1664 punti 1267 punti 1021 punti 1415 punti 1750 punti 1032 punti

Denver

Messaggioda Sandyon » 24/04/2017, 10:35

Denver è una città degli Stati Uniti d'America, capitale e principale città dello Stato del Colorado.
Sorge nell'altopiano, appena ad est delle Montagne Rocciose, che offrono una visione di grande bellezza a chi, dalla città, guardi verso ovest.
Il distretto centrale è sulla riva est del fiume South Platte, vicino alla confluenza di quest'ultimo con il Cherry Creek.
Denver è sia una città sia una contea. I confini dei due enti collimano e le autorità municipali svolgono sia le funzioni cittadine che quelle di contea.
Da qui il nome ufficiale di City and County of Denver, riportato anche sullo stemma cittadino.

Immagine
Avatar utente
Sandyon
Amministratore
 
Grado: 14+
 
Messaggi: 1137
Iscritto il: 31/08/2011, 17:40
Località: Un'altra Dimensione

Messaggioda Caroline Priscilla » 30/04/2017, 11:04

[Sabato 18 Agosto 2113 - Denver (Colorado) - Ore 20:00]


Aspetta, aspetta ne ho un altro!
Dunque... Così?


BZZZZ!

No eh? Uhm... Va bene, tolgo i pantaloni e... metto... la gonna....
Così?


BZZZZ!

Accidenti Ermes! Sei un giudice più implacabile di Calvin!
Uff... Questo qua? Cosa ne dici?
Secondo te va bene?


Immagine


Troppo succinto eh?
Mi sto seriamente stancando, giuro!
Fatti andare bene il prossimo o ti degrado dal tuo nuovo rango di Consigliere della Moda.
Lo sapevo che dovevo rivolgermi a Calvin o a Vicky...
Ecco, ci siamo.
Allora? Come sto? Pensi che potrei piacergli?


Immagine


Lo prendo come un sì!
Ahahahah dai forza, pelandrone, vai a mangiare la tua pappa che fra poco usciamo!
Fammi vedere che ore so... Cazzo! M-ma è tardissimo!
Sbrigati! Sbrigati! Sbrigati!
I-il trucco! E i capelli!
Va a finire che non lo incontro per colpa mia!


Ermes fece una sorta di movimento con il corpo che, se fosse stato un essere umano, si sarebbe potuto definire come "spallucce", dopodiché se ne andò in cucina a mangiare le pile dalla sua ciotola. La padroncina quel giorno era piuttosto su di giri a causa di un incontro con un certo Mercenario. Hank Muscle le aveva garantito che Dre era finalmente di ritorno dall'Europa e quella sera si sarebbero incontrati al solito locale per fare due chiacchiere e suonare un po'. Cappie gli aveva chiesto di non anticipargli nulla sulla sua presenza, un po' perché voleva fargli una sorpresa, un po' perché sentiva il bisogno di osservarlo da lontano per farsi meglio un'idea sul tipo di persona che lui fosse. Anche se a giudicare dall'abbigliamento scelto, pareva che la O'Neill puntasse più che altro a fargli perdere completamente la testa.

Un filo di trucco...
Un goccio di profumo...
Capelli ondulati...
Ottimo, direi che sono pronta!


In quelle prime settimane a Denver, l'irlandese aveva avuto modo di stringere ulteriormente il proprio rapporto di amicizia con il Vice Sceriffo, il quale non si era risparmiato nel raccontare piccoli dettagli del carattere di Dre che avevano incuriosito ed interessato sempre di più la Ignis. Dunque il merito/colpa andava imputato a lui, anche se il vero colpo di grazia lo aveva dato sapere che il Kingston si era frapposto fra lei e Dave, facendosi colpire e rischiando di diventare a sua volta un Licantropo. Quel gesto da parte sua -ma anche tutto ciò che aveva fatto quando era stata rapita- l'aveva colpita davvero tanto e molto in profondità, facendo nascere in lei un interesse e una sorta di cotta verso quel ragazzo di cui ignorava praticamente tutto, persino l'aspetto! Si rendeva conto che la sua attrazione nei suoi confronti era irrazionale, proprio per questo aveva preferito aspettare di conoscerlo di persona prima di parlare di lui ai suoi amici più fidati.

Dai Ermes su!
Dentro la borsa!


Si erano fatte le otto e mezza passate, quando finalmente Cappie uscì fuori dal suo nuovo appartamento dirigendosi verso il pub frequentato -per la maggior parte- da corpi militari statali e non. Mercenari, Auror, Commando, Vigilanti: si riunivano tutti lì -quelli della divisione di Denver, ovviamente- un luogo che pullulava di gente addestrata a combattere. Persino il proprietario era un ex-militare, deciso a lasciare quella carriera per dedicarsi a qualcosa che lo mantenesse in contatto con quel mondo, senza però farne veramente parte. Una volta arrivata sul luogo dell'appuntamento, la prima cosa che fece Cappie fu cercare di individuare la figura del Muscle in mezzo alla folla. Solitamente era facile trovarlo o al bancone oppure vicino al palco, dove gli piaceva esibirsi. Fu proprio in quest'ultimo luogo che la O'Neill lo vide, avvicinandosi a lui con i tacchi che facevano rumore sul pavimento, lasciando dietro di sé una scia di sguardi incuriositi, divertiti e anche di apprezzamento.

Ciao Hank!
Non sono in ritardo, vero? Lui non è ancora arrivato?
Oh ecco, a proposito, dammi un giudizio onesto e sincero sul come sto.
Dici che vado bene vestita così?


Immagine


Fece una giravolta su sé stessa, aprendo le braccia e poi posizionandole sui fianchi, mentre sorrideva all'uomo soddisfatta del risultato finale di quella mise. Tuttavia il sorriso divenne un po' meno sicuro quando il Muscle si limitò a guardarla con aria molto perplessa, facendo schioccare la lingua fra i denti e non dicendo una singola parola.

Dici... Dici che ho esagerato?
Be' ormai sono qui, speriamo che Dre non ci faccia troppo caso...


Impossibile, si era vestita in quel modo proprio per fare colpo su di lui, esaltando le parti di lei più invitanti come i piedi ed il sedere. Cappie ripromise a sé stessa che non avrebbe mai più chiesto consigli di moda al suo Ermes, accantonando per il momento quel pensiero e concentrandosi invece su di Hank.

Io vado a sedermi a quel tavolo laggiù. La visuale dell'ingresso è ottima da lì.
Come rimaniamo? Mi fai un cenno quando Dre è arrivato?


Ascoltò la risposta dell'altro, poi semplicemente annuì e gli sorrise, abbracciandolo per brevissimo tempo con sincero affetto.

Grazie per l'aiuto...
Ricordami di offrirti un drink!


Rise, canzonando un po' la prima cosa che il Muscle le aveva detto durante la fuga da quel magazzino in Serbia. L'irlandese andò a posizionarsi al tavolo scelto, ordinando una 7Up ghiacciata e con l'aggiunta di limone. Niente alcol quella sera per il momento, la lucidità era fondamentale. Quella mentale, perché il suo cuore invece già da parecchio non riusciva ad essere lucido...

Non farti troppe aspettative su di lui.
Non sai nemmeno com'è fatto, devi essere fredda e razionale.
Fredda e razionale, proprio così.
Trama! Speriamo che non ci metta troppo ad arrivare...


Spoiler:
Tybalt
Avatar utente
Caroline Priscilla
Ignis Fulmen
Ignis Fulmen
 
Grado: 10
 
Messaggi: 841
Iscritto il: 09/05/2012, 12:59

Messaggioda Tybalt » 30/04/2017, 22:42

18/08/2113
"Real Steel Pub"
Denver Magica
Colorado
Ore 20:37


Ehi Hank, te lo fai un altro giro?

Su chi?
La rossa o la mora?
O magari la bionda vicino alla toilette...


St***zo!
Quella è mia sorella!


Un così bel pezzo di figliola?
Sei adottato forse?


Fottiti!

Dopo.
Prima passami quella Tennent's e alla svelta.
Voglio riuscire a farmi mezzo sigaro prima di ricominciare.


Il weekend al Pub dei Militari era sempre un weekend colorato e soprattutto colorito, fatto di burle, prese in giro ed un bel po' di volgarità a raffica.
Nella realtà erano tutti quanti amici o comunque persone quasi di fiducia, che condividevano un destino complesso, una sorte incerta ogni giorno.
Si beveva, si mangiava e soprattutto si cantava, dando sfogo a tutto lo stress e la noia della settimana, insomma un limbo perfetto, altro che Paradiso o Inferno.

Ciao Hank!
Non sono in ritardo, vero? Lui non è ancora arrivato?
Oh ecco, a proposito, dammi un giudizio onesto e sincero sul come sto.
Dici che vado bene vestita così?


Immagine

L'uomo si limitò ad osservarla con la mano sotto il mento, scendendo con l'occhio verso il basso e poi risalendo verso l'alto.
Alla fine, fece un'espressione quasi di sufficienza e sospirò scuotendo la testa.
Non si vedeva proprio per nulla che l'intento della O'Neill fosse di farlo venire bello duro al misterioso N°2, alias Dre.

Dici... Dici che ho esagerato?
Be' ormai sono qui, speriamo che Dre non ci faccia troppo caso...


Come potrebbe, sei così sobria.

Tanto ormai era abituato ai diti medi della bionda e di sicuro non gli avrebbe cambiato nulla riceverne o meno.

Io vado a sedermi a quel tavolo laggiù.
La visuale dell'ingresso è ottima da lì.
Come rimaniamo? Mi fai un cenno quando Dre è arrivato?


Per chi c***o mi hai preso?
... Va beh va'.
Quando entra sentirai un mezzo rullo di batteria come se fosse di prova, ora fila, voglio accendermi questo fottuto sigaro in santa pace.


Grazie per l'aiuto...
Ricordami di offrirti un drink!


Muoviti.

La liquidò piuttosto in fretta, Kid Muscle, spostandosi verso l'esterno dove andò a godersi il proprio sigaro e la propria birra in bottiglia.
terminato quel quarto d'ora idilliaco, se ne tornò dentro, mettendosi al suo posto con la chitarra alla mano, suonando e cantando una delle sue canzoni.
Purtroppo Caroline Priscilla pensava che ci sarebbe voluto poco, ma dopo un'ora ancora nessuna traccia di Dre.
Hank si era spostato intanto alla batteria, ma solamente per lucidarla e lucidare le bacchette, proprio perché non voleva rischiare di far venire qualche infarto alla pulcina.
Quella porta si aprì più e più volte, facendo entrare le persone più disparate, ma nessuna che facesse scattare il famoso rullo di tamburi, per così dire.
Giunte poi le 22:17, l'ingresso del pub si aprì ancora una volta e fu allora che il Vigilante, spostando solo l'occhio, sbuffò un poco, agitando svelto le bacchette dello strumento.
Muovendo quindi lo sguardo verso il tizio appena giunto, Cappie avrebbe visto un ragazzo alto sul metro e novanta, intorno ai 25 anni e... Nero.

Immagine

Ce l'hai fatta eh?
Si può sapere che fine avessi fatto?
Sei andato a rompere il culo a mezza Europa Mafiosa?!


Ehi Hank, come butta?
Sono stato trattenuto, dovevo aspettare che finisse il lavoro...
... Capisci cosa intendo, no?


Dietro la schiena del ragazzo c'era indubbiamente la custodia di una chitarra, che infatti estrasse quasi subito.
Lui e il Vice Sceriffo si salutarono alla americana, dopo di che anche gli altri membri del gruppo, avvicinatisi al palchetto, salutarono il nuovo arrivato.
Sembrava conoscere tutti ed essere in buoni rapporti con chiunque.

Che dici? Ti prendi qualcosa e poi iniziamo? Magari hai fame.

Non ci penso proprio...
Fatemi subito iniziare, è una vita che non suono...
Voglio proprio rifarmi del tempo perduto, quindi "Rite of Passage", che ne dite?


Tutta la band si guardò a vicenda, ognuno alzando le spalle e annuendo verso il ragazzone di colore, facendogli sorgere spontaneamente un sorriso.

Immagine

Quando volete io ci sono!

Va bene ragazzi, facciamo un po' tremare le pareti.

Oh sì, ci puoi scommettere.



L'esibizione durò la bellezza di quasi nove minuti, all'interno della quale, quindi, l'irlandese poté ascoltare le doti artistiche del famoso N°2.
Sembrava spensierato quando suonava, si concentrava molto sul pezzo ma allo stesso tempo a volte chiudeva gli occhi, lasciandosi guidare dalla musica.
Era come se per lui quello fosse davvero un momento di puro svago da tutto e tutti, uno svago condiviso da tutti coloro che su quel palco facevano applaudire gli spettatori.
Al termine della canzone, partirono una marea di fischi di approvazione ed il perché era semplice: senza Dre non si potevano eseguire certi brani, quindi c'era un po' di astinenza.
Sorridendo, Tybalt decise che quello fosse il momento per il famoso drink, togliendosi momentaneamente la chitarra dalle spalle e scendendo verso il bancone.

Yo bro, passami una Guinnes alla spina, mezza pinta però, voglio partire leggero!

Si appoggiò quindi alla superficie di legno con le braccia, aspettando che arrivasse la propria ordinazione.
Quello era necessariamente il momento giusto per agire per l'Investigatrice.
Hank la fissò un solo istante, dopo di che sostanzialmente scelse di farsi i benamati c***i suoi.
Avatar utente
Tybalt
Ignis Focum
Ignis Focum
 
Grado: 11+
 
Messaggi: 55
Iscritto il: 14/01/2017, 20:59

Messaggioda Caroline Priscilla » 01/05/2017, 22:07

Hank Muscle era stato il suo "informatore" improvvisato per tutto il periodo in cui il Kingston era stato in Europa. Grazie a lui, aveva scoperto di volta in volta qualche piccolo dettaglio su Dre, particolari riferiti alla sua persona ma non alla sua vita. Di lui sapeva solo che era un mercenario, aveva occhi e capelli scuri, era una persona leale e fidata, un Semi Gildato Ignis e -al momento- single. Il Vice Sceriffo aveva anche aggiunto che stava messo bene in quanto a dimensioni, ma per il resto aveva preferito tenere la bocca cucita per rispetto nei confronti dell'amico. Cappie gli era comunque grata per aver condiviso con lei quelle informazioni, trovando in esse un motivo per sentirsi ancora più attratta ed incuriosita dal fatidico N°2, che l'aveva aiutata e salvata all'incirca due mesi prima.

Io vado a sedermi a quel tavolo laggiù.
La visuale dell'ingresso è ottima da lì.
Come rimaniamo? Mi fai un cenno quando Dre è arrivato?


Per chi c***o mi hai preso?

Per la persona più onesta, gentile e generosa del mondo, ovviamente!

... Va beh va'.
Quando entra sentirai un mezzo rullo di batteria come se fosse di prova, ora fila, voglio accendermi questo fottuto sigaro in santa pace.


Soprattutto gentile!
È la qualità che ti descrive meglio in assoluto.


Lo prese un po' in giro, facendogli una bella linguaccia e poi dandogli un bacio di ringraziamento sulla guancia prima di allontanarsi. Aveva atteso talmente tanto a lungo quel momento che ormai non stava più nella pelle al pensiero di quell'incontro. Tybalt non era stato messo al corrente che l'irlandese lo stesse aspettando per volere della stessa Cappie. Voleva godersi il momento di vederlo per la prima volta e farsi di lui un'idea, liberamente e senza limiti di tempo. Una scelta che Hank la stava aiutando a portare avanti, facendosi principalmente gli affari propri.
Credeva che Dre sarebbe arrivato intorno alle nove massimo. Era per questo che si era messa a correre quando aveva visto quanto avesse fatto tardi nello scegliere il vestito, ma la lancetta delle ore arrivò alle nove e le superò anche, facendo trascorrere un'interminabile ora e mezza prima che qualcosa finalmente si sbloccasse. Per tutto il tempo dell'attesa, la Ignis non aveva fatto altro che mangiare noccioline, ordinare altre due 7Up e respingere i tentativi di flirt di alcuni militari che, giustamente, vedendola sola e in tiro, credevano fosse disponibile a lasciarsi abbordare da loro. Aveva il mento appoggiato sul palmo della mano, l'espressione scocciata e il suo terzo bicchiere ormai quasi alla fine, quando finalmente sentì il fatidico "rullo di tamburi" che segnalava la presenza di Dre nel locale. Cappie alzò la testa immediatamente, rivolgendo lo sguardo all'entrata del pub e rimanendo per qualche secondo con gli occhi fissi ed imbambolati nel vedere il mercenario.
Non si aspettava che fosse così bello.
Non si aspettava che il suo cuore prendesse a battere forte all'improvviso, come se fosse impazzito.
Non si aspettava di rimanere rapita da ogni singolo particolare di lui.

Lui... non me lo sarei mai potuto immaginare in questo modo...
È davvero... WOW...


La sua mente iniziò a registrare automaticamente ogni particolare di lui che saltava subito agli occhi: il tatuaggio non magico sul suo braccio destro; il bracciale da Semi Gildato sul polso sinistro e quello con le borchie sul polso destro; la camminata sicura; il jeans che gli scendeva addosso, celando e al tempo stesso attirando l'attenzione sulle parti di lui più intime e perverse; anche la borsa che doveva contenere uno strumento musicale, tenuta dietro la schiena. Aveva smesso di bere e mangiare, seguendo ogni mossa del mercenario per capire quando fosse il momento migliore per avvicinarsi e rivelargli finalmente la sua presenza. Al momento, pareva non essere possibile, dato che il ragazzo di colore sembrava più che intenzionato a salire sul palco e suonare con quella che alla fine si rivelò essere una doppia chitarra elettrica.

Inizio a sentirmi male...

Ma quella sensazione peggiorò -per modo di dire- quando ascoltò rapita la canzone. Stava male non in senso negativo, ma in senso fisico, sessuale, perché i suoi ormoni si erano di colpo risvegliati in un tripudio di fuochi d'artificio. Stava bruciando nelle zone più erogene e delicate, mentre il Fulmine rispondeva al pizzicare esperto delle dita di Dre sulla corda della sua chitarra, facendo salire a mille il desiderio della Fulmen in un'ascesa vertiginosa verso l'altezza più estrema.

Quanto porca trama è bravo...

Pensò al termine dell'esibizione, più sudata di coloro che si erano appena esibiti sul palco. Sembrava che avesse corso miglia e miglia, mentre invece il calore era solo il frutto del suo bollente desiderio e del crepitare del Fulmine in lei, che l'aveva surriscaldata a dovere. Bevve un goccio della sua bevanda, perché la gola era secca ed arida ed anche perché finalmente le si aprì uno spiraglio per poter parlare in santa pace con il mercenario. Vide Hank fissarla, mentre ella lo ricambiò con un cenno. Poi, raccogliendo tutto il suo coraggio, si alzò dalla sua postazione strategica, avvicinandosi al ragazzo che nel frattempo si era sistemato al bancone, ordinando una birra di marca babbana.

Yo bro, passami una Guinnes alla spina, mezza pinta però, voglio partire leggero!

Certo che tu le ragazze le fai proprio aspettare per bene!

Immagine


A voler essere precisi, io ho atteso ben...- fece finta di controllare un orologio da polso immaginario, per poi rispondere...-Tre mesi, due giorni, ventidue ore e diciassette minuti. Ti aspettavo per le nove, ma hai fatto un colossale ritardo di un'ora e mezza. Non si fa attendere così tanto una ragazza, lo sai vero?

Sorrideva, tanto, anzi tantissimo, scoppiando a ridere poi per l'espressione -probabilmente stupita- che l'altro avrebbe messo su. A quel punto, smise di rimproverarlo per finta e gli parlò per davvero, togliendo le mani posate sui fianchi e portandole invece dietro la schiena, quasi in segno di minore sicurezza e più dolce imbarazzo.

È bello poterti vedere finalmente in faccia, N°2.
Mi chiamo Cappie, Caroline Priscilla O'Neill e sarei felicissima di poterti rapire per l'intera serata.
Per convincerti sono disposta anche ad offrirti la birra che volevi prendere, più mezza ciotola di noccioline ancora intatta e... Uhm... Oh sì! Una cascata di complimenti per la tua esibizione di prima sul palco!
Mi hai elettrizzata, lo giuro!
E credimi questo è un bel complimento da parte mia perché...
- gli fece cenno di abbassarsi, per permetterle di sussurrargli all'orecchio qualcosa di privato e segreto-Io sono una Ignis del Fulmine.

Le sue labbra lo sfiorarono appena e con delicatezza, ma quando Dre ritornò su il sorriso spontaneo e sbarazzino dell'altra fece intendere che quel contatto con era stato voluto o meglio, in parte era accaduto per caso ed in parte... Non aveva resistito sentendo l'odore della sua pelle.

Dimmi di sì, ti prego!

Labbro inferiore all'infuori, espressione da bambina triste e speranzosa al tempo stesso e pugno chiuso che si asciugava una lacrima immaginaria: poteva davvero essere così cattivo da rifiutare?
Avatar utente
Caroline Priscilla
Ignis Fulmen
Ignis Fulmen
 
Grado: 10
 
Messaggi: 841
Iscritto il: 09/05/2012, 12:59

Messaggioda Tybalt » 02/05/2017, 21:58

Certo che tu le ragazze le fai proprio aspettare per bene!

... Come?

Si girò quasi subito, il Kingston, curioso di capire chi avesse fatto aspettare così tanto e se per caso si fosse dimenticato di qualche appuntamento specifico.
Naturalmente la sorpresa fu piuttosto grande, quando si ritrovò a circa un metro di distanza la ragazza salvata diverse settimane prima in Serbia.
Sbatté le palpebre inizialmente incredulo, per poi sorridere in modo spontaneo e contento.

Non posso crederci... Quanto sarà passato?
Almeno...


Tre mesi, due giorni, ventidue ore e diciassette minuti.
Ti aspettavo per le nove, ma hai fatto un colossale ritardo di un'ora e mezza.
Non si fa attendere così tanto una ragazza, lo sai vero?


... Tu... Mi aspettavi?
Uhm, credo di essermi perso qualcosa!


Immagine

Ovviamente fece finta di essere serio e spaesato all'inizio, per poi sorridere di nuovo e infine ridere direttamente, facendo una panoramica di lei.
Era da un bel po' sul serio che non la vedeva e di certo l'ultima volta non si era potuta necessariamente mostrare al top della forma e del vestiario.
Le donava praticamente tutto, una scelta di look interessante, anche se decisamente elegante per andare a bersi semplicemente qualcosa in un pub.

È bello poterti vedere finalmente in faccia, N°2.
Mi chiamo Cappie, Caroline Priscilla O'Neill e sarei felicissima di poterti rapire per l'intera serata.


Sei proprio fissata con i rapimenti, eh?

Immagine

Era abbastanza scherzoso Dre, un tratto di lui che si poteva riconoscere quasi all'istante. Genuino, amichevole e alla mano, particolarmente incline a sorridere.
Succedeva sempre così quando suonava, quando poteva stare assieme alle persone che apprezzava e stimava e fra queste indubbiamente c'era anche l'irlandese bionda.
Non sarebbe servito nessun tipo di convincimento ulteriore se non la semplice richiesta, ma perché non lasciar parlare la ragazza ancora un po'?

Per convincerti sono disposta anche ad offrirti la birra che volevi prendere, più mezza ciotola di noccioline ancora intatta e... Uhm... Oh sì!
Una cascata di complimenti per la tua esibizione di prima sul palco!
Mi hai elettrizzata, lo giuro!
E credimi questo è un bel complimento da parte mia perché...


Essendo lui sul metro e novanta dovette per forza abbassarsi un bel po' per farsi raggiungere l'orecchio, ma quello che sentì valse la discesa.

Uhm... ?

Io sono una Ignis del Fulmine.

Ma dai?!
ConCugina!
Ora si spiegano tante cose!


Sussurrò anche lui a sua volta, sorridendo ancora più convinto, alzando il pugno così che potesse scontrarsi con quello della fida alleata nella difesa del Conflux.

In questo caso l'apprezzamento verso il brano è decisamente più gradito, ahahah!

Dimmi di sì, ti prego!

Me la spieghi una cosa?
Perché mai dovrei dirti di no?
Forza, andiamo a sederci, ne abbiamo di chiacchiere da fare...


Immagine

Passando vicino ad Hank, Dre gli disse che poteva sbizzarrirsi un po' per conto suo perché aveva da fare con la O'Neill.
Successivamente, le chiese dove fosse seduta e così prese una sedia al volo in modo da poter stare uno davanti all'altro.
Le chiese inoltre se volesse assaggiare la birra e se nel caso fosse di suo gradimento, perché quella scura non è detto che potesse piacere a tutti.

Ah, lo sai sì che Hank è un Terran?

Chiese per pro forma, ipotizzando che comunque se anche non l'avesse detto lui, lei avrebbe riconosciuto il bracciale verde come in Dre quello rosso.

Insomma cosa mi racconti?
Ah, tra l'altro...
... Il mio nome è Tybalt, Tybalt Kingston.
Avatar utente
Tybalt
Ignis Focum
Ignis Focum
 
Grado: 11+
 
Messaggi: 55
Iscritto il: 14/01/2017, 20:59

Messaggioda Caroline Priscilla » 03/05/2017, 11:26

Non posso crederci... Quanto sarà passato?
Almeno...


Tre mesi, due giorni, ventidue ore e diciassette minuti.

Non poteva farci niente. Aveva contato il tempo che passava senza nemmeno rendersene conto, diventando ogni giorno più impaziente e più elettrica al pensiero di come sarebbe stato incontrare per la prima volta Dre. E adesso che ce l'aveva finalmente davanti le risultava spontaneo e semplice parlare con lui come se si conoscessero da anni, rimanere affascinata dal suo bel sorriso e dallo sguardo nero come la pece, ma ugualmente incantevole, dolce. Osservandolo meglio, si rese conto che i suoi occhi non erano assimilabili a due pozzi neri e profondi, ma a due perle, preziose e splendenti, perché non si poteva certo dire che lo sguardo del mercenario fosse privo di vita!

Ti aspettavo per le nove, ma hai fatto un colossale ritardo di un'ora e mezza.
Non si fa attendere così tanto una ragazza, lo sai vero?


... Tu... Mi aspettavi?
Uhm, credo di essermi perso qualcosa!


Certo! Il tacito appuntamento che avevi con me e del quale non eri al corrente!
Come hai fatto a dimenticartelo? Dovrei quasi sentirmi offesa...


Lui sorrideva e lei anche, facendogli persino una bella linguaccia mentre entrambi scoppiavano a ridere, il primo probabilmente per divertimento, la seconda anche per un pizzico di imbarazzo. Si sentiva davvero su di giri standogli di fronte e chiacchierando, ma almeno apparentemente sembrava mascherare bene quella sua condizione. Certo, perché tanto erano altri i segnali che stava lanciando, come la scelta di un abito troppo esagerato per una semplice serata al pub o anche il modo in cui sorrideva e lasciava trapelare un po' della sua emozione quando portava una ciocca di capelli dietro l'orecchio.

È bello poterti vedere finalmente in faccia, N°2.
Mi chiamo Cappie, Caroline Priscilla O'Neill e sarei felicissima di poterti rapire per l'intera serata.


Sei proprio fissata con i rapimenti, eh?

Lo ammetto: se non ne subisco almeno due al mese non sono contenta.
Questa però è la prima volta che rapisco io, ho deciso di sperimentare cose nuove...


Immagine


Non avrebbe voluto palesare tanto apertamente quel doppio senso, ma le fu praticamente inevitabile farlo visto che la sua mente le stava giocando dei brutti scherzi, a causa della mole di desiderio che aveva accumulato per tutto quel tempo. Quando si rese conto della gaffe fu praticamente impossibile ormai rimediare, ma le venne spontaneo mettersi a ridere portando una mano dietro la testa e scompigliandosi i capelli.

Scusami, scusami davvero tanto!
Giuro che di solito non sono così...


In realtà era capace anche di fare peggio, ma questo il Kingston già lo sapeva o almeno lo aveva intuito, dato che era stato costretto ad assistere durante lo "stupro di gruppo". Era un argomento molto delicato e di cui probabilmente avrebbero parlato, ma non ancora. Anche perché prima Cappie doveva convincere il mercenario a lasciarsi rapire e portare al tavolo dove era seduta, con la promessa di una birra offerta, di mezza ciotola di noccioline e tanti complimenti per la musica, perché la sua bravura con la chitarra era davvero eccezionale. Colse quell'occasione anche per rivelargli di essere una sua Concugina, approfittando della loro vicinanza per sentire il buon profumo emanato dalla sua pelle.

Dimmi di sì, ti prego!

Me la spieghi una cosa?
Perché mai dovrei dirti di no?


Infatti, non ne hai motivo!

Forza, andiamo a sederci, ne abbiamo di chiacchiere da fare...

Lo precedette, così da indicargli il suo posto e, nel passare di fronte al palco, salutò Hank con la mano e un sorriso gigante. Non si preoccupò che l'altro potesse notare che da quell'angolazione la visuale sulla porta d'ingresso del locale era pressoché perfetta. Una volta seduti, lui le offrì la sua birra scura ma lei propose invece di prendere qualcosa da mangiare prima, visto che -a parte le noccioline- non aveva mangiato niente altro. Si decise, di comune accordo, di prendere una porzione di Mac'n Cheese, una Steak & Mushroom e, per la gioia della O'Neill, una bella porzione gigante di patatine fritte, tutto da dividere in due. Neanche a farlo apposta, in questo modo sembravano una coppia di fidanzati.

Ah, lo sai sì che Hank è un Terran?

L'ho scoperto il giorno stesso in cui mi sono svegliata dopo che mi avete tratta in salvo.

Insomma cosa mi racconti?
Ah, tra l'altro...
... Il mio nome è Tybalt, Tybalt Kingston.


Tybalt? Che nome... particolare...
Non buffo eh! Buffo è il mio, per questo preferisco che gli amici mi chiamino semplicemente Cappie. Almeno ci si sbriga prima!
Tu invece? Preferisci Dre o il tuo vero nome?


Chiese, anche perché essendo lui un mercenario poteva non fargli particolarmente piacere che altri conoscessero il suo vero nome e cognome. Chiarito quel punto, la ragazza si mise molto più comoda, con le braccia conserte sul tavolo e lo sguardo fisso sul ragazzo di colore. La mano invece giocherellava un po' con la cannuccia all'interno del suo bicchiere vuoto, strapazzando la povera fetta di limone sul fondo.

Vuoi che ti faccia un resoconto dettagliato o preferisci saltare i preliminari e andare direttamente al sodo?
Ehehehe scherzo, scherzo! Immagino che tu sia curioso di sapere che cosa è successo dopo che mi sono svegliata a casa di Hank...


La Fulmen gli raccontò praticamente i motivi per cui Dave Barclays l'avesse rapita, delle indagini che stava svolgendo e di come alla fine avesse seguito l'unica pista lasciata da uno dei suoi compari per ritrovarlo e risolvere finalmente il caso insieme al suo partner e socio. Non si dimostrò avara di particolari, anzi le piaceva da morire poter condividere con lui quello che aveva passato, raccontandogli anche l'aneddoto buffo del Muscle che la prendeva in forma di ermellino e la lanciava usandola come diversivo, facendosi una grassa risata. Confessò di aver avuto più di un pensiero omicida nei suoi confronti, dopo quella bella uscita, ma alla fine aveva imparato ad apprezzarlo così com'era. Anche perché gli doveva molto e doveva tanto anche al mercenario, senza il quale Cappie non sarebbe stata così tranquilla e libera di sedere a quel tavolo, ridendo spensierata.

... Adesso mi sono trasferita a Denver da metà Luglio.
Anche tu abiti qui? Nel caso sarebbe un motivo in più per pensare di aver fatto bene a scegliere questa città per vivere e lavorare...


Ecco qui le vostre ordinazioni.

Immagine


Immagine


Immagine


Sembrava tutto ottimo e l'odore era delizioso, ma Cappie stava guardando in maniera un po' perplessa la ciotola grande con le patatine. Il cameriere parve non accorgersene, fino a quando non fu l'irlandese ad attirare nuovamente la sua attenzione.

Mi scusi, ma la porzione di patatine mi sembra un po' poca... Ne potrebbe portare un'altra?
Sì, sempre large, grazie!
E anche una birra chiara, piccola.


Iniziò subito ad intaccare la ciotola di patatine fritte, affamata come poche, lasciando a Dre l'onore invece di assaggiare per primo il piatto speciale del giorno.

Ah ma alla fine sei riuscito a concludere la tua missione in Europa?
... Di cosa ti sei occupato esattamente? È qualcosa che posso sapere?
Avatar utente
Caroline Priscilla
Ignis Fulmen
Ignis Fulmen
 
Grado: 10
 
Messaggi: 841
Iscritto il: 09/05/2012, 12:59

Messaggioda Tybalt » 07/05/2017, 16:32

È bello poterti vedere finalmente in faccia, N°2.
Mi chiamo Cappie, Caroline Priscilla O'Neill e sarei felicissima di poterti rapire per l'intera serata.


Sei proprio fissata con i rapimenti, eh?

Lo ammetto: se non ne subisco almeno due al mese non sono contenta.
Questa però è la prima volta che rapisco io, ho deciso di sperimentare cose nuove...


Il tuo primo tentativo di rapimento?
Mi sento veramente ma veramente lusingato, lo giuro!
Sarà vero onore essere sequestrato da te...


La fissò a lungo, aspettando solo che, dopo quella piccola battuta, lei si rendesse conto del doppio senso esibito meravigliosamente con la frase precedente.

Scusami, scusami davvero tanto!
Giuro che di solito non sono così...


Davvero?
Peccato sai?
Mi ci stavi facendo sperare proprio per bene!


Le fece un occhiolino, acconsentendo quindi a trascorrere buona parte della serata con lei, tanto obiettivamente non è che avesse altri impegni in corso.
Inoltre era davvero felice di poter stare a contatto con la O'Neill, visto che a prescindere un po' aveva pensato a lei in quel periodo di lontananza in Europa.
Si andarono a mettere comodi e seduti e per qualche istante Dre poté dare un'occhiata alla forma del di dietro della piccoletta, trovandolo decisamente niente male.

Insomma cosa mi racconti?
Ah, tra l'altro...
... Il mio nome è Tybalt, Tybalt Kingston.


Tybalt? Che nome... particolare...
Non buffo eh! Buffo è il mio, per questo preferisco che gli amici mi chiamino semplicemente Cappie. Almeno ci si sbriga prima!
Tu invece? Preferisci Dre o il tuo vero nome?


Dre, oltre ad essere il mio nome in codice come Mercenario, è stato da sempre il mio effettivo soprannome.
Gli amici, le persone importanti o care mi chiamano così... Quindi per te posso essere Dre, se ti piace.
Altrimenti puoi chiamarmi per nome, l'importante è che non ti faccia sentire da nessuno!


Lo disse a bassa voce, con un tono di voce complice e simpatico, abbastanza scherzoso in verità, perché l'Ignis Focum era esattamente così.
Pensava spesso ai suoi doveri e alle sue responsabilità, ma in determinate sedi lasciava andare soltanto il suo buon umore e la sua felicità dell'essere libero.
Propose alla ragazza di dividere alcuni piatti, non essendo lui in grado di finirli tutti quanti da solo viste le grosse porzioni del locale. Per fortuna che l'irlandese accettò di buon grado.

Vuoi che ti faccia un resoconto dettagliato o preferisci saltare i preliminari e andare direttamente al sodo?
Ehehehe scherzo, scherzo! Immagino che tu sia curioso di sapere che cosa è successo dopo che mi sono svegliata a casa di Hank...


Mah, ti dirò, adesso che mi hai parlato del saltare subito i preliminari, le mie priorità sono abbastanza cambiate, ahahahah!
Dai su, sentiamo questo racconto avvincente...


Nel corso della conversazione, Tybalt si fece spiegare un po' tutta la faccenda, le diverse indagini svolte e l'aiuto fornito da Kid alla missione, annuendo e facendo altre domande.
Era interessato e si mostrava tale, dando il giusto peso alle parole della ragazza e sorridendo ogni qual volta ci fosse qualche pezzo più divertente, se non direttamente ridendo.
I minuti trascorsero svelti, così come le chiacchiere, che giunsero alla fine al nocciolo della questione, ovvero che...

... Adesso mi sono trasferita a Denver da metà Luglio.

Ottima scelta!
Questa città non annoia mai.
Sono certo che il lavoro ti pioverà.


Anche tu abiti qui? Nel caso sarebbe un motivo in più per pensare di aver fatto bene a scegliere questa città per vivere e lavorare...

Non esattamente, ma sono ugualmente della zona.
Mi trovo a Colorado Springs, hai presente?
È un centro urbano molto più tranquillo e meno affollato di Denver, se cercassi un affitto, ti suggerirei di pensare proprio a quella zona.
Per quanto anche Fort Collins, dove sta Hank, non è niente male!
Dipende in sostanza da dove ti piaccia vivere...
... Se città vera e propria, cittadina o zone più immerse nella natura, meno rumorose.


Ecco qui le vostre ordinazioni.

Finalmente si ragiona...

Sentendo il profumo del cibo, Tybalt cominciò a percepire lo stomaco prepararsi alla digestione violenta, ma qualcosa sembrava non convincere troppo la O'Neill.

Mi scusi, ma la porzione di patatine mi sembra un po' poca... Ne potrebbe portare un'altra?
Sì, sempre large, grazie!
E anche una birra chiara, piccola.


Ah, senta, per l'altra porzione, una metà la porti con sopra il cheddar fuso, grazie!
... Vedrai, è una delizia per il palato!
Non te ne pentirai!


Non le sembrava affatto una persona capace di disdegnare un condimento in più sul cibo, specie se abbastanza calorico.

Certo che ci dai sotto eh!?
Metabolismo a prova di bomba!
Devo ammettere che a me il Fuoco ha dato un aiuto non indifferente... Non che prima fossi sovrappeso!


Però era tutt'altra cosa fare attenzione a non esagerare con certi tipi di cibi, mentre ormai la questione era ben diversa.

Ah ma alla fine sei riuscito a concludere la tua missione in Europa?
... Di cosa ti sei occupato esattamente?
È qualcosa che posso sapere?


Ho incontrato una Ricercatrice per chiederle di portare a termine i progetti che ho sottratto a Dave Barclays a Maggio.
Dopo di che ho svolto qualche missione personale in diverse zone europee per cercare di mettere fuori gioco alcune bande locali mafiose magiche.
Ho avuto il mio bel da fare, lo ammetto, ma non sarei rimasto mai così a lungo se non avessi avuto da attendere per la conclusione dei progetti.


Cominciò a mangiare un po' di pasta, trovandola come sempre ottima, dividendo di seguito la bistecca, controllando la cottura, anch'essa perfetta.
C'era poco da fare, quel locale sulla cucina non aveva tanti rivali nel circondario, per quanto fosse ad uso quasi esclusivo dei militari.
Mentre mangiavano, il ragazzone di colore notò che la O'Neill si fosse sporcata con del formaggio fuso sulle patatine.

Ops...
Sei sporca...
Ecco...


Avvicinò il pollice al labbro superiore della ex tassorosso, togliendole ogni traccia di cheddar, con assoluta naturalezza e spontaneità.

... Allora, posso dedurre che tu sia una appassionata di musica rock.
Questo era il tuo genere preferito oppure rientra nella tua lista d'oro?
Hai già avuto modo di sentire Hank? Di lui che ne pensi?
Avatar utente
Tybalt
Ignis Focum
Ignis Focum
 
Grado: 11+
 
Messaggi: 55
Iscritto il: 14/01/2017, 20:59

Messaggioda Caroline Priscilla » 07/05/2017, 21:23

Scusami, scusami davvero tanto!
Giuro che di solito non sono così...


Davvero?
Peccato sai?
Mi ci stavi facendo sperare proprio per bene!


... I-intendevo dire che sono peggio!
Oh cazzo l'ho fatto di nuovo!
D'accordo, basta! Smettila di ridere, così mi farai diventare un pomodoro!


In effetti la tonalità assunta dalle guance rimandava molto al tipico ortaggio di forma rotonda, un motivo ulteriore che poteva spingere un ragazzo a ridere di lei. Quando ci teneva particolarmente tanto a qualcosa o qualcuno, le gaffe si susseguivano alla velocità della luce, così come la reazione del suo viso che rimandava -per associazione di idee- al rosso dell'elemento del Kingston. Per fortuna che il Mercenario era un tipo molto scherzoso, perché non dava chissà quanto peso alle frasi a doppio senso pronunciate dalla O'Neill. O forse ci faceva caso, ma sul momento preferiva non rivelarle che cosa stesse pensando, nascondendosi dietro quegli occhi neri che avevano catturato immediatamente l'attenzione della Ignis.

Chissà a cosa starà pensando...
Mi troverà attraente?
Trama se non mi trovasse attraente o è gay oppure non sono il suo tipo...
Ma potrebbe trovarmi attraente e io non essere il suo tipo a prescindere!
Accidenti mi sto incartando!


Scosse la testa provando a scacciare quei pensieri molesti e concentrandosi invece sulle presentazioni. Finalmente, dopo mesi di attesa, Cappie venne a sapere quale fosse il vero nome del mercenario che aveva seduto di fronte. Per tutto quel tempo, nella sua mente lui era semplicemente Dre, mentre il vero nome -Tybalt- era rimasto un mistero. Ma il ragazzo in quale dei due modi preferiva essere chiamato?

Dre, oltre ad essere il mio nome in codice come Mercenario, è stato da sempre il mio effettivo soprannome.
Gli amici, le persone importanti o care mi chiamano così... Quindi per te posso essere Dre, se ti piace.
Altrimenti puoi chiamarmi per nome, l'importante è che non ti faccia sentire da nessuno!


Questo significa che mi consideri già parte integranti delle tue amicizie!
Che onore... Allora in questo caso anche per me sarai Dre.


Perché mai avrebbe dovuto lasciarsi scappare una simile opportunità? E poi anche lei aveva già messo in chiaro di voler essere chiamata Cappie e non Thea, come la sua falsa identità in versione "piccola". Ordinarono un bel po' di roba da mangiare, che però avrebbero diviso in due, mentre la O'Neill si preparava a svelargli finalmente il motivo dietro il suo rapimento da parte di Dave Barclays.

Vuoi che ti faccia un resoconto dettagliato o preferisci saltare i preliminari e andare direttamente al sodo?
Ehehehe scherzo, scherzo! Immagino che tu sia curioso di sapere che cosa è successo dopo che mi sono svegliata a casa di Hank...


Mah, ti dirò, adesso che mi hai parlato del saltare subito i preliminari, le mie priorità sono abbastanza cambiate, ahahahah!

Davvero?!
Strano... Chissà come mai!
Aahahahahah!


Dai su, sentiamo questo racconto avvincente...

Era davvero avvincente, ricco di suspense, colpi di scena e anche scenette comiche che la Ignis non si limitò soltanto a descrivere, ma mimò anche, facendo vedere il famoso "Lancio dell'Ermellino" con cui Hank aveva decretato definitivamente la sua fama di sadico figlio di puttana. Nonostante questo, Cappie fu ben felice di riconoscere che senza l'aiuto del Muscle non sarebbe riuscita a risolvere il caso in tempi brevissimi e con così tanta efficacia. Aveva compreso fin da subito che nonostante il suo carattere burbero di lui ci si potesse fidare e a quanto pare anche Dre era in accordo con il suo pensiero. Altrimenti non l'avrebbe annoverata tanto facilmente nella lista delle persone amiche, di cui potersi fidare.

... Adesso mi sono trasferita a Denver da metà Luglio.

Ottima scelta!
Questa città non annoia mai.
Sono certo che il lavoro ti pioverà.


Anche tu abiti qui? Nel caso sarebbe un motivo in più per pensare di aver fatto bene a scegliere questa città per vivere e lavorare...

Non esattamente, ma sono ugualmente della zona.
Mi trovo a Colorado Springs, hai presente?


Non ci sono mai stata, ma conosco per sentito dire.

È un centro urbano molto più tranquillo e meno affollato di Denver, se cercassi un affitto, ti suggerirei di pensare proprio a quella zona.
Per quanto anche Fort Collins, dove sta Hank, non è niente male!
Dipende in sostanza da dove ti piaccia vivere...
... Se città vera e propria, cittadina o zone più immerse nella natura, meno rumorose.


Uhm.. Per il momento a prescindere non potrei spostarmi, visto che ho già pagato in anticipo tre mesi di affitto. Comunque se dovessi trovarmi male a Denver, prenderò in considerazione i tuoi suggerimenti.
Grazie!


Ecco qui le vostre ordinazioni.

Che meraviglia...

Finalmente si ragiona...

La salivazione aumentò all'improvviso nella bocca della O'Neill, affamata come poche e pronta ad intaccare ogni singola portata. Tuttavia la porzione large di patatine per lei non era poi così tanto large, al punto tale da spingerla a chiedere al cameriere di portarne un'altra uguale. D'altronde, mica poteva rischiare di morire di fame, no?

Ah, senta, per l'altra porzione, una metà la porti con sopra il cheddar fuso, grazie!
... Vedrai, è una delizia per il palato!
Non te ne pentirai!


E quando mai si sarebbe potuta tirare indietro? Cappie annuì con convinzione, iniziando ad intaccare subito le patatine fritte in attesa che arrivasse anche la seconda porzione, mentre invece al Kingston lasciava gli onori di casa di assaggiare per primo i maccheroni al formaggio fuso. L'odore sprigionato era talmente buono che lo stomaco dell'irlandese si esibì in un assolo di apprezzamento, facendo per qualche istante arrossire le guance della ragazza mentre si scusava con l'altro per quei rumori molesti.

Certo che ci dai sotto eh!?

Inutile nasconderlo, prima o poi avresti scoperto che sono una golosona!

Metabolismo a prova di bomba!

Non proprio... Quando andavo a scuola sì, potevo mangiare di tutto e rimanere magra come un chiodo.
Adesso invece tendo ad ingrassare ma le vecchie abitudini proprio non riesco a togliermele.
Specie quando si tratta di cioccolata... Trama, quanto mi piace il cioccolato...


Devo ammettere che a me il Fuoco ha dato un aiuto non indifferente... Non che prima fossi sovrappeso!

Vorrei avere il tuo elemento soltanto per non dovermi preoccupare della linea ahahah!

Perché per nessun altro motivo al mondo avrebbe rinunciato al proprio Fulmine. Era orgogliosa di esserlo, di essere stata scelta proprio da quell'elemento che sentiva parte integrante di sé stessa e del proprio essere. Anzi, di più: era come se il Fulmine la completasse, come se in passato non si fosse mai resa conto che al suo spirito mancasse una parte fondamentale ed importantissima. Chissà se anche per Dre era la stessa cosa, ma ci sarebbe stato tempo per chiederglielo. Prima la O'Neill lasciò che la sua curiosità la portasse a domandargli se la sua missione in Europa fosse andata a buon fine.

Ho incontrato una Ricercatrice per chiederle di portare a termine i progetti che ho sottratto a Dave Barclays a Maggio.
Dopo di che ho svolto qualche missione personale in diverse zone europee per cercare di mettere fuori gioco alcune bande locali mafiose magiche.
Ho avuto il mio bel da fare, lo ammetto, ma non sarei rimasto mai così a lungo se non avessi avuto da attendere per la conclusione dei progetti.


Immagine


Ascoltava con molto interesse, mordendosi le labbra e annuendo, senza guardare altro se non Dre. Era capace di mangiare anche senza vedere dove metteva le mani, per questo motivo il contatto visivo con il Mercenario era continuo, intenso, nonostante l'irlandese stesse anche mangiando le fatidiche patatine con il cheddar fuso sopra -che fra l'altro erano davvero buonissime!

E i progetti che doveva portare a termine erano collegati alle tue successive missioni in Europa?
È stato molto difficile oppure avevi qualcuno a darti una mano?


Era talmente tanto concentrata a fare quelle domande da non essersi resa conto che qualche residuo di cheddar era rimasto a sporcarle il labbro superiore. Per fortuna che Tybal se ne accorse, preoccupandosi di pulirla subito con il pollice della mano.

Ops...
Sei sporca...
Ecco...


Mh?
No aspetta, faccio sola...


Proprio nell'attimo in cui il dito del ragazzo si posò sulle sue labbra, Cappie tirò fuori la lingua, ritrovandosi a leccare non il cheddar, bensì la pelle salata del mercenario. Fu immediatamente un momento di intenso imbarazzo che fece esplodere le sue guance di rosso, mentre la Fulmen tentava di salvare la situazione.

Eheheheh oddio che figura!
Scusa... Anche se devo ammetterlo...
Hai un sapore davvero buono...


Avrebbe voluto indugiare con la lingua in luoghi più nascosti, ma era meglio non dire nulla almeno per il momento. Forse il ragazzo se ne sarebbe accorto da solo o forse avrebbe avuto bisogno di ulteriori input da parte dell'investigatrice. Ad ogni modo quel piccolo "incidente" non rovinò affatto la loro intesa, anzi semmai permise ad entrambi di proseguire con ancora tanta leggerezza e divertimento, passando a parlare di un altro argomento di cui avevano molto in comune.

... Allora, posso dedurre che tu sia una appassionata di musica rock.

Deduci più che bene!

Questo era il tuo genere preferito oppure rientra nella tua lista d'oro?

Rientra nella mia top five, ma il primo posto appartiene esclusivamente al rock classico.

Hai già avuto modo di sentire Hank? Di lui che ne pensi?

Sì sì! L'ho sentito eccome e anche con enorme interesse. Mi piace moltissimo il suo stile, si avvicina tanto ai miei gusti. Inoltre ha una voce davvero calda e profonda e una vera abilità con la chitarra, anche se mi devo ricredere: il suo strumento deve essere la batteria, per forza! Ho conosciuto soltanto un'altra persona che sapesse suonare quello strumento come lo suona lui. - affermò entusiasta, riferendosi ovviamente a Desmond, ma evitando di pronunciare il suo nome -È la prima volta invece che trovo qualcuno che sappia suonare la doppia chitarra e devo dire che mi hai lasciata senza fiato! Anche io mi cimento di tanto in tanto, so suonare sia la chitarra acustica che quella elettrica e anche il basso. E se te lo stai chiedendo, sì, sono anche capace a cantare! -disse con una risata, iniziando ad intaccare la pasta al formaggio mentre riprendeva un attimo di fiato fra una parola e l'altra -Un giorno magari ti farò sentire qualcosa, anche se non sono di sicuro brava come te! E vediamo... Tu invece canti come Hank oppure ti dedichi soltanto a suonare la tua chitarra?

Chiese curiosa, lasciando finalmente spazio al mercenario di conversare un po' anche lui. Sembrava quasi una macchinetta iper carica di energia, ma il paragone in fondo era più che calzante per una Ignis del Fulmine.
Avatar utente
Caroline Priscilla
Ignis Fulmen
Ignis Fulmen
 
Grado: 10
 
Messaggi: 841
Iscritto il: 09/05/2012, 12:59

Messaggioda Tybalt » 08/05/2017, 21:50

Certo che ci dai sotto eh!?

Inutile nasconderlo, prima o poi avresti scoperto che sono una golosona!

Metabolismo a prova di bomba!

Non proprio... Quando andavo a scuola sì, potevo mangiare di tutto e rimanere magra come un chiodo.
Adesso invece tendo ad ingrassare ma le vecchie abitudini proprio non riesco a togliermele.
Specie quando si tratta di cioccolata... Trama, quanto mi piace il cioccolato...


Ehm... Coff... Coff...

Non fu una tosse imbarazzata, bensì divertita, perché la ragazza sembrava essersi espressa in una maniera più pornografica che gastronomica o dolciaria.
Aveva un modo di fare allegro, piacevole e spontaneamente malizioso come poche altre conosciute nella vita, o forse direttamente come nessun'altra.
Le amicizie di Dre erano poche e fra esse la O'Neill spiccava come unica detentrice di un simile carattere, il che non era affatto un male, anzi.

Devo ammettere che a me il Fuoco ha dato un aiuto non indifferente... Non che prima fossi sovrappeso!

Vorrei avere il tuo elemento soltanto per non dovermi preoccupare della linea ahahah!

Ed il mio è anche abbastanza poco consistente, per così dire!
Ho conosciuto dei Concugini con un Elemento talmente elevato da non scottarsi nemmeno prendendo in mano pentole roventi di acciaio.
Deve essere sensazionale possedere una tale affinità... La tua a che punto è?


Non potendo percepirla per motivi di poca potenza da Ignis, Dre dovette per forza chiederle a che stadio fosse del Fulmine e nell'eventualità, si fece spiegare cosa fosse un "Fulmen".
Pur avendo imparato a conoscere determinate informazioni sulle Gilde, doveva ancora apprendere molto, anche perché non gli capitava spesso di passare in Nuova Zelanda.
Si dispiacque nel sapere che fosse un Elemento bloccato, quello della irlandese, proprio perché lui poteva comprendere cosa significasse, seppur in modo leggermente diverso.

Non si può fare davvero nulla per alterare questa situazione?
Hai provato a parlarne con il Sole o con qualcuno del Consiglio degli Incendi, per dire...
Beh, che scemo, ovvio che tu l'abbia già fatto!


Mica era stupida Caroline Priscilla, anzi, probabilmente quelle erano state le prime persone interpellate al momento del problema.
Comunque, la conversazione proseguì, arrivando a trattare di altre faccende, come ad esempio il suo spostamento in Europa e i diversi motivi dietro ad esso.
Cecilia Bishop aveva svolto un ottimo lavoro, qualcosa di davvero eccezionale, per quanto non ancora concluso al 100%.

E i progetti che doveva portare a termine erano collegati alle tue successive missioni in Europa?
È stato molto difficile oppure avevi qualcuno a darti una mano?


No, nessun collegamento, i progetti riguardano delle armi ad essere sincero.
Le ho fatte costruire per me, per Hank ed anche per due Mercenari carissimi amici che mi hanno aiutato nelle scorse settimane.
In tutto ho portato a compimento quattro missioni con loro, diciamo un vero e proprio successo.
Tuttavia questa è una sorta di toccata e fuga momentanea, dovrò tornare in Europa il 23 per andare a ritirare gli ultimi due progetti finiti su quattro.
Se tutto va bene, tra il 25 e il 27 sarò pronto per tornare definitivamente alla routine di Denver e dintorni!


Non che gli dispiacesse spostarsi ed andare a trovare Aryanne ed Emmett, ormai perfettamente conviventi e consolidati come coppia, ma era ovvio che il Colorado fosse entrato nel suo cuore.
Era stato il luogo di inizio, il suo battesimo come Mercenario non più Gregario ma effettivo, pronto a farsi valere e conoscere. La culla della sua rinascita non più sotto il giogo mafioso.
Inoltre lì la vita era bella a prescindere e le novità non mancavano quasi mai.

Ops...
Sei sporca...
Ecco...


Mh?
No aspetta, faccio sola...


... Buono il dito?

Le fece un occhiolino, sorridendo morbido e ammiccante.

Eheheheh oddio che figura!
Scusa... Anche se devo ammetterlo...
Hai un sapore davvero buono...


Tutto merito del sale, secondo me...
Aspetta un attimo...
... Ehi, che somiglianza! La tonalità è praticamente quella!


Immagine

La canzonò un poco, ma questo solo per stemperare tensione ed imbarazzo, così da poter proseguire in serenità, analizzandola intanto nel contempo, silenzioso.
Sì, a lui piaceva analizzare la persona di fronte a sé, specie quando quest'ultima mostrava un interesse non certo velato. Capitava ogni tanto e lui si comportava allo stesso modo con tutte.
Normale reazione dell'aver avuto sempre delle partner occasionali e solamente dentro la malavita con ben pochi intenti sentimentali o tanto lontani dal sesso nudo e crudo.

Questo era il tuo genere preferito oppure rientra nella tua lista d'oro?

Rientra nella mia top five, ma il primo posto appartiene esclusivamente al rock classico.

Una conservatrice delle buone vecchie tradizioni, insomma!
Hai già avuto modo di sentire Hank? Di lui che ne pensi?


Sì sì! L'ho sentito eccome e anche con enorme interesse. Mi piace moltissimo il suo stile, si avvicina tanto ai miei gusti.
Inoltre ha una voce davvero calda e profonda e una vera abilità con la chitarra, anche se mi devo ricredere: il suo strumento deve essere la batteria, per forza!
Ho conosciuto soltanto un'altra persona che sapesse suonare quello strumento come lo suona lui.


Ci mette tutto se stesso.
La batteria è il suo strumento di "differenza", come lo chiama lui.
La chitarra invece è merito del nonno, anch'egli in vita un musicista eccezionale.


È la prima volta invece che trovo qualcuno che sappia suonare la doppia chitarra e devo dire che mi hai lasciata senza fiato!

Ahahahah, grazie ancora!

Anche io mi cimento di tanto in tanto, so suonare sia la chitarra acustica che quella elettrica e anche il basso.
E se te lo stai chiedendo, sì, sono anche capace a cantare!


In realtà sei una band in movimento!

Scosse il capo, assolutamente sorpreso in positivo da quelle parole sicuramente vere della irlandese.
Non le sembrava affatto la persona intenta a gonfiare se stessa per risultare più interessante, anche perché obiettivamente lo era già di suo senza necessità di aumenti.
Intanto il pasto andava via sempre più svelto, la pasta era finita, la prima ciotola di patatine pure e la carne...

... Ehm, vuoi che ti lasci anche quest'ultimo pezzo?
Lo stai osservando in modo piuttosto famelico...


La prese in giro appena tre secondi, dopo di che fece scivolare il piatto verso di lei, tanto lui tutto sommato stava bene, non gli serviva altro cibo.
Un'altra birra invece, quella ci sarebbe stata davvero alla grande, infatti si ripromise di farsene portare una non appena fosse capitato di lì un addetto al servizio.

Un giorno magari ti farò sentire qualcosa, anche se non sono di sicuro brava come te!
E vediamo... Tu invece canti come Hank oppure ti dedichi soltanto a suonare la tua chitarra?


Guarda che qui possono suonare tutti, basta che sia roba tosta, quindi la prossima volta sarai costretta a farti sentire da tutti, chiaro?
... Comunque sì, so cantare ma non lo faccio spesso, anzi, quasi mai.
Mi piace accompagnare, oppure eseguire dei brani strumentali dove la chitarra fa da protagonista, ma lì si va più sull'Electric Rock.


Le avrebbe fatto sentire volentieri qualcosa, ma non c'era alcuna fretta, tanto ormai lei sarebbe rimasta in quella zona praticamente in pianta stabile.

... Oh, ci siamo.
Questo applauso significa una cosa sola...
Hank ha imbracciato la chitarra!


Ed infatti...



Hank mi ha detto che questo brano è uno dei tanti che il nonno ha dedicato ad una donna misteriosa.
Clint non l'hai mai nominata, Hank non sa praticamente nulla di lei, dove sia, quando si siano incontrati, cosa sia effettivamente accaduto tra loro.
Tutto il sentimento del caro King Muscle si può sentire e riconoscere solo nelle note e nelle parole di queste canzoni.
Avatar utente
Tybalt
Ignis Focum
Ignis Focum
 
Grado: 11+
 
Messaggi: 55
Iscritto il: 14/01/2017, 20:59

Messaggioda Caroline Priscilla » 09/05/2017, 22:06

Non proprio... Quando andavo a scuola sì, potevo mangiare di tutto e rimanere magra come un chiodo.
Adesso invece tendo ad ingrassare ma le vecchie abitudini proprio non riesco a togliermele.
Specie quando si tratta di cioccolata... Trama, quanto mi piace il cioccolato...


Ehm... Coff... Coff...

Non dirmelo: ho detto di nuovo qualcosa di pornografico.
Niente, oggi non è serata!
Ti giuro però che non l'ho fatto apposta, a me piace davvero tantissimo il cioccolato! Ne vado matta, potrei mangiarne una quantità industriale, essere circondata di cioccolato e non sentirmi mai sazia!
... E due, questa volta in sequenza. Inizio a stupirmi di me stessa.


Rise cercando di fare tanta autoironia per stemperare l'imbarazzo che in lei assumeva i connotati di due guance rosso porpora che brillavano ad intermittenza. Almeno il suo modo di fare allegro e comico faceva divertire Dre e lei stava iniziando ad adorare i suoi sorrisi. Erano così caldi, così pieni di vita: il Kingston rideva veramente di gusto, non fingeva mai di trovare qualcosa buffo solo per circostanza, ma era sempre spontaneo e naturale nella sua risata. Cappie si ritrovò a fissare con fin troppa insistenza quel sorriso, chiedendosi quale storia si celasse dietro. Anche lei quando rideva lo faceva di gusto, eppure nascondeva un passato che aveva ben poco da renderla felice e spensierata. Quando si rese conto di essersi incantata, perdendosi nelle sue elucubrazioni personali, cercò di scuotersi in fretta, grazie anche all'aiuto del Mercenario che spostò la conversazione sulla loro connessione con gli elementi.

Devo ammettere che a me il Fuoco ha dato un aiuto non indifferente... Non che prima fossi sovrappeso!

Vorrei avere il tuo elemento soltanto per non dovermi preoccupare della linea ahahah!

Ed il mio è anche abbastanza poco consistente, per così dire!
Ho conosciuto dei Concugini con un Elemento talmente elevato da non scottarsi nemmeno prendendo in mano pentole roventi di acciaio.
Deve essere sensazionale possedere una tale affinità... La tua a che punto è?


Oh be'... Ecco diciamo che io non sono proprio una Ignis normale...

Stava tentennando. Per tutto il corso della serata non aveva avuto alcun problema a parlare liberamente con Tybalt, senza nascondersi dietro bugie che considerava inutili perché desiderava che l'altro la conoscesse per ciò che era. Quando però si arrivò a parlare del suo grado in Gilda, per Cappie era come iniziare a scavare vicino a quegli altarini che solitamente teneva nascosti alla gente comune per non tediarla con i propri problemi. Nel caso di Dre, ciò che la stava bloccando però era il timore che se fosse stata completamente sincera avrebbe spaventato talmente tanto il Mercenario da spingerlo ad allontanarsi da lei. Non voleva passare per una bugiarda per questo, ma nemmeno rischiare una simile eventualità per colpa della sua vita troppo assurda e frenetica da tenere sotto controllo. Accarezzò anche l'idea di dirgli semplicemente di essere al primo stadio, ma aveva già fatto presente che lei non era come tutti gli altri gildati, per cui l'unica via che le sembrò la più fattibile fu raccontargli una parte di verità e riservarsi la seconda -quella più scottante- se e quando le cose fra di loro si fossero fatte un po' più serie.

Vengo chiamata Ignis "Fulmen" perché in realtà il mio Elemento è fisso a metà fra il Fulgur ed il Tonum.

Gli spiegò in breve che durante il suo risveglio non tutto era filato proprio liscio come l'olio, anzi pareva che il Fulmine ricevuto dalla ragazza fosse corrotto e questo le aveva impedito di diventare una Gildata normale come tutti gli altri. Non si dilungò oltre nella spiegazione perché meno parlava, meno verità avrebbe dovuto nascondere e questa cosa -anche se stupida- la faceva stare bene con sé stessa.

Non si può fare davvero nulla per alterare questa situazione?
Hai provato a parlarne con il Sole o con qualcuno del Consiglio degli Incendi, per dire...
Beh, che scemo, ovvio che tu l'abbia già fatto!


Eheheh tranquillo!
Per il momento no, forse un giorno riuscirò a scoprire cosa dovrò fare per sbloccare questa situazione.
Diciamo che non mi posso lamentare: ho comunque un'affinità molto alta, anche se fissa, e poi non si può mai sapere che cosa ci riservi il futuro, no?


Ad esempio una semplice Fulmen poteva diventare un Sagitta un giorno. La riprova che tutto poteva accadere e che non bisognava mai dare niente per scontato. Proseguirono a parlare con molta naturalezza, questa volta mettendo Dre al centro del discorso e la sua missione in Europa, di cui la O'Neill si dimostrò molto curiosa.

E i progetti che doveva portare a termine erano collegati alle tue successive missioni in Europa?
È stato molto difficile oppure avevi qualcuno a darti una mano?


No, nessun collegamento, i progetti riguardano delle armi ad essere sincero.
Le ho fatte costruire per me, per Hank ed anche per due Mercenari carissimi amici che mi hanno aiutato nelle scorse settimane.
In tutto ho portato a compimento quattro missioni con loro, diciamo un vero e proprio successo.
Tuttavia questa è una sorta di toccata e fuga momentanea, dovrò tornare in Europa il 23 per andare a ritirare gli ultimi due progetti finiti su quattro.
Se tutto va bene, tra il 25 e il 27 sarò pronto per tornare definitivamente alla routine di Denver e dintorni!


Sapere che l'altro si sarebbe allontanato di nuovo per un breve periodo di tempo dispiacque un poco all'irlandese, ma si limitò a sorridere annuendo per il momento, concentrandosi invece sull'ingurgitare quante più patatine al cheddar possibile. Non voleva sembrare una persona estremamente appiccicosa ed invadente -anche se all'effettiva lo era in certi casi- e poi sarebbe stato soltanto per qualche settimana, una toccata e fuga che le avrebbe dato modo di riflettere con maggiore attenzione sul ragazzo e sull'effetto che egli stava iniziando a fare sulla Fulmen. Come quando Dre si preoccupò di pulirle le labbra con il pollice, finendo per farselo leccare dalla O'Neill che divenne -in risposta- ancora più rossa ed imbarazzata.

... Buono il dito?

Eheheheh oddio che figura!
Scusa... Anche se devo ammetterlo...
Hai un sapore davvero buono...


Tutto merito del sale, secondo me...
Aspetta un attimo...
... Ehi, che somiglianza! La tonalità è praticamente quella!


Gli fece una bella linguaccia, nascondendo la perplessità di fronte alla reazione dell'altro. Aveva provato a fargli un complimento un po' più malizioso, ma il Mercenario -invece che coglierlo- era rimasto abbastanza impassibile di fronte al suo approccio. Escluse a propri che fosse gay, perché altrimenti Hank glielo avrebbe detto, ne era sicura. Quindi era lei che non gli risultava di suo gradimento? Così come venne, quel pensiero lo scacciò immediatamente via, perché in fondo non c'era fretta di piacergli subito: voleva goderselo, godersi la sua compagnia, il suo modo di fare e la sua risata, scoprendo man mano se valesse davvero la pena affezionarsi ad una persona come lui. Il Fulmine la rendeva impaziente, ma anche molto razionale: con la brutta batosta presa dopo Axell non poteva rischiare di scegliere una persona che non riuscisse a starle dietro.

Sarei il primo caso di Trasfigurazione umana volontaria in un vegetale!
Vediamo... Potrei essere definita una Vegimagus?
Trama suona veramente orribile, non è vero?


Disse quindi facendosi una bella risata e proseguendo a conversare un po' di tutto, per poi concentrarsi su di un argomento molto specifico: i loro gusti in fatto di musica. Mentre si scambiavano pareri ed opinioni, Cappie continuava ad osservare con un certo desiderio la bistecca ai funghi, più precisamente la parte che spettava al Kingston visto che la sua se l'era pappata al volo in meno di un secondo. Il suo sguardo però venne colto anche dal Mercenario, che non ci mise molto ad offrire l'ultimo pezzo rimasto proprio all'irlandese mangiona.

... Ehm, vuoi che ti lasci anche quest'ultimo pezzo?

Eh? Perché?

Lo stai osservando in modo piuttosto famelico...

No! No!
Figurati, è tutto tuo!


Disse, salvo poi mimare l'espressione di un gatto affamato che si lecca i baffi al pensiero di mettere sotto i denti un bel pezzettone di carne succulenta. Immagine che a quanto pare funzionò, perché Tybalt le lasciò l'ultimo pezzo e lei poté smettere di fare gli occhioni dolci soltanto per ottenere un altro po' di cibo.

Lo sapevo che la mia tecnica era infallibile.
Dovrei provare ad usarla anche con i miei informatori, magari la smetterebbero di prendermi in giro solo perché sembro piccola e inesperta...


Commentò, rivelando un altro po' di sé senza approfondire troppo il discorso, dato che non ne valeva la pena. La infastidiva molto l'atteggiamento che avevano certe persone con lei, ma era anche pronta a farsi rispettare da tutti, in un modo o nell'altro. Se fossero servite le buone maniere le avrebbe utilizzate, se fossero servite le cattive avrebbe utilizzato anche quelle e se fosse servito invece tempo... Era pronta a dare loro tutto il tempo di cui avevano bisogno.

Un giorno magari ti farò sentire qualcosa, anche se non sono di sicuro brava come te!
E vediamo... Tu invece canti come Hank oppure ti dedichi soltanto a suonare la tua chitarra?


Guarda che qui possono suonare tutti, basta che sia roba tosta, quindi la prossima volta sarai costretta a farti sentire da tutti, chiaro?

Ahahahah!
Così mi metti l'ansia da prestazione, dico sul serio!
Okay, prometto che ti lascerò a bocca aperta.


... Comunque sì, so cantare ma non lo faccio spesso, anzi, quasi mai.
Mi piace accompagnare, oppure eseguire dei brani strumentali dove la chitarra fa da protagonista, ma lì si va più sull'Electric Rock.


Accidenti! Non avresti dovuto dirlo...
Sono una curiosona, ora continuerò a chiedermi che tipo di voce tu abbia quando canti.
Spero un giorno di poterti beccare in una di quelle rare volte in cui lo fai...


Disse, sincera nel suo desiderio e guardandolo con occhi dolci ed un sorriso molto tenero, mentre istintivamente portava la mano dietro l'orecchio, a sistemare una ciocca di capelli ribelle che in realtà non c'era. Quel momento venne interrotto da un applauso che poche volte Cappie aveva sentito all'interno del locale e che -come scoprì grazie al ragazzo- stava a significare soltanto una cosa: Hank era pronto per esibirsi in una delle sue performance originali. La canzone che la O'Neill ascoltò non pareva essere uscita dal cuore e dalla mente di quel giovane uomo, fatto di soli spigoli e trasudante virilità. Eppure mentre la cantava ci metteva tutto sé stesso, scaldando persino il cuore della Ignis che muoveva le dita sul tavolo a ritmo di musica. Era una canzone particolarmente romantica e sentimentale, davvero un piccolo gioiellino. Possibile che nella vita del Muscle ci fosse una persona che corrispondeva alla descrizione fatta nella canzone? Forse proprio la sua lontananza era il motivo dell'apparente durezza del Vigilante.

Non posso credere che sia una canzone sua... Non lo avrei mai detto capace di scrivere un testo del genere!

Hank mi ha detto che questo brano è uno dei tanti che il nonno ha dedicato ad una donna misteriosa.

... Mi rimangio tutto quello che ho appena detto.
Mi sembrava troppo strano, in effetti...
Davvero non sa chi possa essere?


Clint non l'hai mai nominata, Hank non sa praticamente nulla di lei, dove sia, quando si siano incontrati, cosa sia effettivamente accaduto tra loro.
Tutto il sentimento del caro King Muscle si può sentire e riconoscere solo nelle note e nelle parole di queste canzoni.


Non capisco come faccia a starsene così tranquillo.
Io, in una situazione del genere, impazzirei se non riuscissi a scoprire che cosa ci sia nascosto dietro.
Non per niente però io sono un'investigatrice e lui un vigilante.
Fare luce sui misteri è il mio lavoro... Anche se quelli più importanti sono ancora ben lontana dal risolverli.


Come quello sulla morte di suo padre oppure quella misteriosa Setta di cui pian piano stava raccogliendo le briciole, per unirle e comprendere che cosa diavolo ci fosse dietro. Improvvisamente, ripensando all'uomo più importante della sua vita, Cappie sentì il desiderio di condividere con Dre quella parte del suo passato. Non sapeva bene il perché: forse, inconsciamente, voleva che l'altro si avvicinasse un po' di più a lei, scoprendola a piccoli passi. Ad ogni modo, essendo lei un Fulmine, l'istinto e l'impulso erano di casa, per cui quando prese la sua decisione smise completamente di tentennare e si gettò semplicemente in quel proposito.

... Voglio confessarti un segreto che sanno in pochi.
Non ho scelto questo mestiere perché amavo risolvere i misteri, ma perché volevo scoprire che cosa fosse accaduto a mio padre.
Lui è morto quando avevo tredici anni. Anzi, se devo essere sincera, nessuno sa se sia morto ufficialmente, visto che il suo corpo non è mai stato ritrovato. Ma io so che non ho più speranze di ritrovarlo in vita...
- disse, parlando con cuore molto più leggero perché almeno aveva potuto dirgli addio, anche se il tono di voce era serio, proprio come il suo sguardo -Sospetto che la sua morte sia legata a qualche organizzazione criminale magica, anche se purtroppo non so di preciso quale. Ciò che però mi ha più tormentata è stato il non sapere perché proprio a lui. Il desiderio di conoscere la verità alla fine mi ha spinta verso questa carriera... E adesso credo di non poter vedere un mistero senza provare l'impulso irresistibile di risolverlo.

Aveva condiviso una parte molto importante del suo passato, una fettona davvero grande, ma sostanzialmente innocua per l'altro perché lo poneva soltanto nell'ottica di conoscere lei senza subire il peso delle sue scelte. Dopo quell'attimo di serietà, Cappie tornò a sorridere molto dolcemente all'altro, recuperando in fretta l'allegria perché lei era quel tipo di persona che di fronte a qualunque avversità sapeva sempre come trovare un modo per sorridere.

Sto per dire una cosa che ti lascerà davvero sconcertato ma io ho ancora fame.
Però voglio qualcosa di dolce e mi andrebbe di prenderlo fuori, anche perché inizio a non sopportare più tutto questo caldo qua dentro!
Ti andrebbe di prendere un gelato o un frozen yogurt e di gustarcelo mentre camminiamo?
Lascio decidere a te dove sia meglio andare, io qui sono nuova e non ho ancora stanato le migliori pasticcerie o gelaterie della città.


Sì, aveva proprio detto "stanato" perché quando si tratta di dolci Cappie era più simile ad un segugio che ad un essere umano. Se la risposta fosse stata sì, la ragazza allora avrebbe insistito per offrigli birra e cena, dato che era stata lei a monopolizzare la sua serata.
Avatar utente
Caroline Priscilla
Ignis Fulmen
Ignis Fulmen
 
Grado: 10
 
Messaggi: 841
Iscritto il: 09/05/2012, 12:59

Data Utente Tipo Dado Risultato  
2019-08-10 23:27:47 Tiger d100 85  
2019-07-19 21:30:55 Caroline Priscilla d20 9  
2019-07-19 21:30:45 Caroline Priscilla d20 20  
2019-07-19 21:30:32 Caroline Priscilla d20 19  
2019-07-19 21:30:13 Caroline Priscilla d20 5  
2019-07-19 21:29:58 Caroline Priscilla d20 14  
2019-07-19 21:29:54 Caroline Priscilla d20 11  
2019-07-19 21:29:41 Caroline Priscilla d20 8  
2019-07-19 21:24:55 Caroline Priscilla d20 16  
2019-07-19 21:24:34 Caroline Priscilla d20 7  
2019-07-19 21:24:04 Caroline Priscilla d20 14  
2019-07-19 21:23:47 Caroline Priscilla d20 2  
2019-07-19 21:23:20 Caroline Priscilla d20 13  
2019-07-19 21:22:54 Caroline Priscilla d20 19  
2019-07-19 21:22:39 Caroline Priscilla d20 14  
2019-07-19 21:14:12 Caroline Priscilla d20 19  
2019-07-19 21:13:55 Caroline Priscilla d20 2  
2019-07-19 21:13:50 Caroline Priscilla d20 4  
2019-07-19 21:13:40 Caroline Priscilla d20 2  
2019-07-19 21:13:25 Caroline Priscilla d20 10  
2019-07-19 21:13:07 Caroline Priscilla d20 7  
2019-07-19 21:12:51 Caroline Priscilla d20 14  
2019-07-19 21:08:30 Caroline Priscilla d20 14  
2019-07-19 21:08:22 Caroline Priscilla d20 19  
2019-07-19 21:08:09 Caroline Priscilla d20 10  
2019-07-19 21:07:50 Caroline Priscilla d20 5  
2019-07-19 21:07:29 Caroline Priscilla d20 9  
2019-07-19 21:07:24 Caroline Priscilla d20 9  
2019-07-19 21:07:11 Caroline Priscilla d20 13  
2019-07-19 20:46:09 Caroline Priscilla d20 19  
2019-07-19 20:45:18 Caroline Priscilla d20 4  
2019-07-19 20:45:03 Caroline Priscilla d20 14  
2019-07-19 20:44:43 Caroline Priscilla d20 13  
2019-07-19 20:44:12 Caroline Priscilla d20 4  
2019-07-19 20:43:50 Caroline Priscilla d20 15  
2019-07-19 20:43:06 Caroline Priscilla d20 11  
2019-07-19 20:37:17 Caroline Priscilla d20 15  
2019-07-19 20:32:33 Caroline Priscilla d20 16  
2019-07-19 20:32:18 Caroline Priscilla d20 10  
2019-07-19 20:32:01 Caroline Priscilla d20 10  
2019-07-19 20:31:39 Caroline Priscilla d20 10  
2019-07-19 20:31:18 Caroline Priscilla d20 2  
2019-07-19 20:30:38 Caroline Priscilla d20 16  
2019-06-17 17:11:04 Caroline Priscilla d20 8  
2019-06-17 17:10:32 Caroline Priscilla d20 4  
2019-06-17 17:09:32 Caroline Priscilla d20 13  
2019-06-17 17:06:37 Caroline Priscilla d20 16  
2019-05-17 22:10:52 Caroline Priscilla d20 12  
2019-05-17 19:17:26 Caroline Priscilla d20 8  
2019-05-17 18:47:44 Caroline Priscilla d20 8  
2019-04-26 20:36:26 Caroline Priscilla d20 9  
2019-04-26 20:36:11 Caroline Priscilla d20 2  
2019-04-26 20:36:02 Caroline Priscilla d20 17  
2019-04-26 20:35:59 Caroline Priscilla d20 12  
2019-04-26 20:35:47 Caroline Priscilla d20 1  
2019-04-26 20:33:38 Caroline Priscilla d20 14  
2019-04-03 16:57:55 Caroline Priscilla d100 6  
2019-04-03 16:57:37 Caroline Priscilla d100 69  
2019-04-03 16:57:26 Caroline Priscilla d100 11  
2019-04-03 16:57:12 Caroline Priscilla d100 21  
2019-04-03 16:54:28 Caroline Priscilla d20 6  
2019-04-03 16:54:11 Caroline Priscilla d20 19  
2019-04-03 16:53:44 Caroline Priscilla d20 20  
2019-04-03 16:53:16 Caroline Priscilla d20 4  
2019-04-03 16:53:05 Caroline Priscilla d20 19  
2019-04-03 16:52:54 Caroline Priscilla d20 3  
2019-04-03 16:52:37 Caroline Priscilla d20 10  
2019-04-03 16:51:34 Caroline Priscilla d20 11  
2019-04-03 16:51:10 Caroline Priscilla d20 17  
2019-04-03 16:50:38 Caroline Priscilla d20 6  
2019-03-19 19:27:31 Caroline Priscilla d20 14  
2019-03-19 19:27:04 Caroline Priscilla d20 10  
2019-03-19 19:27:00 Caroline Priscilla d20 7  
2019-03-19 19:26:47 Caroline Priscilla d20 9  
2019-03-19 19:26:33 Caroline Priscilla d20 7  
2019-03-19 19:26:17 Caroline Priscilla d20 7  
2019-03-18 20:54:41 Caroline Priscilla d100 84  
2019-03-18 20:53:43 Caroline Priscilla d20 12  
2019-03-15 17:52:14 Caroline Priscilla d20 13  
2019-03-15 17:49:44 Caroline Priscilla d30 4  
2019-03-15 17:49:29 Caroline Priscilla d30 13  
2019-03-15 17:44:52 Caroline Priscilla d20 9  
2019-03-15 17:44:32 Caroline Priscilla d20 8  
2019-03-15 17:44:14 Caroline Priscilla d20 14  
2019-03-15 17:43:35 Caroline Priscilla d20 1  
2019-03-15 17:43:11 Caroline Priscilla d20 3  
2019-03-15 17:42:48 Caroline Priscilla d20 8  
2019-02-27 21:12:52 Caroline Priscilla d20 10  
2019-02-27 20:35:00 Caroline Priscilla d20 18  
2019-02-27 20:34:15 Caroline Priscilla d20 13  
2019-02-27 20:33:44 Caroline Priscilla d20 16  
2019-02-27 20:33:06 Caroline Priscilla d20 19  
2019-02-27 20:32:37 Caroline Priscilla d20 19  
2019-02-27 20:31:28 Caroline Priscilla d20 20  
2017-07-19 23:03:06 Kirie d20 9  
2017-07-19 23:02:12 Kirie d20 6  
Prossimo

 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron