quanto maggiore è la velocità raggiunta dalla freccia quando si conficca nel terreno. Quando la punta raggiunge il suolo, dal dardo si espande una deflagrazione magica ad altissimo potenziale che colpisce tutti i bersagli in una determinata area. L'ampiezza del raggio di esplosione dipende appunto da quanto in alto verso il basso hai scoccato il colpo, fino ad un massimo di cinquanta metri, niente male eh? Le limitazioni sono le stesse citate poc'anzi, infatti anche se qualcuno a te caro si trovasse nel bel mezzo dell'area distrutta, non verrebbe minimamente scalfito, te lo posso assicurare.

Un'esplosione ad area... quanto poteva fare male, e quanti bersagli avrebbe potuto colpire contemporaneamente con la sicurezza che tanto le persone a cui teneva non si sarebbero fatte nulla?
Quell'arco e quella faretra diventavano unici ad ogni secondo che passava.

Ah, giusto, qualora volessi fermare la freccia lanciata perché magari l'hai scoccata per sbaglio o hai errato obiettivo di tiro, ti basterà gridare "Ferma e Torna", per far sì che il dardo si blocchi e scompaia, riapparendo nuovamente nella tua faretra senza causare danni a niente e nessuno.

Poteva quindi riparare ad un errore di lancio, caso mai fosse accaduto, ma era sempre meglio cercare di evitare sbagli di quel tipo alla base, soprattutto considerata la preziosità delle frecce che Robin Hood le aveva regalato.

Anche se esiste questa procedura di emergenza, ti suggerisco quindi di non trasportare altre frecce con te fino a quando non avrai esaurito quelle speciali, ma nel frattempo, potrai usufruire ugualmente di dardi normali grazie ad una semplice parola magica da pronunciare al posto dell'incantesimo, mentre stai facendo il movimento che ti ho insegnato prima. Questa parola è "Sagitta", che vuol dire appunto "Freccia" in Latino.

Uhm, questa è un'ottima notizia. - commentò Nylea, decisamente sollevata: per cacciare nella foresta non avrebbe di certo potuto usare gli incantesimi, voleva le sue frecce classiche, quelle con cui era cresciuta.

Avanti, fai un tentativo...

Gli diede retta, e non appena pronunciò la formula corretta ecco che una freccia semplice ma per questo ancora più bella le comparve tra le dita, facendole brillare gli occhi di piacere.

È una normale freccia con struttura in legno levigato e punta liscia in lega di metallo, precisamente ferro e bronzo.
So che non è esattamente come quelle che sei abituata ad usare tu di solito, ma per ora ci si può accontentare no?
Anche perché, pure in questo caso, si tratta di munizioni infinite!
Devi scusarmi, ma ai miei tempi, 700 anni fa, si utilizzavano così...


Settec--
... lasciamo perdere.


Mormorò, sfiorando ancora la freccia che teneva tra le dita, la fronte appena aggrottata al pensiero continue di formule a lei sconosciute, incantesimi che non conosceva, che non aveva mai sentito pronunciare prima nemmeno da Cole... era forse un folle effetto collaterale del regalo "spirituale" di Robin Hood?

Ah, sono certo che ora come ora nella tua mente si sono formati dei nomi di incantesimi nuovi che prima non conoscevi.
È tutto normale, deriva dall'inserimento dei due elementi naturali nel tuo Spirito.
Sei libera di sfruttarli quando vuoi e osservarne gli effetti, sono sicuro che saranno ottimi alleati nel tuo arsenale di risorse magiche.


Incantesimi che riguardavano gli elementi allora, e che quindi sapeva fare solo lei?
Beh, tra i Sicari probabilmente sì, e quello era un altro vantaggio - l'ennesimo - che Nylea non vedeva l'ora di sfruttare a proprio favore.

Hai qualche altra domanda specifica?

Ti rivedrò ancora?

Fu l'unica cosa che le venne in mente come domanda: aveva come l'impressione che di lì a pochissimo avrebbe dovuto salutarlo, e la cosa un po'... sì, la infastidiva.
Avrebbe dovuto dirgli addio, o forse sarebbe stato solo un arrivederci?

Spoiler:
Sandyon
Avatar utente
Nylea
Sicario Primo Caporale Scelto
Sicario Primo Caporale Scelto
 
Grado: 10
 
Messaggi: 67
Iscritto il: 15/03/2014, 2:16

Messaggioda Sandyon » 14/02/2015, 23:47

Ti rivedrò ancora?

Quella che leggo nei tuoi occhi è una punta di dispiacere, ragazza mia?

La prese un poco in giro, con estrema dolcezza, felice che lentamente stesse cominciando a cambiare in positivo.
La Terra ed il Vento si stavano amalgamando a lei, al suo Spirito, rendendola più simile a come sarebbe dovuta essere senza traumi.
Quella bambina scontrosa, orgogliosa e piena di energia c'era sempre, ma non più oscurata dal quello spesso velo di tristezza e rabbia represse.
C'era ancora un po' da lavorare affinché tornasse il vero Equilibrio dentro il suo animo, ma era sicuro che vi fossero persone estremamente adatte nell'aiutarla in quella grande impresa. In realtà c'era ancora una cosa che non le aveva detto, però forse per il suo animo giocherellone preferì ometterla ed aspettare che in futuro la scoprisse da sola con sua somma sorpresa.

... Mi sono accertato sui miei presentimenti nei tuoi confronti, non so se ci rivedremo di nuovo.
Ammetto che è molto difficile, sono un folletto viaggiatore, ma tu ogni tanto dai un'occhiata ai vari tornei di tiro che organizzano.
... Chissà che magari partecipando ad uno di questi non finirai di nuovo per misurarti col sottoscritto!


Le fece un occhiolino, sorridendole come se fosse un caro amico che stava per andarsene via e chissà quando si sarebbero incontrati ancora.
Era un po' strano dirle addio, perché comunque l'aveva osservata per tutto quel tempo ed anche se lei non l'aveva mai visto, lui non aveva smesso di vegliare su di lei nemmeno un istante, comunicando col suo arco e tal volta anche dandole una mano quando ne aveva estremo bisogno ed era indifesa e sola. Ora che la memoria stava tornando autentica e senza filtri, alla ragazza tornò in mente un preciso episodio di quando stava dentro la prigione e come tante altre volte la stavano per violentare. Soltanto una volta aveva cercato di opporsi dando un calcio in mezzo alle gambe ad un appuntato e questi stava per tagliarle la gola con un coltellino, ma improvvisamente gli venne un forte mal di testa, capogiri, nausea e se ne dovette andare non riuscendo più nel suo infame intento. Quella visione venne automaticamente sostituita da quella reale, ovvero che mentre l'uomo si stava avvicinando per terminarla, una freccia, entrando tra una sbarra e l'altra della finestra, lo trafisse al centro del petto, uccidendolo, per poi scomparire e far scomparire anche la ferita, lasciando ipotizzare che si fosse trattato di infarto. Per quello la Herbert non lo aveva più visto tornare nei giorni e nelle settimane successive.

Ricordati di ricominciare.
Ricordati di ricordare.
Ricordati di riprenderti.
Io ho fatto la mia parte, ma adesso tocca a te...


Con quelle ultime parole, Robin Hood fece un inchino verso la ragazza e si mise a correre in mezzo alla vegetazione scomparendo, proprio come la prima volta che si erano incontrati qualche giorno prima, quando aveva bloccato la freccia in corsa con la propria.
Alla ragazza quindi non restava altro che contemplare ancora un poco la Luna, ripensare a tutto ciò che era successo e interiorizzare ogni informazione ed ogni sensazione provata, sentendo sotto pelle l'armonia degli elementi che ora più che mai si mischiavano al suo essere.
Purtroppo però, neanche il tempo di far trascorrere una decina di minuti che un volatile, per la precisione un gheppio grigio scuro, planò vicino a Nylea per consegnarle una lettera firmata proprio dal suo Capitano e salvatore Cole Darksteel. Che caspita stava succedendo ora?

"Nyl, ovunque tu sia, devi sbrigarti a raggiungermi al resort.
C'è stato un attacco da parte di una associazione terroristica locale.
A quanto sembra avevano dato un ultimatum al giudice maggiore della gara affinché vincesse un loro protetto, ma il giudice non si è lasciato intimorire e il risultato è stato il rapimento di tutta la sua famiglia, moglie, madre e tre bambini.
Recati all'entrata posteriore dell'albergo, quella che si affaccia sulle piscina, farò in modo di esserci tra meno di mezz'ora per organizzarci.
Siamo soli, la zona è isolata, se non interveniamo potrebbero morire degli innocenti.
Svelta."


| VENTISEI MINUTI DOPO - ZONA PISCINE DEL RESORT |

Eccoti qui, meno male, ma dove ti eri cacciata? E quell'arco?
No va beh, lasciamo perdere, ci sarà tempo dopo per le novità.


Al riparo sotto una serie di portici vicini al deposito degli ombrelloni, i due Sicari potevano parlare indisturbati.

Danielle è al sicuro in camera sua, mi sono accertato che avesse tutte le protezioni possibili.
È indispensabile il tuo aiuto, adesso ti spiegherò esattamente cosa fare e questa volta niente alzate di ingegno ok?
Segui alla lettera ogni mia indicazione o avremo sulla coscienza dei bambini...


Velocemente l'uomo prese una mappa dell'intero edificio consegnandola alla ragazza, cominciando a parlare in sussurro.

Vedi questa zona limitrofa che ho segnato?
Bene, quello è il limite della foresta ed ho individuato un albero alto la bellezza di una quarantina di metri.
È secolare, non lo hanno tagliato perché protetto da un ente pro-natura e questo è solo che un bene.
Dovrai scalarlo e raggiungere il ramo più alto, da lì, ipotizzo potrai vedere la terrazza maggiore del resort e sarai distante circa otto metri.
I rapitori si trovano lì con gli ostaggi e stanno aspettando me per iniziare le contrattazioni forzate.
Sono in due ma uno non è armato, l'altro tiene sotto scacco tutta la famiglia con un'arma da fuoco.
So cosa mi stai per dire: non dovrebbe essere di nostra competenza in quanto siamo una squadra magica, ma i figli del giudice sono natibabbani, per questo la succursale del Ministero cipriota mi ha autorizzato a procedere con le manovre di salvataggio.
Dovrai trovare il modo di mettere fuori gioco il rapitore così che io possa intervenire sull'altro, ma senza fare vittime.
Dovranno interrogarli e consegnarli alle autorità competenti, posso contare sul tuo massimo impegno in questo senso?
Hanno detto che entro una decina di minuti vogliono qualcuno su a parlare quindi sarò lì tra una dozzina, per prolungare al limite.
Potrò tenerli impegnati in chiacchiere per forse altri cinque minuti scarsi quindi dal mio via avrai diciassette minuti per praticare la scalata, puntare la freccia, scoccare e centrare il bersaglio. Un solo errore e siamo tutti morti.
Credo in te, so che puoi farcela.


La fissò intensamente negli occhi, annuendo silenziosamente e aspettando una conferma da parte sua, dopo di che alzò il pollice, segno che l'operazione era effettivamente cominciata ed il timer iniziava a far scendere i secondi inesorabilmente. L'uomo entrò dentro l'albergo e si informò alla reception se ci fossero state novità, ma sembrava proprio che i rapitori fossero rimasti zitti e buoni in attesa del Capitano dei Sicari.
Gli proposero un giubbotto anti proiettili ma non essendo avvezzo ad usare certa attrezzatura non magica e temendo potesse diventare di intralcio per i movimenti si trovò costretto a rifiutare. Così salì le scale velocemente ma prendendosi abbastanza minuti per arrivare intorno ai 12-13.
Non poteva pensare di spazientirli troppo ma non poteva neanche aspettarsi che Nylea fosse una scheggia innaturale.

Eccomi...

Ah finalmente!
Ancora qualche secondo e li avrei fatti tutti secchi.


Non credo ce ne sia bisogno.

Se ce n'è bisogno o meno qui lo decido io, chiaro?
Fred, perquisiscilo e vedi se ha delle armi nascoste!


Sì capo!

E nel frattempo, la Herbert...

Tiro del dado da 20 aggiungendo il Talento Fisico.

Tra 26 e 30 --> Nylea impiegherà 18 minuti per arrivare in cima, con pochissimo tempo per agire.
Tra 31 e 36 --> Nylea impiegherà 15 minuti per arrivare in cima, con tempo sufficiente per agire.
Tra 37 e 42 --> Nylea impiegherà 13 minuti per arrivare in cima, con tempo adeguato per agire.
Oltre il 42 --> Nylea impiegherà 11 minuti per arrivare in cima, con ampio tempo per agire.

Per regolarsi sul nuovo Tiro per Colpire quando utilizza l'arco al fine di lanciare magie, Nylea deve sfruttare metà della Capacità Magica e metà del Talento Fisico, non aggiungendo il normale +5 a quest'ultimo parametro derivante dal filtro erbologico assunto da bambina.
Avatar utente
Sandyon
Amministratore
 
Grado: 15+
 
Messaggi: 1174
Iscritto il: 31/08/2011, 17:40
Località: Un'altra Dimensione

Messaggioda Nylea » 15/02/2015, 21:59

Quella che leggo nei tuoi occhi è una punta di dispiacere, ragazza mia?

No! - esclamò subito Nylea, arrossendo leggermente sulle guance e mordicchiandosi poi il labbro inferiore prima di continuare, con toni leggermente più pacati - Insomma... mi hai seguita fino a questo momento, mi hai protetta anche, quindi non vedo perché non potresti tornare a trovarmi, di tanto in tanto.

Aggiunse, velando la voce di una sfumatura razionale così da far capire che non c'era nessun sentimento dietro a quelle parole: si poteva dire che in realtà avrebbe sinceramente voluto rivederlo, ma chiederle di essere sincera in tal senso era troppo.

... Mi sono accertato sui miei presentimenti nei tuoi confronti, non so se ci rivedremo di nuovo.
Ammetto che è molto difficile, sono un folletto viaggiatore, ma tu ogni tanto dai un'occhiata ai vari tornei di tiro che organizzano.
... Chissà che magari partecipando ad uno di questi non finirai di nuovo per misurarti col sottoscritto!


La cosa bella sarebbe stato batterlo, ma sapeva che era impossibile, si stava parlando di una semi-divinità dopotutto!
Però sì, ci avrebbe provato davvero a cercarlo, e chissà, magari un giorno l'avrebbe rincontrato con la capacità di sorridergli e ringraziarlo con serenità per tutto ciò che lui le aveva dato - compresa una protezione contro uno di quei bastardi che aveva cercato di violentarla, ad Azkaban.

Ricordati di ricominciare.
Ricordati di ricordare.
Ricordati di riprenderti.
Io ho fatto la mia parte, ma adesso tocca a te...


Asp--

Scomparì veloce come la prima volta che l'aveva visto, senza darle il tempo di dire/fare altro: si ritrovò da sola, in mezzo alla vegetazione dei giardini di Limisso, e con una gran voglia di dormire così da riprendersi dagli ultimi assurdi avvenimenti; il Fato però sembrava aver in mente ben altro per lei, e questo alla Herbert fu chiaro quando si ritrovò a leggere una lettera urgentissima di Cole.

Cazzo, neanche il tempo di abituarmi a queste nuove sensazioni assurde che provo... meraviglioso!

Pensò la Sicaria, ringhiando a denti stretti e raggiungendo il suo Capitano il più velocemente possibile.

Eccoti qui, meno male, ma dove ti eri cacciata? E quell'arco?
No va beh, lasciamo perdere, ci sarà tempo dopo per le novità.


Come vuoi... si può sapere che succede?
La tua fidanzata?


Danielle è al sicuro in camera sua, mi sono accertato che avesse tutte le protezioni possibili.
È indispensabile il tuo aiuto, adesso ti spiegherò esattamente cosa fare e questa volta niente alzate di ingegno ok?
Segui alla lettera ogni mia indicazione o avremo sulla coscienza dei bambini...


Bambini? - ripeté Nylea, facendosi ben più attenta di prima - D'accordo, dimmi che devo fare.

Vedi questa zona limitrofa che ho segnato?

Difficile non trovarla nella mappa che Cole le stava mostrando con aria grave.

Bene, quello è il limite della foresta ed ho individuato un albero alto la bellezza di una quarantina di metri.
È secolare, non lo hanno tagliato perché protetto da un ente pro-natura e questo è solo che un bene.
Dovrai scalarlo e raggiungere il ramo più alto, da lì, ipotizzo potrai vedere la terrazza maggiore del resort e sarai distante circa otto metri.


Una passeggiata insomma, eh? - commentò lei ironica.

I rapitori si trovano lì con gli ostaggi e stanno aspettando me per iniziare le contrattazioni forzate.
Sono in due ma uno non è armato, l'altro tiene sotto scacco tutta la famiglia con un'arma da fuoco.


D'accordo, ma...

So cosa mi stai per dire: non dovrebbe essere di nostra competenza in quanto siamo una squadra magica, ma i figli del giudice sono natibabbani, per questo la succursale del Ministero cipriota mi ha autorizzato a procedere con le manovre di salvataggio.
Dovrai trovare il modo di mettere fuori gioco il rapitore così che io possa intervenire sull'altro, ma senza fare vittime.
Dovranno interrogarli e consegnarli alle autorità competenti, posso contare sul tuo massimo impegno in questo senso?


Niente uccisioni, capito.

Hanno detto che entro una decina di minuti vogliono qualcuno su a parlare quindi sarò lì tra una dozzina, per prolungare al limite.
Potrò tenerli impegnati in chiacchiere per forse altri cinque minuti scarsi quindi dal mio via avrai diciassette minuti per praticare la scalata, puntare la freccia, scoccare e centrare il bersaglio. Un solo errore e siamo tutti morti.
Credo in te, so che puoi farcela.


Prese un lungo respiro, poi lentamente annuì con aria determinata, cominciando a correre subito verso la zona che Cole le aveva indicato: l'albero era davvero imponente ed enorme, ma avrebbe perso tempo ad ammirarlo solo a missione finita; si fece forza e, lentamente, cominciò a scalare l'albero secolare ramo dopo ramo, il più velocemente possibile - T/F 25 + 3/d20 + 5 (Bonus) - visto anche il subbuglio interiore che la rallentava.
Quando arrivò in cima, Nylea si rese conto che sì, non era troppo tardi, ma non poteva nemmeno prendersela troppo comoda: quello era il momento perfetto per provare il suo nuovo arco, anche se l'idea la faceva stare non poco in ansia; e se avesse mancato l'obiettivo? No, Cole contava su di lei... e doveva avere più fiducia nel suo nuovo arco, Robin Hood avrebbe voluto così.
Vedeva perfettamente Darksteel e i due uomini, sapeva quale doveva colpire... e anche come: accovacciata sul ramo più alto, e dopo aver preso un respiro profondo, la Herbert mimò lentamente il gesto di prendere una freccia dalla faretra, sussurrando la formula dell'incantesimo scelto.

Petrificus Totalus!


Petrificus Totalus

Difficoltà: 1
Tipo: Incantesimo Generico
Descrizione: Immobilizza l'avversario facendo diventare il suo corpo duro e pesante come la pietra
Genere: Offensivo
Danno: 4


La freccia color violaceo si materializzò nella sua mano, facendole nascere un sorriso spontaneo che però ebbe vita breve: incoccò la freccia all'arco, la tese... e scoccò - Metà T/F 12 Metà Cap. Magica 4 + 14/d20 = 32 - con tutta la volontà di ripagare la fiducia che Cole aveva posto in lei... e non solo lui.

Spoiler:
Sandyon
Avatar utente
Nylea
Sicario Primo Caporale Scelto
Sicario Primo Caporale Scelto
 
Grado: 10
 
Messaggi: 67
Iscritto il: 15/03/2014, 2:16

Messaggioda Sandyon » 15/02/2015, 23:53

Chiederle di non fare vittime, almeno nell'ottica attuale di Cole, era un brutto colpo gobbo per Nylea Herbert.
In verità adesso la ragazza possedeva un'arma con la quale non uccidere diventava molto più semplice ma non aveva avuto il tempo di informare il proprio Capitano di quella novità spettacolare. I minuti erano contati e doveva arrampicarsi sopra l'albero altissimo di fronte al resort per sperare di avere una buona visuale della terrazza e soprattutto dei rapitori della famiglia del giudice di gara. Una donna e ben tre bambini molto piccoli.
Giunto sul posto prestabilito, il Capitano dei Sicari mostrò di non avere alcuna arma con sé, ma non era detto che non ne avesse nascoste, quindi l'uomo armato dei due ordinò al tirapiedi di perquisirlo ed eliminare ogni sospetto. In tutto questo, la Herbert ormai si era appostata sul ramo adeguato ad avere una visuale precisa e abbastanza nitida di tutti i soggetti. La luce della Luna era talmente intensa da sembrare quasi un faro nella notte con il quale aiutarsi nella mira. Non appena pronunciò le parole magiche, una freccia luminosa e strana si materializzò nella mano della arciera, rendendola immediatamente contenta del suo nuovo strumento da caccia. Dovette tendere la corda molto di più del normale, essendo quello un arco corto, ma il risultato fu davvero eccezionale. Quando rilasciò la presa si poté accorgere che effettivamente la velocità del dardo era praticamente uguale a quella di una freccia scagliata da un arco più grande e difatti centrò in pieno il bersaglio immobilizzandolo all'istante.

Ehi ma... Che c***o sta succedendo?!

Ha usato la bacchetta?!
Questo sì che è assurdo...


Cole però non poté permettersi tanta libertà di rimanere stupito dalla scelta tecnica usata dalla ragazza, anche perché doveva approfittare dello sconcerto del tirapiedi per dargli un sonoro cazzotto alla bocca dello stomaco e poi uno diretto al viso per mandarlo a tappeto.
L'operazione fu un autentico successo: i due rapitori vennero legati e condotti fino alla centrale di polizia più vicina mentre gli ostaggi liberati e ricondotti fino alla loro abitazione. Certo, l'ente terroristico che aveva escogitato il piano non era stato ancora preso da ma quel momento in poi ci avrebbero pensato le autorità babbane locali. Il Capitano alzò il pollice in direzione del grande albero, individuando subito la Herbert.
Poco più tardi, entrambi se ne stavano nella hall del resort con i ringraziamenti di tutto il personale e naturalmente di ogni cliente bloccato lì dentro per lo stato di pericolo e allerta. Fortunatamente quindi poterono proseguire anche il successivo giorno di vacanza in santa pace con Nylea che spiegò attentamente all'uomo di colore cosa esattamente portasse in spalla e i temibili poteri che aveva ottenuto come anche gli effetti speciali delle quattro frecce rare tenute ben salde nella faretra. Ovviamente tutto questo in solitario tra di loro, senza la presenza di nessuno, nemmeno di Danielle. Inizialmente sconcertato, Cole Darksteel però dovette riconoscere che quel tizio incappucciato era troppo forte per essere un essere umano come gli altri e non perse quindi occasione per sottolineare che quindi era un po' come se, tra gli uomini mortali, lei fosse l'arciera che aveva ottenuto il secondo posto e non il terzo, se si andava escludendo il folletto semi-dio eccetera eccetera.

... Allora ci puoi fare davvero le magie... Ed è fatto con la tua bacchetta...
Ed io che pensavo infatti che avessi usato quella per bloccare il malvivente!
... Davvero davvero molto bello e assolutamente incredibile...
Adesso sei ancora più pericolosa di prima e... Ti vedo quasi più "allegra", mi sto forse sbagliando?


Già, i famosi due elementi naturali: di quelli ne avrebbe parlato con il proprio protettore per eccellenza?
Era un argomento più delicato, in fondo il Mana non era una energia che apparteneva a qualunque creatura e il fatto che Nylea potesse contare sull'appoggio della Terra e del Vento rappresentava una novità ancora più sorprendente dell'arco stesso.
Il giorno successivo, quando Cole e la ragazza tornarono al quartier generale dei Sicari a Londra, era già pronta una grande festa tutta per lei, con coriandoli, brindisi e applausi felicissimi. Il Capitano non aveva accennato nulla, si era limitato solo ad un "È andata bene ma vi dirà meglio lei".
Ognuno dei colleghi volle abbracciarla e congratularsi, Profiler compresi. Non mancava nessuno all'appello, proprio proprio nessuno, o meglio, questo era ciò che loro tutti credevano, invece una sorpresa inaspettata si palesò all'ingresso della sala relax dei Sicari, lasciando tutti a bocca aperta e nel silenzio più totale, tranne Cole che si limitò ad inarcare il sopracciglio ed avvicinarsi alla figura appena giunta per salutarla con una vigorosa stretta di mano.

Immagine

Buongiorno Ministro.
Come mai da queste parti?


Ci diamo ai festeggiamenti, mh?

Mi sono permesso di autorizzare l'uso di alcolici ma nel limite di un bicchiere per uno.
Lei è al corrente di ciò che è accaduto a Limassol, giusto?


E come non potrei?
Ma non parlo solamente del torneo, ma anche dell'operazione di rapimento sventata da lei Capitano e dal Caporale Herbert.


Il Ministro si avvicinò a Nylea, fissandola intensamente da dietro i grandi occhiali da vista.

Caporale, c'è qui una persona che avrebbe il piacere di parlare con lei...
ZIPMAN!


Da dietro lo stipite della porta apparve l'Auror Sole di Platino Zipman, uno degli uomini più odiati da Nylea.

S-sì Ministro, eccomi.

Allora?
Non ti volevi congratulare personalmente col Caporale Herbert per il trionfo nel torneo?


Zipman sospirò infastidito ma non osò contraddire il Ministro, quindi si avvicinò alla Herbert tendendole la mano.

Forza, non faccia la timida, stringa pure la mano all'Auror Zipman.

Il Ministro fece un occhiolino a Nylea, attendendo che ella stringesse a dovere la mano dell'uomo.

AAAAHHH!

Cosa succede Zipman?
Non mi dirà forse che la stretta di una ragazza le ha fatto male?


Eh?
N-no, assolutamente, io allora andrei... Con permesso!


Detto questo, l'Auror si allontanò dal luogo piuttosto in fretta e imprecando sottovoce qualche insulto mentre tutti gli altri Sicari e buona parte dei Profiler si facevano una grassa risata per la pessima figura fatta dall'uomo che meno di tutti aveva creduto nella riuscita di Nylea all'interno di quella competizione, dandole contro solo in quanto molto giovane e ribelle. Fu poi il Ministro a tenderle la mano, sperando che la ragazza con lui fosse più gentile. Sembrava quindi che fossero finite le novità, ma evidentemente non era affatto così.

Cara Nylea... L'impresa di emergenza svolta a Cipro è stata un autentico successo.
Era molto difficile che tu da sola con il Capitano poteste riuscire in una operazione tanto delicata senza aiuti esterni.
Invece per l'ennesima volta hai dato dimostrazione di valore e affidabilità militare, doti che normalmente varrebbero una promozione.
Purtroppo non posso cambiare il regolamento per una singola persona e dunque fino a quando non raggiungerai i 24 anni non potrai essere Sergente, però una cosa potevo farla e l'ho fatta, ovvero rispolverare i vecchi archivi ministeriali che contengono tutte le cariche abolite tra i Sicari nel corso degli anni e farne tornare in vigore una particolare.


A quel punto tutti si fissarono tra loro e Cole stesso assunse un'espressione perplessa e curiosa allo stesso tempo.

Caporale Herbert, sono orgoglioso di promuoverla a Primo Caporale Scelto.
Sostanzialmente la sua carica rimarrà simile a quella del Caporale, ovvero sarà sempre sotto il Sergente, ma rispetto a tutti gli altri Caporali si troverà un gradino più in alto che dunque dovranno seguire i suoi ordini e quindi si può dire che non appartiene più all'ultima categoria militare dei Sicari. Altro vantaggio da non sottovalutare e l'aumento della paga mensile che sale di ben novanta Galeoni.
Le verrà consegnato un distintivo speciale che differisce da quello del Caporale Semplice e potrà accedere a tutti i privilegi che normalmente potrebbe ottenere solo al Grado di Sergente. Spero che possa ugualmente ritenersi soddisfatto.


L'uomo fece un bel sorriso alla ragazza, dandole una piccola pacca sulla spalla, per poi salutare ognuno dei presenti e tornare alle proprie mansioni, lasciando che si levasse un altro boato di congratulazioni ed auguri per la Sicaria appena promossa. Cole era estremamente orgoglioso di lui, tanto che gli vennero di nuovo gli occhi lucidi, ma provò a trattenersi in quanto stava di fronte a tutti i suoi sottoposti. Cosa avrebbe scatenato quella buonissima notizia nella terza classificata al torneo tra arcieri europeo? Non restava altro che osservarla per capirlo...
Avatar utente
Sandyon
Amministratore
 
Grado: 15+
 
Messaggi: 1174
Iscritto il: 31/08/2011, 17:40
Località: Un'altra Dimensione

Data Utente Tipo Dado Risultato  
2018-07-08 02:00:39 Nausicàa d20 16  
2015-02-16 13:41:00 Nylea d20 18  
2015-02-15 21:55:18 Nylea d20 14  
2015-02-15 11:50:23 Nylea d20 3  
2015-02-08 18:05:41 Nylea d20 11  
2015-02-07 21:09:53 Sandyon d20 20  
2015-02-07 21:09:39 Sandyon d20 16  
2015-02-07 21:09:25 Sandyon d20 13  
2015-02-07 21:09:11 Sandyon d20 18  
2015-02-07 21:08:57 Sandyon d20 1  
2015-02-07 21:08:42 Sandyon d20 1  
2015-02-07 21:08:26 Sandyon d20 6  
2015-02-07 21:08:11 Sandyon d20 19  
2015-02-07 00:12:20 Nylea d20 11  
2015-02-07 00:11:51 Nylea d20 18  
2015-02-07 00:11:47 Nylea d20 7  
2015-02-07 00:11:43 Nylea d20 17  
2015-02-07 00:11:34 Nylea d20 8  
2015-02-07 00:10:12 Nylea d20 3  
2015-02-07 00:10:08 Nylea d20 2  
2015-02-07 00:10:04 Nylea d20 20  
2015-02-07 00:09:54 Nylea d20 10  
2015-02-07 00:09:21 Nylea d20 16  
2015-02-07 00:09:19 Nylea d20 7  
2015-02-07 00:08:56 Nylea d20 12  
2015-02-07 00:08:52 Nylea d20 19  
2015-02-07 00:08:48 Nylea d20 2  
2015-02-07 00:08:38 Nylea d20 1  
2015-02-07 00:07:18 Nylea d20 8  
2015-02-07 00:06:55 Nylea d20 6  
2015-02-07 00:06:52 Nylea d20 7  
2015-02-07 00:06:49 Nylea d20 9  
2015-02-07 00:06:38 Nylea d20 20  
2015-02-07 00:03:38 Nylea d20 13  
2015-02-07 00:03:14 Nylea d20 9  
2015-02-07 00:03:04 Nylea d20 20  
2015-02-07 00:03:01 Nylea d20 19  
2015-02-07 00:02:49 Nylea d20 10  
2015-02-05 15:28:57 Nylea d20 9  
2015-02-05 15:28:42 Nylea d20 10  
2015-02-05 15:28:39 Nylea d20 20  
2015-02-05 15:28:26 Nylea d20 3  
2015-02-05 15:28:23 Nylea d20 18  
2015-02-05 15:28:20 Nylea d20 7  
2015-02-05 15:28:10 Nylea d20 20  
2015-02-05 15:28:06 Nylea d20 12  
2015-02-05 15:28:04 Nylea d20 14  
2015-02-05 15:27:54 Nylea d20 18  
2015-02-04 16:04:54 Nylea d20 19  
2015-02-04 16:04:48 Nylea d20 11  
2015-02-04 16:04:44 Nylea d20 4  
2015-02-04 16:04:34 Nylea d20 8  
2015-02-04 16:04:11 Nylea d20 13  
2015-02-04 16:04:07 Nylea d20 8  
2015-02-04 16:04:03 Nylea d20 14  
2015-02-04 16:03:53 Nylea d20 5  
2015-02-04 16:03:50 Nylea d20 13  
2015-02-04 16:03:46 Nylea d20 20  
2015-02-04 16:03:38 Nylea d20 19  
2015-02-04 16:03:35 Nylea d20 6  
2015-02-04 16:03:32 Nylea d20 4  
2015-02-04 16:03:29 Nylea d20 13  
2015-02-04 16:03:21 Nylea d20 12  
2015-02-04 16:01:19 Nylea d20 12  
2015-02-04 16:01:16 Nylea d20 8  
2015-02-04 16:01:13 Nylea d20 20  
2015-02-04 16:01:10 Nylea d20 5  
2015-02-04 16:01:02 Nylea d20 2  
2015-02-04 16:00:59 Nylea d20 4  
2015-02-04 16:00:57 Nylea d20 2  
2015-02-04 16:00:54 Nylea d20 10  
2015-02-04 16:00:45 Nylea d20 14  
2015-02-04 16:00:42 Nylea d20 2  
2015-02-04 16:00:38 Nylea d20 8  
2015-02-04 16:00:29 Nylea d20 16  
2015-02-04 16:00:26 Nylea d20 1  
2015-02-04 16:00:23 Nylea d20 10  
2015-02-04 16:00:14 Nylea d20 13  
2015-02-01 23:39:28 Nylea d20 1  
2015-02-01 23:39:24 Nylea d20 18  
2015-02-01 23:39:20 Nylea d20 13  
2015-02-01 23:39:10 Nylea d20 14  
2015-02-01 23:37:17 Nylea d20 19  
2015-02-01 23:36:30 Nylea d20 12  
2015-02-01 23:36:27 Nylea d20 14  
2015-02-01 23:36:24 Nylea d20 10  
2015-02-01 23:36:17 Nylea d20 9  
2015-02-01 23:35:56 Nylea d20 2  
2015-02-01 23:35:53 Nylea d20 14  
2015-02-01 23:35:51 Nylea d20 8  
2015-02-01 23:35:48 Nylea d20 4  
2015-02-01 23:35:40 Nylea d20 4  
2015-01-31 16:33:05 Nylea d20 8  
2015-01-31 16:33:02 Nylea d20 15  
2015-01-31 16:32:59 Nylea d20 9  
2015-01-31 16:32:57 Nylea d20 19  
2015-01-31 16:32:48 Nylea d20 16  
2015-01-31 16:32:33 Nylea d20 3  
2015-01-31 16:30:28 Nylea d20 18  
2015-01-31 16:29:54 Nylea d20 13  
2015-01-31 16:29:50 Nylea d20 18  
2015-01-31 16:29:47 Nylea d20 10  
2015-01-31 16:29:45 Nylea d20 7  
2015-01-31 16:29:37 Nylea d20 19  
2015-01-31 16:28:37 Nylea d20 14  
2015-01-31 16:28:33 Nylea d20 6  
2015-01-31 16:28:30 Nylea d20 19  
2015-01-31 16:28:21 Nylea d20 13  
2015-01-31 16:27:54 Nylea d20 1  
2015-01-31 16:27:49 Nylea d20 8  
2015-01-31 16:27:35 Nylea d20 16  
2015-01-31 16:26:56 Nylea d20 11  
2015-01-31 16:26:41 Nylea d20 2  
2015-01-31 16:24:27 Nylea d20 17  
PrecedenteProssimo

 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron