1664 punti 1267 punti 1021 punti 1415 punti 1750 punti 1032 punti

Malibù

Messaggioda PnG Staff » 12/06/2019, 19:25

Domenica 11/03/2114
Ore 10:30
Villetta di Frank Cartwright


Immagine

L'abitazione di Nonno Cartwright non era sfarzosa e maestosa come l'ex proprietà a Malibu del nipote Axell.
Pur essendo sostanzialmente molto lussuosa, si organizzava su uno spazio più piccolo e due piani.
Naturalmente per una persona sola risultava sempre e comunque uno spreco di metri quadri, ma Frank lì ci abitava alla grande.

Sono arrivate...

Se lo aspettava.
Era Domenica ormai, weekend quasi concluso, ergo la sua cara nipotina poteva fare un salto soltanto in quella giornata.
Semplicemente il Nonno avrebbe quasi preferito che arrivasse nel pomeriggio, così che potesse prepararsi ancora un po' psicologicamente.

Ma sì, da un lato meglio così, perché rimandare ancora? Il tempo stringe, è la mia nipotina che rischia, quindi tira fuori le palle Frank...

Inizialmente nervoso ed agitato, in un attimo l'uomo attempato divenne più determinato e deciso.
Non si poteva certo dire che Frank fosse un vecchio poco coraggioso, anzi, aveva sempre affrontato a testa alta ogni avversità fino ad allora.
Probabilmente era anche per quello che l'amico defunto Clint Muscle lo teneva sempre tanto in considerazione.

NONNO!
Che bello rivederti!


Ooohhhh, eccola qui la patatina del nonno, fatti abbracciare tesoro mio!

Di primo impatto volle solamente stringere affettuosamente la ragazza, dimostrandole tutto il bene possibile e immaginabile.
Era chiaro che ci fosse qualcosa di strano, infatti la reazione di Frank non fu comunque la solita, molto più giocherellona e allegra.
Stesso discorso poi per il saluto verso Pauline Lamarck, accompagnato perennemente da una generosa pacca sul sedere, che però in quella sede non giunse affatto.

Nonno Cartwright...

Emanuelle, cara, sei in ottima forma...
... Sempre detto io che le sc***te regolari fanno miracoli!


Ciò non significava che non avessero ugualmente a che fare con il solito Nonno Scatenato, ovviamente.

Sia benedetto... Aspetta, come hai detto che si chiama, Stella?
Ah sì giusto, Davis! Sia benedetto questo Davis e la sua m****ia vera!


Aggettivo per i membri che ne decretava una misura ampiamente superiore alla media, coniato dalla famiglia Cartwright.
Questo avrebbe fatto subito intendere alla Lamarck che la migliore amica si fosse dilungata in racconti col nonno riferiti alla taglia intima del Valefor.
Ma d'altronde in un certo senso c'era da aspettarselo.

Va bene su, adesso entrate, entrate...

Frank condusse le ragazze nel solito salotto dove spesso e volentieri organizzava i suoi classici festini.
Emanuelle e Stella trovarono sul tavolino una ben della Trama da far venire l'acquolina.
Stuzzichini salati e dolci, bottiglie con drink di ogni genere sia alcolico che non ed ovviamente una ciotola di ceramica piena di preservativi di ogni gusto.

Se volete servirvi prendetene pure, la protezione prima di tutto ragazze, ascoltate Nonno Cartwright!

Ce n'erano anche al gusto "Pollo Fritto" o "Caramella Mou", insomma, per tutte le esigenze.
Frank si andò a sedere proprio di fronte a loro, sorridendo in modo fin troppo calmo e tranquillo.
Nessuna avvisaglia della sua solita euforia, praticamente di male in peggio.

Cosa mi raccontate?
La squadra come va, Stellina mia?
Allo Shamrock sempre tutto regolare, Paolina?


Immagine

Qualche domanda di circostanza giusto per rompere maggiormente il ghiaccio e magari invitare le due amiche intanto a mettere qualcosa sotto i denti.
Da parte sua, Frank iniziò a prepararsi un cocktail mediamente alcolico, non esageratamente forte, che naturalmente offrì ad entrambe.
Tanto nel caso avrebbero potuto usare il suo camino per smaterializzarsi a casa, senza alcun problema.

Nipotina mia, immagino che tu sia un po' in ansia per i toni utilizzati nella mia lettera.
Devi scusarmi, non volevo assolutamente allarmarti più del previsto ma era necessario spingerti a passare al più presto.
Adesso penso di poter passare al sodo e avrò bisogno che tu però mi prometta una cosa...


Allungò le mani così che potessero afferrare quelle della nipote, guardandola intensamente, con occhi celesti e lucidi.

... Qualsiasi cosa sentirai nei prossimi minuti, non dovrai mai dimenticare che tuo nonno ti adora più di qualsiasi altra cosa al mondo, sono stato chiaro?

Volle prima avere quella sicurezza, per poi poter andare avanti nel giusto modo, lasciandole la mano e afferrando il proprio drink, mandandone giù un bel sorso.

... Vediamo un po', da dove posso cominciare... Ah sì, probabilmente la cosa migliore è partire dalla tua adolescenza.
Eri una ragazzina eccezionale, piena di vita e di energie.
Dopo il tuo primo ciclo mestruale mi son detto "Ecco qui, tra poco sarà pronta per rendere orgoglioso suo nonno con tutte le mirabolanti acrobazie sessuali che imparerà!"


Frank l'aveva sempre istruita all'apertura di ingegno mentale e sessuale, spiegandole con attenzione anche i concetti di coppia aperta e scambio di coppia.
In quel modo, nel caso in cui in futuro ella avesse voluto optare per la monogamia, almeno avrebbe posseduto una via di fuga per fare altre esperienze qua e là.
Il nonno insomma sperava in un futuro roseo per la Cartwright, pieno di avventure di ogni tipo, volte a forgiare la sua caratterizzazione intima.

... Purtroppo però, come ben sai, tuo fratello non è mai stato d'accordo con me e ricordiamo tutti bene come prese la notizia della tua fioritura sessuale.
Tanto geloso della sua amata sorellina, ti ha creato parecchi problemi e ti ha impedito in ogni modo di fare come preferissi, tenendo bloccati i tuoi istinti.
Ho fatto sempre quello che ho potuto per aiutarti ad avere qualche via di fuga ma Axell purtroppo era imprevedibile e di certo molto più presente nella tua vita di quanto lo fossi io.


Al tempo Frank si dedicava ancora al proprio lavoro di tanto in tanto, inoltre viaggiava e si godeva un po' di più la vita dopo diversi decenni dietro una scrivania.

Quello che però non sai è che in quel periodo parlai con un mio amico carissimo e MagiPsicologo molto rinomato nel territorio americano.
Lui mi disse di essere molto preoccupato per la tua situazione, perché in futuro, non appena fossi riuscita a liberarti dal giogo di tuo fratello, le ripercussioni sarebbero state disastrose.
La tua libido molto forte di oggi è nulla in confronto alla vera e propria ninfomania che avresti sviluppato nel caso in cui...


Si interruppe, non sapendo bene come proseguire, sentendo le parole bloccarsi in gola, scuotendo la testa sconfortato e sicuramente dispiaciuto.
Forse quello era il punto focale di tutto, forse era da lì che si snodava il grande problema, la matrice di quella conversazione tanto difficile.
Nonno Cartwright prese ancora il bicchiere, bevve di nuovo, tirando un lungo sospiro.

... Nel caso in cui non ti avessi somministrato di nascosto per circa tre anni un inibitore ormonale magico.
Avatar utente
PnG Staff
 
Grado: 15
 
Messaggi: 191
Iscritto il: 11/06/2013, 12:56

Messaggioda Stella » 13/06/2019, 22:24

NONNO!
Che bello rivederti!


Ooohhhh, eccola qui la patatina del nonno, fatti abbracciare tesoro mio!

C'era da dire che il rapporto fra Frank Cartwright e sua nipote Stella fosse davvero speciale. L'uomo anziano le voleva davvero molto bene, un affetto ricambiato palesemente da Francine, la quale non nascondeva affatto quanto fosse legata a quell'uomo davvero tutto singolare e particolare. Lei ed Axell, in un modo o nell'altro, erano stati cresciuti ed influenzati da Frank. Ma nonostante il nonno tenesse in altissima considerazione il nipote maschio -entrambi, perché anche Vergil ormai aveva suscitato tutto il suo orgoglio- la preferita, la pupilla, la sua patatina sarebbe sempre stata Stella.

Nonno Cartwright...

Emanuelle, cara, sei in ottima forma...
... Sempre detto io che le sc***te regolari fanno miracoli!


Tutt'altro discorso era invece per la Lamarck, la quale giudicava l'anziano Cartwright -come un po' buona parte della famiglia di Stella- talmente strano e inusuale da non riuscire proprio ad affezionarsi a lui come una vera nipote. Erano più le volte che lamentava le sue assurdità con Francine che i momenti in cui si sentiva DAVVERO contenta di vederlo. Ma ormai aveva ammesso con sé stessa -e mai apertamente- che in fondo in fondo quella famiglia, per quanto stramba, le sarebbe mancata se non ci fosse stata. Per questo motivo, pur avendo fino a due secondi prima borbottato che la pacca sul culo fosse una molestia, era già pronta e preparata a riceverla. Ma questa non venne, nemmeno dopo che ella fu entrata in casa, facendo immediatamente preoccupare Pauline.

Sia benedetto... Aspetta, come hai detto che si chiama, Stella?
Ah sì giusto, Davis! Sia benedetto questo Davis e la sua m****ia vera!


Stella!
Gli hai raccontato ogni minimo particolare della mia relazione con Davis, per caso?


Certo che sì!
Il nonno mi chiede sempre di te, vuole tenersi informato per essere sicuro che tu sia appagata e felice!


Alzò gli occhi al cielo la moretta, arrendendosi prima ancora di iniziare la battaglia, preferendo entrare in casa e sistemarsi nel punto che le indicò l'uomo. Era già stato preparato tutto quanto, un piccolo rinfresco per loro due con tanto di stuzzichini ed aperitivi vari, più ovviamente un contenitore stracolmo di preservativi di ogni tipologia, forma e sapore, insomma una vera e propria concorrenza spietata e sleale alle Gelatine TuttiGusti+1.

Se volete servirvi prendetene pure, la protezione prima di tutto ragazze, ascoltate Nonno Cartwright!

No, grazie... Io passo stavolta.

Uuuuuuuh ci sono quelli all'amarena e alla mela verde!
Ne prendo un paio, giusto perché con Cyrus ormai non ne abbiamo bisogno, ma magari ogni tanto può essere divertente sentire il sapore di frutta in bocca!


Seh...

Non commentò nulla la canadese e la Cartwright invece prese i suoi gusti preferiti, mettendoli nella borsa per poi passare al cibo vero e proprio, che morse con una certa goduria e soddisfazione.

Cosa mi raccontate?
La squadra come va, Stellina mia?
Allo Shamrock sempre tutto regolare, Paolina?


Facciamo un sacco di progressi!
Ormai sono tutti focalizzati sulle prossime partite.
Vedrai, presto risaliremo le classifiche e diventeremo inarrestabili!


Tutto regolare sì, devo dire che il mio datore di lavoro è una persona davvero speciale.
Con lui è difficile che non ci si diverta, anche se in realtà passo tutto il giorno a servire ai tavoli.
Un giorno o l'altro dovrebbe venire a conoscerlo, sono sicura che lo apprezzerebbe molto...
... E forse qualcuno dei suoi consigli potrebbe giovargli.
C'è una ragazza per cui va davvero matto, ma non riesce proprio a capire come conquistarla.


Era dura ammetterlo, ma Emanuelle riconosceva che il nonno di Stella fosse un vero mago nel rimorchiare. La Cartwright le aveva raccontato che l'uomo era riuscito a rimorchiare persino una ragazza giovanissima al matrimonio del cugino e neanche per un istante la Lamarck aveva dubitato della veridicità delle sue parole. Frank era una vera e propria leggenda, probabilmente un tipo come lui sarebbe riuscito a far aprire gli occhi a Ben e fargli comprendere quale fosse la giusta strategia per riuscire finalmente a darsi una mossa con Kelly Everett. Lei ormai ci aveva perso le speranze, anche perché non conoscendo bene la persona non poteva che dare consigli molto in generale su come piacerle.

Nipotina mia, immagino che tu sia un po' in ansia per i toni utilizzati nella mia lettera.
Devi scusarmi, non volevo assolutamente allarmarti più del previsto ma era necessario spingerti a passare al più presto.
Adesso penso di poter passare al sodo e avrò bisogno che tu però mi prometta una cosa...


Tutto quello che vuoi, nonnino...

.. Qualsiasi cosa sentirai nei prossimi minuti, non dovrai mai dimenticare che tuo nonno ti adora più di qualsiasi altra cosa al mondo, sono stato chiaro?

Non potrei mai dimenticarmelo, nemmeno se mi obliviassero!

Era naturale che il tono serio utilizzato da Nonno Cartwright mettesse molta preoccupazione sia a Stella che ad Emanuelle. La prima non faceva pronostici sul perché l'uomo parlasse in quel modo, mentre la seconda iniziava a temere che stessero per ricevere una brutta notizia, del tipo che fosse malato terminale o qualcosa del genere. Strinse con forza la mano della migliore amica, standole vicino, temendo la terribile notizia. Gli occhi di entrambe erano puntati sul mago anziano, che dopo aver stretto con affetto le mani della nipote, la lasciò andare, iniziando finalmente a raccontare il motivo per cui aveva voluto quella visita.

... Vediamo un po', da dove posso cominciare... Ah sì, probabilmente la cosa migliore è partire dalla tua adolescenza.
Eri una ragazzina eccezionale, piena di vita e di energie.
Dopo il tuo primo ciclo mestruale mi son detto "Ecco qui, tra poco sarà pronta per rendere orgoglioso suo nonno con tutte le mirabolanti acrobazie sessuali che imparerà!"
... Purtroppo però, come ben sai, tuo fratello non è mai stato d'accordo con me e ricordiamo tutti bene come prese la notizia della tua fioritura sessuale.
Tanto geloso della sua amata sorellina, ti ha creato parecchi problemi e ti ha impedito in ogni modo di fare come preferissi, tenendo bloccati i tuoi istinti.
Ho fatto sempre quello che ho potuto per aiutarti ad avere qualche via di fuga ma Axell purtroppo era imprevedibile e di certo molto più presente nella tua vita di quanto lo fossi io.


Stella annuì seria in volto, ogni tanto sospirando al ricordo di quanto fosse stato geloso di lei suo fratello. Il suo comportamento, portato all'eccesso e all'esasperazione, aveva fatto più di una volta infuriare la stessa Stella, che in passato aveva cercato in tutti i modi di gestire la sua gelosia, senza però riuscirvi in nessun modo. Le fughe di nascosto, il supporto di Emanuelle, a volte anche quello di Gérôme ed infine di suo nonno non erano valsi a nulla. Axell trovava sempre il modo di escogitare qualcosa di nuovo e mettere i bastoni fra le ruote della vita sessuale di sua sorella. Era arrivata al punto di non parlargli più la Cartwright, quando aveva scoperto l'ennesima pessima trovata di Axell. E solo le vicissitudini amorose di suo fratello lo avevano spinto ad una crescita maggiore, al punto tale da comprendere che non poteva proprio tenere la sua sorellina rinchiusa in gabbia per sempre. Questo suo comportamento però non aveva avuto zero conseguenze. L'astinenza forzata aveva portato la sessualità di Stella ad esplodere in maniera incontrollata, tanto che i primi tempi Emanuelle aveva temuto ella potesse non riuscire a viversi una relazione sentimentale con una persona in maniera sana. Problematiche che tanto sarebbe stato inutile rinfacciare allo stesso Axell, il quale non avrebbe chiesto scusa a Stella, focalizzandosi solo ed esclusivamente sul fatto che ella ormai avesse una piena e attiva vita sessuale regolare.

Quello che però non sai è che in quel periodo parlai con un mio amico carissimo e MagiPsicologo molto rinomato nel territorio americano.
Lui mi disse di essere molto preoccupato per la tua situazione, perché in futuro, non appena fossi riuscita a liberarti dal giogo di tuo fratello, le ripercussioni sarebbero state disastrose.
La tua libido molto forte di oggi è nulla in confronto alla vera e propria ninfomania che avresti sviluppato nel caso in cui...


... Nel caso in cui?

... Nel caso in cui?

Gli fecero eco, prima la nipote, poi la canadese, aspettando che egli terminasse la frase.

... Nel caso in cui non ti avessi somministrato di nascosto per circa tre anni un inibitore ormonale magico.

Eh?

Lei ha fatto... cosa?

Emanuelle fissò incredula Nonno Cartwright, poi la sua migliore amica, a bocca spalancata. La stessa Stella non sapeva che cosa dire, perché stava cercando di comprendere cosa significassero le parole dell'uomo. Aveva cercato di arginare gli effetti collaterali del comportamento di Axell inibendo la nipotina attraverso un medicinale magico. Eppure lei non sembrava averne risentito gli effetti, aveva una sessualità davvero esplosiva! Però forse questo spiegava perché il suo sedere non fosse così bello pieno come quello di Ema, o magari perché il seno le fosse cresciuto, ma poco. Questo però cosa significava? Che doveva essere arrabbiata con suo nonno oppure no?

Ma... Si rende conto che tutto questo è... assurdo?
Perché non ha semplicemente spedito Axell da un MagiPsicologo, così da insegnargli ad accettare che non poteva essere padrone di sua sorella?
Perché ha dovuto dare a lei qualcosa quando il vero responsabile era suo fratello?!


Perché Axell, come ben sapeva anche Pauline, era imprevedibile ed ingestibile all'epoca. Tronfio, spavaldo, incapace di sapersi controllare, nonostante il rispetto e l'affetto verso il nonno il giocatore di Quidditch non riusciva a riconoscerne l'autorità quando si trattava della sua sorellina. Le voleva troppo bene per sentire ragioni, ma il suo affetto si era tramutato in qualcosa di doloroso e frustrante per la Cartwright, che non aveva potuto fare altro che subire e subire per tutti gli anni della sua adolescenza. Nonostante la sfuriata iniziale della canadese, ella comprese subito che non poteva prendersela troppo con il nonno di Stella: molto meglio andare a casa di Axell e prenderlo a pugni per essere stato in passato una testa di legno -per non dire qualcosa di più volgare- tale da rovinare per sempre la vita di Francine.

Nonno... Io non ce l'ho con te, davvero.
Axell si è comportato male con me in passato e so che se hai fatto tutto questo, allora il motivo era che non avevi altra scelta per aiutarmi.
Lo capisco benissimo e per questo motivo ti ringrazio per aver cercato in tutti i modi di salvarmi.
Ma adesso vai avanti con la storia e spiegami tutto: non capisco.
Quindi senza questo inibitore io... Cosa sarei diventata?


Una ninfomane fatta e finita probabilmente.

Ma tu dici che lo sono già!

Di sicuro normale non sei, ma almeno insomma non arrivi ancora a violentare la gente!
E poi nonostante tutto, mi pare che tu sia rimasta fedele a Cyrus o sbaglio?


Fedelissima!

Allora significa che riesci ancora ad avere un buon autocontrollo sui tuoi bassi istinti...

Anche se ammetto che certe volte guardo il tuo fidanzato e...

VA BENE COSÌ, GRAZIE!
Non voglio sapere niente...


Il continuo spettava a nonno Frank.

Spoiler:
PnG Staff
Avatar utente
Stella
Terran Aer
Terran Aer
 
Grado: 9
 
Messaggi: 38
Iscritto il: 07/02/2017, 23:27

Messaggioda PnG Staff » 14/06/2019, 19:53

Per quanto Frank si sforzasse di risultare normale come al solito, era semplice capire quanto fosse diversa la situazione attraverso tanti piccoli particolari.
Il suo modo di comportarsi era meno voltato all'eccesso, allo scherzo, all'allegria, quando invece nella quotidianità Nonno Cartwright era un burlone pornografico di prima categoria.
Le poche uscite volgari che ebbe in quei primi minuti non rappresentarono neanche il 50% di quando invece lo si vedeva al top della sua forma e stato d'animo.

Cosa mi raccontate?
La squadra come va, Stellina mia?


Facciamo un sacco di progressi!
Ormai sono tutti focalizzati sulle prossime partite.
Vedrai, presto risaliremo le classifiche e diventeremo inarrestabili!


Le prime tre giornate sono state due vittorie e un pareggio, direi proprio che non ci si possa lamentare!
Allo Shamrock sempre tutto regolare, Paolina?


Tutto regolare sì, devo dire che il mio datore di lavoro è una persona davvero speciale.
Con lui è difficile che non ci si diverta, anche se in realtà passo tutto il giorno a servire ai tavoli.
Un giorno o l'altro dovrebbe venire a conoscerlo, sono sicura che lo apprezzerebbe molto...


La pensione mi permette questo ed altro!
Una volta o l'altra farò un salto, mi hai messo curiosità!


... E forse qualcuno dei suoi consigli potrebbe giovargli.

Management?

C'è una ragazza per cui va davvero matto, ma non riesce proprio a capire come conquistarla.

Aaaahhh, quei consigli!
In questo caso proverò a passare al più presto e dì pure al tuo capo di prepararsi a prendere appunti.
Quattro chiacchiere col sottoscritto e saprà esattamente come regolarsi!
Non per nulla la mia quota attuale di conquiste è pari a 177, nessuna etnia esclusa!


Frank dispensava consigli utili a chiunque, senza minimamente preoccuparsi di risultare offensivo, troppo in confidenza o, appunto, volgare.
La sua era una garanzia di qualità e, volenti o nolenti, tutti i suoi amici e conoscenti sapevano che le tecniche di seduzione di quell'uomo rasentassero l'eccellenza.
Perfino Emanuelle dovette in qualche modo ammetterlo, ma sarebbe realmente bastato il Cartwright Senior per far sì che Kelly Everett fosse conquistata da Ben?
Domande che avrebbero ricevuto risposta soltanto in seguito e soltanto nel momento stesso in cui Stella avesse deciso di non chiudere la porta in faccia al suo adorato nonnino.
L'anziano si era infatti macchiato di un crimine pesante, uno sbaglio dettato dal fin troppo affetto nei confronti della nipotina al tempo bloccata dal giogo di possesso di Axell.
Aveva voluto evitare che Francine impazzisse così come i suoi ormoni, quindi aveva deciso di sopprimere questi ultimi utilizzando un medicinale magico.
Naturalmente senza alcun permesso, ricetta o confronto con un MediMago.

Ma... Si rende conto che tutto questo è... assurdo?
Perché non ha semplicemente spedito Axell da un MagiPsicologo, così da insegnargli ad accettare che non poteva essere padrone di sua sorella?
Perché ha dovuto dare a lei qualcosa quando il vero responsabile era suo fratello?!


Emanuelle, ricordi perfettamente come fosse Axell al tempo.
Perfino Stella è arrivata alla fine ad allontanarlo, seppur con la morte nel cuore, per via della sua imprevedibilità.
Sfruttava le proprie risorse, era concentrato sulla carriera e se lo avessi fatto vedere da una persona del genere, hai idea di cosa avrebbe potuto montare su la stampa?!
Per salvare una nipote avrei distrutto la vita di un altro, non è un ruolo semplice quello del Nonno!


Si era leggermente alterato, ma non con Pauline, perché di sicuro non se lo meritava, piuttosto con il passato e con gli eventi.
Ma l'accusa della moretta lo aveva portato ad alzare la voce e fissarla con aria risentita, non certo colpevole.
L'unica che poteva permettersi di incolparlo o non rivolgergli parola al massimo era la nipote, per quanto non parve assolutamente voler prendere quel percorso.

Nonno... Io non ce l'ho con te, davvero.
Axell si è comportato male con me in passato e so che se hai fatto tutto questo, allora il motivo era che non avevi altra scelta per aiutarmi.
Lo capisco benissimo e per questo motivo ti ringrazio per aver cercato in tutti i modi di salvarmi.


Non sai quanto mi riempiano il cuore di gioia e lo liberino da un peso tremendo, tesoro del nonno!

Ma adesso vai avanti con la storia e spiegami tutto: non capisco.
Quindi senza questo inibitore io... Cosa sarei diventata?


Una ninfomane fatta e finita probabilmente.

Ma tu dici che lo sono già!

Di sicuro normale non sei, ma almeno insomma non arrivi ancora a violentare la gente!
E poi nonostante tutto, mi pare che tu sia rimasta fedele a Cyrus o sbaglio?


Fedelissima!

Allora significa che riesci ancora ad avere un buon autocontrollo sui tuoi bassi istinti...

Anche se ammetto che certe volte guardo il tuo fidanzato e...

VA BENE COSÌ, GRAZIE!
Non voglio sapere niente...


Alt alt alt.
Un attimo, cerchiamo di non confonderci ragazze...
La ninfomania è qualcosa di molto diverso rispetto all'atteggiamento attuale di Stella.
Quindi no, patatina, tu non sei affatto una ninfomane, ma rischiavi di esserlo se non ti avessi somministrato quel medicinale.
Guardare ogni tanto con un po' di desiderio il fidanzato della tua amica è assolutamente normale!
Scommetto che anche Emanuelle, qualche volta, avrà fatto qualche piccola fantasia su Cyrus...
... Non è forse vero?


Frank lo dava per scontato?
Invitava Emanuelle a dire di "Sì" semplicemente per rincuorare un po' la Cartwright?
Oppure nella sua immensa esperienza aveva imparato a riconoscere determinati dettagli negli sguardi altrui?
Non era dato saperlo con esattezza, ma vista la natura ammaliante e alterata di Cyrus, la Lamarck non poteva proprio permettersi di negare.
Tanto di certo a Francine non avrebbe dato alcun fastidio.
Tutto si poteva dire di Stella meno che fosse una persona particolarmente gelosa del proprio partner.
Frank era anzi sicuro che l'avrebbe pure ceduto volentieri alla migliore amica per una notte, così da farglielo provare.

Tornando a noi, il soppressore ormonale magico ha agito su due fronti, uno positivo ed uno negativo.
Da un lato ha impedito che il tuo desiderio divenisse talmente tanto radicato ed irrefrenabile da condizionare la tua intera esistenza futura.
Da un altro però ha rallentato e bloccato il tuo processo di crescita e sviluppo.


In altre parole, la Stella che era lì, seduta davanti al nonno e accanto ad Emanuelle, non era in realtà la Stella che sarebbe dovuta essere.
Il farmaco le aveva impedito di avere il normale processo evolutivo del suo corpo, in effetti fin troppo "contenuto" per gli standard dei Cartwright.
Bastava guardare Axell o Vergil per rendersi conto che il DNA dei Cartwright fosse un DNA di corpi piuttosto esagerati e prestanti, per altro tipicamente americani.
Stella in tal senso aveva sempre rappresentato l'eccezione, una femmina dove il sangue della West Coast non sembrava scorrere se non per pochissime percentuali.
Possibile che di quella generazione nuova soltanto i due maschi avessero ottenuto il beneficio della sorte e della genetica?
Effettivamente no, anche lei in realtà aveva le carte in regola per un corpo da tipica bionda da spiaggia californiana, ma qualcosa l'aveva tenuta ferma e costretta a non fiorire.
Una verità scottante, in grado di ferire nel profondo una ragazza dotata di diversi complessi riferiti al proprio corpo, qualora non ci fosse stata alcuna soluzione di reversibilità.

Oggi hai 23 anni e lo sviluppo fisico delle femmine prosegue fino al massimo ai 17.
Io ho fatto in modo che tu ricevessi questo medicinale proprio tra i 14 e i 17, periodo in cui Axell ti ha creato più problemi, considerando che frequentassi la Cyprus senza di lui.
Lo hai bevuto qui da me quando ti davo il succo di frutta oppure quando mangiavi la torta di compleanno, sempre dosi non eccessive ma ugualmente consistenti.


Forse quello spiegava anche perché Stella fosse così tanto soggetta ad un ingrassamento o dimagrimento altalenante a periodi.
I suoi ormoni non regolavano bene l'assunzione delle sostanze e alle volte velocizzavano il metabolismo, altre volte invece lo rallentavano come una tartaruga.
Probabilmente a quel punto la giovane e povera Francine avrebbe cominciato ad arrancare, dimostrando segni di somma tristezza e voglia di piangere.
Alla fine le era stato appena confessato di aver infierito sulla sua maturazione, col rischio che ormai non ci fosse più nulla da fare, avendo superato da un po' l'età dello sviluppo.

No no no, amore del nonno, aspetta, non correre a conclusioni affrettate, non tutto è perduto, parola di Frank!
Mi sono deciso ad andare a parlare della mia malefatta ad un MediMago con cui andavo a scuola, persona discreta che sapevo non mi avrebbe denunciato...
... Anche perché non solo gli ho fatto conoscere io la moglie ma per di più gli ho insegnato certi trucchetti per farla morire che ancora oggi mi ringrazia!
Comunque, tralasciando... Gli ho raccontato tutto e così ti ha prescritto un altro farmaco da assumere da questo momento in poi e al più presto.
L'effetto del medicinale che ti ho dato io, anche se non l'hai più preso, permane fino a quando una contromisura non indichi al tuo corpo di ricominciare a svilupparsi.
Lui mi ha assicurato che gli effetti possono essere visibili entro sette anni dalla fine dell'anno normale di crescita, quindi sei ancora in tempo, non hai raggiunto i 24!
... Purtroppo però questo non esclude che ci potrebbero essere degli effetti imprevisti e considerevoli...


Stella avrebbe compito 24 anni a Luglio, quindi insomma, ce l'avrebbe fatta per il rotto della cuffia, ma non stava lì il punto focale del discorso.

Essendo un medicinale magico che contrasta un altro medicinale magico, la resa finale dell'effetto non è progressiva come nei casi babbani.
Questo significa che, nel momento stesso in cui il tuo corpo reagirà alla medicina, lo sviluppo avverrà immediatamente, come la ricostruzione delle ossa in una notte in caso di frattura.
Solitamente il processo avviene nel sonno, quindi ti accorgerai delle modifiche al tuo risveglio.
Il MediMago non esclude che tu possa acquisire anche qualche millimetro in altezza, visto il periodo in cui sei stata "bloccata".
Inoltre, c'è un piccolo effetto collaterale che ci riporta al famoso discorso sulla ninfomania...
... Chiaramente la soppressione di libido che hai accumulato in quegli anni verrà parzialmente liberata.
Questo significa che, certo, non arriverai ad essere ninfomane, ma aspettati un aumento maggiore del desiderio, almeno per un paio se non addirittura tre anni.


Il prezzo da pagare per ottenere di nuovo se stessa.
Emanuelle poteva soltanto immaginare e spaventarsi all'idea di una Stella ancora più vogliosa e carica di tensione sessuale.
Non era uno scherzo, bensì una preoccupazione importante.

Di sicuro la notizia buona è che, trascorso quel periodo, tutto si assesterà e tornerà alla situazione attuale.
Dovrai semplicemente fare attenzione a controllarti un po' di più!


Facile per Frank Cartwright parlare, ma Emanuelle sapeva perfettamente che Stella e "Controllo" non potevano stare nella stessa frase.
In parole povere, sarebbe toccato alla migliore amica tenerla sott'occhio affinché non combinasse qualche cretinata.
Come ad esempio saltare addosso a Davis, tanto per citarne qualcuno pratico e immediato.

... Ho parlato direttamente con Axell la settimana scorsa.

Ecco l'ennesimo colpo di scena.

Gli ho fatto presente tutta la questione, senza scendere nei particolari del fatto che io in quegli anni ti abbia aiutata a fare le tue esperienze.
Quella è una verità scomoda che dovrai essere pronta tu a rivelargli al momento che riterrai più opportuno.
Però l'ho mortificato per tutta questa storia e l'ho minacciato che se in futuro avesse provato nuovamente a condizionarti, se la sarebbe vista con me.
È preparato al fatto che il tuo corpo potrebbe sbocciare da un attimo all'altro e che quindi molti più maschi si troveranno costretti a guardarti.
Beh, Trama, preparato è una parola grossa, diciamo che se non altro lo sa e sa di non potersi permettere nessuna uscita di ingegno delle sue del passato, ecco!
... In effetti io dò per scontato che diventerai ancora più gnocca di quanto tu già non sia adesso, ma in verità nessuno conosce gli effetti che avrà la medicina.
Dovrete al massimo ragionare insieme su come fare a gestire la cosa con la squadra e quale scusa inventare nel caso in cui le differenze tra prima o dopo siano parecchio evidenti.
Avatar utente
PnG Staff
 
Grado: 15
 
Messaggi: 191
Iscritto il: 11/06/2013, 12:56

Data Utente Tipo Dado Risultato  
Precedente

 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron